Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sulle infezioni del neonato

Di

Brenda L. Tesini

, MD, University of Rochester School of Medicine and Dentistry

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Le infezioni si verificano ad ogni età, ma sono motivo di grande preoccupazione nei neonati, perché, specialmente se prematuri, hanno un sistema immunitario immaturo e sono più suscettibili alle infezioni. Sebbene alcuni anticorpi protettivi passino dalla madre al feto attraverso la placenta (l’organo che fornisce nutrimento al feto), i livelli di anticorpi nel sangue del feto possono non essere sufficienti a combattere un’infezione.

Feti e neonati possono contrarre un’infezione nei seguenti modi:

  • In utero

  • Durante il parto

  • Dopo la nascita

Infezioni contratte nel grembo materno (infezione in utero)

Un’infezione del feto, che può verificarsi in qualsiasi momento prima della nascita, deriva da un’infezione della madre. Talvolta i medici e la madre sono a conoscenza dell’infezione, altre volte no. L’infezione della madre si trasmette al feto attraverso la placenta.

Le infezioni più comuni trasmesse attraverso la placenta comprendono rosolia, toxoplasmosi, citomegalovirus, infezione da virus Zika e sifilide. Talvolta anche l’infezione da virus di immunodeficienza umana (HIV) e l’infezione da virus dell’epatite B possono essere trasmesse attraverso la placenta. Esistono anche molte infezioni più rare che possono colpire il feto prima della nascita.

I problemi per il feto dipendono dall’organismo che causa l’infezione e dal momento in cui la madre la contrae durante la gravidanza. I problemi comportano aborto spontaneo, rallentamento della crescita in utero, nascita prematura, morte in utero e difetti congeniti. Un’infezione può causare o no sintomi nella madre.

Infezioni contratte durante il parto (infezioni intraparto)

Un’infezione può essere acquisita durante il parto se il canale del parto, attraverso cui passa il bambino, è infetto oppure, in caso di parto ritardato, se un’infezione risale nella vagina dopo la rottura delle membrane.

Le infezioni che possono svilupparsi durante il parto comprendono infezione da HIV, infezioni da virus dell’herpes simplex, infezione da virus dell’epatite B, infezioni da streptococchi, infezioni da E. coli, listeriosi, infezioni gonococciche e clamidia. A volte queste infezioni possono essere trasmesse anche attraverso la placenta.

Infezioni contratte dopo la nascita (infezioni post-partum)

Le infezioni contratte dopo la nascita insorgono direttamente o attraverso l’allattamento quando il neonato è a stretto contatto con la madre infetta. Un’infezione contratta dopo la nascita può verificarsi anche se i neonati vengono a contatto con operatori sanitari, familiari o visitatori infetti in ospedale (vedere Infezioni neonatali acquisite in ospedale) o a casa.

Tipi di infezioni del neonato

Generalmente le infezioni neonatali sono causate da batteri o virus e, meno comunemente, da funghi o parassiti. Fra i batteri vi sono streptococchi del gruppo B, Escherichia coli (E. coli), Listeria monocytogenes, gonococchi e clamidia. I virus comprendono virus dell’herpes simplex (HSV), virus dell’immunodeficienza umana (HIV), citomegalovirus (CMV) e virus dell’epatite B (HBV).

Alcune infezioni che possono colpire soggetti di qualsiasi età causano particolari problemi al feto o al neonato. Alcune delle più gravi infezioni del neonato comprendono:

Vedere candidosi (infezione da lieviti) per l’infezione causata dal fungo Candida.

Diagnosi

  • Visita medica

  • Vari esami

I medici sospettano un’infezione sulla base dei sintomi o di anomalie (come difetti congeniti) del neonato e dei risultati di un esame obiettivo.

I medici eseguono anche analisi di sangue, liquido spinale, urine, saliva o tessuti del neonato per stabilire quale organismo stia causando l’infezione. Può essere analizzata anche la madre.

Trattamento

  • Antibiotici o farmaci antivirali

Le infezioni vengono trattate in base all’organismo che le causa.

Le infezioni batteriche possono essere trattate con antibiotici.

Alcune infezioni virali possono essere trattate con farmaci antivirali.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE