Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Vaccino anti-pneumococco

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima revisione/verifica completa ott 2020| Ultima modifica dei contenuti ott 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il vaccino anti-pneumococco favorisce la protezione dalle infezioni batteriche provocate da Streptococcus pneumoniae (pneumococco). Le infezioni da pneumococco Infezioni da pneumococco Le infezioni da pneumococco sono causate dai batteri Gram-positivi di forma sferica (cocchi; vedere la figura Che forma hanno i batteri) della specie Streptococcus pneumoniae (pneumococchi)... maggiori informazioni includono infezioni dell’orecchio Otite media (acuta) L’otite media acuta è un’infezione batterica o virale dell’orecchio medio. L’otite media acuta si verifica spesso in persone con raffreddore o allergie. L’orecchio infetto duole. Per formulare... maggiori informazioni Otite media (acuta) , sinusite Sinusite La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali, principalmente causata da un’allergia o un’infezione virale o batterica. Alcuni dei sintomi più comuni di sinusite sono dolore, dolorabilità... maggiori informazioni , polmonite Panoramica sulla polmonite La polmonite è un’infezione delle piccole cavità polmonari (alveoli) e dei tessuti circostanti. figura tra le cause più comuni di morte nel mondo. Spesso, la polmonite è l’ultima patologia che... maggiori informazioni Panoramica sulla polmonite , infezioni del sangue Batteriemia La batteriemia consiste nella presenza di batteri nel flusso sanguigno. La batteriemia può essere causata da attività ordinarie (come lavarsi i denti con troppa energia), da procedure odontoiatriche... maggiori informazioni e meningite Meningite batterica acuta La meningite batterica acuta è un’infiammazione, che si sviluppa rapidamente, degli strati di tessuto che rivestono il cervello e il midollo spinale (meningi) e dello spazio pieno di liquido... maggiori informazioni .

Per ulteriori informazioni, consultare l’informativa Pneumococcal Conjugate (PCV13) vaccine information statement e l’informativa Pneumococcal Polysaccharide vaccine information statement dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Esistono oltre 90 tipi diversi di pneumococco. I vaccini sono diretti contro molti dei tipi che hanno maggiori probabilità di causare una malattia grave. Sono disponibili due tipi di vaccino anti-pneumococco:

  • Il vaccino coniugato (PCV13) protegge da 13 tipi di pneumococchi.

  • Il vaccino polisaccaridico (PPSV23) protegge da 23 tipi di pneumococchi.

Somministrazione del vaccino anti-pneumococco

Il vaccino PCV13 viene iniettato per via intramuscolare. Il numero di dosi dipende dall’età del soggetto. Ordinariamente, è consigliato per:

Il vaccino PCV13 è consigliato anche ai soggetti di età compresa fra 6 e 64 anni ad alto rischio di contrarre infezioni da pneumococco. Tali soggetti includono:

Il vaccino PPSV23 viene iniettato per via sottocutanea o intramuscolare. Ordinariamente, è consigliato per:

  • Tutti i soggetti di età pari o superiore a 65 anni

Qualora soggetti di età pari o superiore a 65 anni abbiano ricevuto il vaccino PPSV23 prima dei 65 anni, viene somministrata una seconda dose, almeno 5 anni dopo la prima. Per esempio, se si è ricevuta la prima dose all’età di 64 anni, la seconda dose sarà somministrata all’età di 69 anni o successivamente.

Il vaccino PPSV23 è consigliato anche ai soggetti di età compresa fra 2 e 64 anni ad alto rischio di contrarre infezioni da pneumococco. Questi soggetti sono:

Il vaccino PPSV23 è efficace nella prevenzione di alcune gravi complicanze della polmonite da pneumococco (come infezioni del sangue), ma la sua efficacia è minore nei soggetti anziani debilitati. Alle persone che ricevono la vaccinazione anti-pneumococco per la prima volta all’età di 65 anni, viene somministrato inizialmente il vaccino PCV13 e in seguito, un anno dopo, il vaccino PPSV23.

In presenza di una malattia temporanea, i medici solitamente rimandano la somministrazione del vaccino fino alla sua risoluzione (vedere anche CDC: Who Should NOT Get Vaccinated With These Vaccines? [Chi NON deve essere vaccinato con questi vaccini?]).

Effetti collaterali del vaccino anti-pneumococco

Occasionalmente, la sede dell’iniezione diviene dolente e arrossata. Altri effetti collaterali includono febbre, irritabilità, sonnolenza, perdita dell’appetito e vomito.

Ulteriori informazioni sul vaccino anti-pneumococco

Le seguenti sono alcune risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di tali risorse.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Amebiasi
Quando si manifestano, i sintomi dell’amebiasi possono includere ciascuno dei seguenti, ECCETTO:

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE