Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Prurito

Di

Mercedes E. Gonzalez

, MD, University of Miami Miller School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa mar 2018| Ultima modifica dei contenuti mar 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Il prurito può essere molto fastidioso. È una delle ragioni più comuni che spingono le persone a consultare i medici specializzati in patologie della cute (dermatologi).

Il prurito spinge le persone a grattarsi. Il grattamento allevia temporaneamente il prurito, ma può causare danni alla cute, che talvolta determinano maggiore prurito (il ciclo prurito-grattamento) o infezione (definita infezione secondaria). Con il passare del tempo la pelle diviene spessa e squamosa (lichenificazione).

Cause

Il prurito può essere dovuto a

  • Patologie della cute (la causa più comune)

  • Patologie di altri organi (patologie sistemiche)

  • Farmaci e sostanze chimiche

Patologie della cute

Le cause più comuni del prurito sono le patologie della cute:

Punture d’insetto e infezioni cutanee parassitarie, come la scabbia, possono causare prurito intenso.

L’orticaria rappresenta un tipo comune di eruzione cutanea pruriginosa e può essere dovuta un gran numero di patologie cutanee o sistemiche, farmaci e sostanze chimiche.

Patologie sistemiche

Le cause sistemiche sono meno comuni delle patologie della cute, ma più probabili se nessun problema cutaneo è evidente.

Alcune delle più comuni cause sistemiche sono:

Le cause sistemiche meno comuni comprendono ipertiroidismo (tiroide iperattiva), ipotiroidismo (tiroide ipoattiva), diabete, carenza di ferro, dermatite erpetiforme e policitemia vera (una sovrapproduzione cancerosa di globuli rossi).

Alcune patologie a carico del sistema nervoso, come la sclerosi multipla, possono causare prurito. Alcuni soggetti affetti da disturbi mentali possono provare prurito senza alcuna causa fisica apparente. Questo tipo di prurito viene detto prurito psicogeno.

Farmaci

I farmaci e le sostanze chimiche possono causare prurito quando assunti internamente o applicati sulla cute. In genere, il prurito è causato da una reazione allergica. Anche alcuni farmaci, come la morfina e alcuni mezzi di contrasto radiopachi utilizzati per eseguire determinate radiografie, possono causare prurito pur senza causare una reazione allergica.

Valutazione

Non tutti gli episodi di prurito richiedono l’immediata valutazione del medico. Le informazioni riportate di seguito possono essere utili per decidere se sia necessario un consulto medico e cosa aspettarsi durante la visita. Molte condizioni che causano prurito non sono gravi.

Segnali d’allarme

I seguenti sintomi potrebbero indicare che la causa del disturbo è grave:

  • perdita di peso, affaticamento o sudori notturni, possono indicare una grave infezione o un tumore

  • debolezza, perdita di sensibilità o formicolio, possono indicare un disturbo del sistema nervoso

  • dolore addominale o pigmentazione giallastra della cute e degli occhi (ittero), possono indicare un disturbo della cistifellea o del fegato

  • sete eccessiva, minzione particolarmente frequente e perdita di peso, possono indicare il diabete

Quando rivolgersi a un medico

Le persone che hanno perso peso, riscontrano affaticamento o sudori notturni dovrebbero visitare un medico non appena opportuno, possibilmente entro una settimana. Quelle che presentano altri segnali d’allarme o che soffrono di prurito grave dovrebbero possibilmente recarsi da un medico immediatamente o non appena possibile.

Come si comporta il medico

Il medico potrebbe rivolgere molte domande e osservare la pelle. Spesso, il paziente deve svestirsi per consentire al medico di esaminare l’intera superficie cutanea. Se non riscontra una causa evidente dopo aver esaminato la pelle, il medico potrebbe eseguire un esame obiettivo completo per verificare la presenza di cause sistemiche. Potrebbe essere necessario effettuare degli esami per diagnosticare certe cause sistemiche e a volte le patologie della cute.

Se il prurito è diffuso e inizia subito dopo l’assunzione di un farmaco, molto probabilmente il farmaco ne è la causa. Se il prurito (solitamente con un’eruzione cutanea) rimane circoscritto in un’area a contatto con una sostanza, in particolare se la sostanza è in grado di causare la dermatite da contatto, tale sostanza è probabilmente la causa. Tuttavia, le cause allergiche del prurito diffuso possono essere difficili da identificare perché, solitamente, le persone colpite hanno mangiato parecchi alimenti diversi e sono state esposte a molte sostanze che potrebbero aver causato una reazione allergica prima della comparsa del prurito. In egual misura, l’identificazione di un farmaco che causa la reazione in una persona che assume vari farmaci potrebbe essere difficile. A volte, l’individuo ha assunto il farmaco che causa la reazione per mesi o perfino per anni prima della comparsa della stessa.

Tabella
icon

Alcune cause e caratteristiche del prurito

Causa

Caratteristiche comuni*

Esami

Cause cutanee

Dermatite atopica (a volte detta eczema)

Secchezza, rossore e a volte ispessimento e desquamazione spesso presenti nelle pieghe dei gomiti o dietro le ginocchia

Solitamente una ricorrenza familiare di allergie o eruzioni

Visita medica

Il rossore e a volte le vescicole il cui aspetto o la cui localizzazione corrispondono alla sostanza che sta causando la reazione (come lungo l’attaccatura dei capelli quando la reazione è causata dai coloranti, sul polso quando è causata da un orologio o sulla pelle esposta quando è causata dall’edera velenosa)

Visita medica

Cute squamosa, pruriginosa e secca, solitamente sulle gambe, che peggiora in caso di caldo secco e si sviluppa o peggiora durante l’inverno, dopo un bagno caldo o dopo l’esposizione prolungata all’acqua

Visita medica

Infezioni cutanee micotiche, quali la tigna, il prurito dell’atleta o il piede d’atleta

Un’eruzione cutanea circolare con bordi rialzati, desquamazione e spesso perdita di capelli

Negli adulti, solitamente sui piedi o nell’area genitale

Nei bambini, solitamente sul cuoio capelluto o sul corpo

A volte, esame delle desquamazioni cutanee al microscopio

Gonfiori rialzati e rossi che presentano bordi netti e che sono spesso chiari al centro

L’orticaria scompare nel giro di poche ore, ma continua a ricomparire, a volte per giorni o mesi

Generalmente, soltanto una visita medica

Comparsa improvvisa di uno o più rigonfiamenti che sono solitamente piccoli, rossi e rialzati

Visita medica

Aree di pelle irritata e graffiata e a volte piccolissimi morsi puntiformi

Uova e a volte pidocchi

Solitamente sul cuoio capelluto, nelle ascelle o nell’area pubica, oppure sulla vita o sulle ciglia.

Visita medica

Aree in cui la pelle ripetutamente grattata sì è ispessita

Aree dall’aspetto rosso, squamoso, rialzato e ruvido e separate dalla pelle adiacente

Visita medica

Chiazze rosse e rialzate con desquamazioni argentee

Solitamente, sulla superficie esterna esposta dei gomiti o delle ginocchia oppure sul cuoio capelluto o sul torso

Visita medica

Cunicoli, che sono piccoli rigonfiamenti rossi o scuri, vicini a una linea corta, leggermente squamosa, ondulata e sottile

Solitamente negli spazi a membrana tra le dita dei piedi o delle mani, lungo la linea della cintura (vita), sulle superfici interne dei gomiti, dietro le ginocchia, intorno ai capezzoli (nelle donne) o vicino ai genitali (negli uomini)

A volte, esame al microscopio delle desquamazioni cutanee o dei detriti

Cause sistemiche (condizioni che colpiscono anche altre parti dell’organismo oltre alla pelle)

Reazioni allergiche che hanno effetti a livello degli organi interni

Prurito diffuso

Spesso un’eruzione cutanea rossa rialzata e a volte orticaria

Evitare gli oggetti, uno alla volta, per individuare la causa del disturbo

Talvolta test cutanei

Cancro, come il linfoma di Hodgkin, certi altri linfomi, come la micosi fungoide e la policitemia vera

Prurito, a volte come primo sintomo del cancro

Con il linfoma di Hodgkin, bruciore insieme al prurito, in particolare nelle gambe

Con la micosi fungoide, varie chiazze di pelle piatte o rialzate, oppure arrossamento della pelle

Con la policitemia vera, prurito dopo essersi lavati, ma senza eruzione cutanea

Emocromo con formula

Radiografia toracica

Una biopsia dei linfonodi per il linfoma di Hodgkin, della pelle per la micosi fungoide o del midollo spinale per la policitemia vera

Prurito diffuso senza eruzione cutanea

A volte peggiore durante la dialisi e altre volte peggiore sulla schiena

Esami per escludere altre cause di prurito, in base ai sintomi della persona

Minzione frequente, sete e perdita di peso

Prurito che solitamente si verifica soltanto dopo lo sviluppo di altri sintomi

Analisi del sangue e delle urine per il livello dello zucchero (glicemia) e per l’emoglobina glicata (che indica il livello di zucchero nel sangue nel corso del tempo)

Farmaci e droghe, come l’aspirina, i barbiturici, la cocaina, la morfina, la penicillina e alcuni farmaci antimicotici e chemioterapici

A volte nessuna eruzione cutanea

Visita medica

Disturbi della cistifellea o del fegato

Altri sintomi di patologie della cistifellea o del fegato, come l’ittero, l’affaticamento, le feci oleose e il dolore addominale

Solitamente si eseguono analisi del sangue per misurare gli enzimi del fegato e l’ultrasonografia

Tendenza a stancarsi facilmente

A volte pallore, debolezza, cefalea, assottigliamento dei capelli, pica (voglia di sostanze non alimentari quali ghiaccio, terra o amido puro) oppure difficoltà respiratorie

Analisi del sangue per riscontrare la presenza di anemia e carenza di ferro

Prurito intenso a carattere alternato

Altri sintomi di sclerosi multipla, come l’intorpidimento e il formicolio, la debolezza, la perdita della vista, le vertigini e la goffaggine

Risonanza magnetica per immagini (RMI) del cervello, del midollo spinale o di entrambi

Talvolta un prelievo spinale

Talvolta elettroencefalografia o elettromiografia

Gravidanza

Prurito solitamente diffuso senza eruzione cutanea, che si sviluppa a volte durante la gravidanza avanzata (detto colestasi gravidica)

A volte, è dovuto a leggeri problemi epatici

A volte, si effettuano analisi del sangue per verificare la presenza di disturbi del fegato

Fattori psicologici

Graffi e/o croste cutanee lineari in diverse fasi della guarigione e un disturbo psicologico (come depressione o ansia)

Esami per escludere altre cause di prurito, in base ai sintomi della persona

Disturbi alla tiroide

Con l’ipertiroidismo (tiroide iperattiva): difficoltà a tollerare il caldo, sudore, perdita di peso, protrusione dei bulbi oculari, fascicolazioni (tremore), irrequietezza e a volte ingrossamento della tiroide (gozzo)

Con l’ipotiroidismo (tiroide ipoattiva): Difficoltà a tollerare il freddo, aumento ponderale, cute e capelli secchi e depressione

Esami del sangue per valutare la funzione tiroidea

*Le caratteristiche includono sintomi ed esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

Esami

La maggior parte delle cause di prurito possono essere diagnosticate senza esami. Se la diagnosi dell’anomalia cutanea non è chiara, in base al suo aspetto e all’anamnesi della persona, potrebbe essere necessario rimuovere un campione di pelle (biopsia) in modo da poterlo analizzare.

Se la causa del prurito sembra essere una reazione allergica, ma la sostanza che causa la reazione non è evidente, potrebbe essere necessario effettuare esami cutanei. Durante gli esami cutanei, le sostanze che causano le reazioni allergiche da contatto vengono applicate sulla pelle o in un cerotto (detto patch test) o con un piccolo ago (chiamato esame di cutireazione (prick)).

Se la causa non risale a una reazione allergica o a un disturbo cutaneo, le analisi vengono eseguite sulla base degli altri sintomi della persona. Ad esempio, si possono eseguire esami per le patologie della cistifellea o del fegato, per le malattie renali croniche, per i disturbi della tiroide, il diabete o il cancro.

Trattamento

  • Cura della pelle

  • Trattamenti topici

  • Trattamenti sistemici

Vengono curate le patologie che causano il prurito. A volte, anche altre misure possono alleviare il prurito.

Cura della pelle

Le misure relative alla cura della pelle possono aiutare ad alleviare il prurito, a prescindere dalla causa. I bagni o le docce dovrebbero essere brevi, non più frequenti del necessario, e a base di acqua fredda o tiepida (non calda). Anche l’utilizzo di un sapone idratante e di idratanti cutanei può aiutare, così come l’umidificazione dell’aria secca (ad esempio, d’inverno) e non indossare indumenti attillati o di lana.

Trattamenti topici

I trattamenti topici sono costituiti da sostanze che vengono applicate sulla cute. Vengono utilizzati solo se è colpita un’area specifica. Possono essere utilizzati, ad esempio, lozioni o creme contenenti mentolo e/o canfora, pramossina, capsaicina o corticosteroidi. Per avere effetto, la crema a base di capsaicina deve essere usata per almeno 2 settimane. Tende a bruciare, ma questa sensazione diminuisce con il passare del tempo. Le creme a base di mentolo e di canfora presentano un odore forte ma possono essere calmanti, così come le creme di tacrolimus o pimecrolimus.

Le creme a base di corticosteroidi possono aiutare ad alleviare il prurito e spesso eliminano l’irritazione e altre anomalie della cute in disturbi come la dermatite atopica, la dermatite da contatto, la psoriasi e il lichen simplex cronico.

Di norma, i corticosteroidi non dovrebbero essere usati quando

  • La cute è infetta.

  • È presente un’infestazione.

  • Non vi sono eruzioni o anomalie cutanee.

  • La causa è sistemica.

In genere non vanno utilizzate creme e lozioni che contengono l’antistaminico difenidramina o l’anestetico benzocaina perché possono sensibilizzare la cute e causare più prurito.

La luce ultravioletta applicata sulla cute (fototerapia), presso l’ambulatorio medico o il proprio domicilio, può aiutare ad alleviare il prurito quando altri trattamenti sono inefficaci.

Trattamenti sistemici

I trattamenti sistemici sono farmaci assunti internamente, solitamente per via orale. Vengono usati se il prurito è diffuso o se i trattamenti topici non sono efficaci.

Gli antistaminici, in particolare l’idrossizina, sono usati più frequentemente. Alcuni antistaminici, come la ciproeptadina, la difenidramina e l’idrossizina causano sonnolenza. Aiutano ad alleviare il prurito e, se usati prima di andare a letto, facilitano il sonno. Comunque, questi farmaci non vengono di solito prescritti durante il giorno agli anziani, che sono più a rischio di cadere a causa della sonnolenza. La cetirizina e la loratadina provocano meno sonnolenza, ma in rari casi possono avere questo effetto nelle persone anziane. La fexofenadina causa meno sonnolenza, ma a volte provoca cefalee. La doxepina provoca una forte sonnolenza ed è efficace, quindi è ideale da assumere prima di andare a letto se il prurito è grave.

La colestiramina viene usata per curare il prurito causato da disturbi della cistifellea o del fegato, dalle patologie croniche dei reni o dalla policitemia vera. Comunque, la colestiramina ha un sapore sgradevole, causa stipsi e può diminuire l’assorbimento di altri farmaci.

Il naltrexone può essere usato per trattare il prurito dovuto a disturbi della cistifellea o del fegato, ma può aumentare il dolore, se presente.

La gabapentina può aiutare ad alleviare il prurito dovuto alla malattia dei reni cronica, ma può causare sonnolenza.

Punti principali

  • Il prurito è solitamente dovuto alla pelle secca, a un disturbo cutaneo o a una reazione allergica.

  • Se la persona non presenta eruzioni o anomalie cutanee, la causa potrebbe essere un farmaco, una reazione allergica con effetti a livello degli organi interni o un disturbo sistemico.

  • Le misure per la cura della pelle (come la limitazione dei bagni, l’idratazione della pelle e l’umidificazione dell’aria) possono solitamente aiutare ad alleviare il prurito.

  • In genere, il prurito può essere alleviato con trattamenti topici o sistemici.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cancro della cute
Video
Cancro della cute
La cute è l’organo più esteso del corpo. Svolge numerose funzioni importanti, tra cui proteggere...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE