honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Sintomi delle patologie ematiche

Di

David J. Kuter

, MD, DPhil, Harvard Medical School

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Le malattie del sangue possono causare svariati sintomi in quasi tutte le aree dell’organismo. Generalmente i sintomi sono causati da una diminuzione dei componenti ematici.

A volte, i sintomi possono essere correlati ad aumenti dei componenti ematici.

  • Un aumento dei globuli rossi può provocare un ispessimento del sangue (un aumento della viscosità del sangue) e quindi causare cefalea e un colorito rosso (pletora).

  • Anche un aumento delle proteine del sistema immunitario può causare un ispessimento del sangue (aumento della viscosità del sangue).

  • Un aumento delle piastrine o dei fattori della coagulazione del sangue può causare una coagulazione eccessiva inappropriata (trombosi).

Alcune malattie del sangue provocano un ispessimento del sangue del paziente a causa dell’aumento della quantità di proteine del sistema immunitario, di globuli rossi o di piastrine. Il sangue più denso (più viscoso) potrebbe avere difficoltà a scorrere nei vasi sanguigni di piccolo calibro, determinando una diminuzione del flusso ematico verso alcune aree dell’organismo, una condizione grave che prende il nome di sindrome da iperviscosità. I soggetti colpiti possono manifestare sintomi quali respiro affannoso, cefalea, vertigini e stato confusionale. La sindrome da iperviscosità può manifestarsi in soggetti affetti da mieloma multiplo, a causa di un aumento delle proteine del sistema immunitario.

Spesso le malattie del sangue causano sintomi che possono manifestarsi anche in altre malattie. La debolezza e il respiro affannoso causati dall’anemia, per esempio, possono essere dovuti ad altre malattie che compromettono il trasporto dell’ossigeno nell’organismo, come le malattie cardiache o polmonari. D’altro canto la facilità alla formazione di lividi, un sintomo che indica la presenza di una malattia del sangue, può essere causata da condizioni diverse da una malattia del sangue, in particolare da malattie dei vasi sanguigni o dall’uso di vari farmaci come ad esempio l’aspirina.

Malattie diverse da quelle del sangue possono causare sanguinamenti, per esempio traumi, interventi chirurgici, mestruazioni o il parto, e la dentizione nei bambini. Il sangue nelle urine o nelle feci solitamente è causato da un’anomalia delle vie urinarie o del tratto gastrointestinale, piuttosto che da una malattia del sangue. Tuttavia, le malattie del sangue possono peggiorare eventuali sanguinamenti. I soggetti con malattie del sangue possono presentare sanguinamento eccessivo in seguito a procedure odontoiatriche oppure avere mestruazioni molto abbondanti.

Alcuni sintomi sono maggiormente indicativi della presenza di una malattia del sangue. Alcuni esempi sono:

  • Trombo (flebite), generalmente in una gamba (che molto spesso causa gonfiore, arrossamento e/o sensazione di calore nella gamba o respiro affannoso)

  • Petecchie (un’eruzione cutanea con presenza di piccoli puntini rossi causata dalla marcata riduzione nel numero di piastrine)

  • Vesciche piene di sangue in bocca (causate dalla marcata riduzione nel numero di piastrine o da problemi di coagulazione)

  • Ingrossamento dei linfonodi causato da tumori dei globuli bianchi (come leucemie o linfomi)

  • Pallore (cute pallida causata dall’anemia)

  • Il picacismo (ingestione di ghiaccio, terra o argilla) suggerisce la presenza di un’anemia da carenza di ferro

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE