Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Deformità, distrofie e depigmentazione delle unghie

Di

Chris G. Adigun

, MD, Dermatology & Laser Center of Chapel Hill

Ultima revisione/verifica completa dic 2019| Ultima modifica dei contenuti dic 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I termini deformità e distrofia vengono spesso utilizzati in modo intercambiabile, talvolta persino dai medici; tuttavia, il loro significato è leggermente diverso.

  • Deformità: variazione nella forma delle unghie

  • Distrofia: variazione nella struttura o nel colore delle unghie, o in entrambi

I medici usano il termine distrofia più comunemente rispetto al termine deformità. (Vedere anche Panoramica sui disturbi delle unghie).

Circa il 50% delle distrofie ungueali è causato da un’infezione micotica (onicomicosi). Le altre istanze di distrofia sono dovute a varie cause, tra cui le lesioni ungueali, le deformità ungueali congenite, la psoriasi, il lichen planus e, in rari casi, i tumori (sia di natura maligna che benigna). I farmaci, le infezioni e le malattie possono provocare lo scolorimento delle unghie (cromonichia). Ad esempio, le infezioni batteriche da Pseudomonas possono causare una discromia di colore verdastro ( Sindrome delle unghie verdi).

I medici sono spesso in grado di diagnosticare una distrofia ungueale di origine micotica esaminando le unghie. Tuttavia, per confermare la diagnosi, potrebbe essere necessario prelevare campioni del micete mediante raschiamento ed eseguire una coltura (il processo di crescita degli organismi in laboratorio) oppure effettuare un’analisi di reazione a catena della polimerasi (Polymerase Chain Reaction, PCR) per ricercare il materiale genetico micotico.

Per diagnosticare le distrofie ungueali che non sono dovute a miceti, può venire eseguita una biopsia della lamina (la parte dura dell’unghia) o della matrice (situata alla base dell’unghia, da cui l’unghia cresce) ungueali.

Se l’aspetto dell’unghia non migliora a seguito del trattamento del disturbo di base, ricorrendo alla manicure è possibile nascondere alcune deformità con opportuni ritocchi e smalti.

Deformità ungueali congenite

Alcuni bambini nascono senza unghie (anonichia). Nella sindrome patello-ungueale, le unghie sono assenti oppure piccole con depressioni e solchi. La malattia di Darier causa striature bianche e rosse sulle unghie e incisioni a forma di V sulla punta delle stesse. Nella pachionichia congenita i letti ungueali (le parti dell’unghia che la ancorano al dito) sono ispessiti e scoloriti e sono curvati da una parte all’altra, producendo una deformità ungueale a pinza.

Deformità e distrofie ungueali associate a malattie sistemiche

A volte, le malattie che interessano altri organi (malattie sistemiche) possono causare alterazioni anche nelle unghie, tra cui le seguenti:

  • Il deficit di ferro può conferire alle unghie una forma a cucchiaio (coilonichia). Questa deformità è particolarmente caratteristica della sindrome di Plummer-Vinson.

  • L’insufficienza renale può far sì che la metà inferiore delle unghie diventi di colore bianco e la metà superiore di colore rosa o appaia pigmentata (unghie metà bianche e metà rosa o unghie di Lindsay). Questa forma di distrofia può manifestarsi anche in soggetti sani.

  • La cirrosipuò determinare una colorazione bianca delle unghie, anche se all’estremità del bordo possono rimanere più rosate. Unghie intensamente bianche, chiamate anche unghie di Terry, possono essere presenti non solo nei soggetti con cirrosi, ma anche in quelli con insufficienza cardiaca cronica o diabete. Le unghie di Terry possono talvolta manifestarsi nell’ambito del normale invecchiamento. Bassi livelli ematici della proteina chiamata albumina (il cui riscontro è possibile nelle persone affette da cirrosi) possono causare la formazione di linee bianche orizzontali sulle unghie.

  • Alcune malattie dei polmoni, spesso accompagnate da linfedema (un accumulo di liquido linfatico nei tessuti), possono causare la sindrome dell’unghia gialla, che rende le unghie spesse, eccessivamente curve e di colore giallo o giallo-verde.

  • Le linee di Beau sono solchi orizzontali nell’unghia che si presentano quando vi è un rallentamento temporaneo della crescita dell’unghia; A volte, i solchi possono interessare tutta l’unghia, conducendo all’intera perdita dell’unghia. possono manifestarsi in seguito a un’infezione, una lesione o una malattia sistemica o alla chemioterapia.

  • In seguito a un trauma, possono apparire linee bianche orizzontali che attraversano una parte dell’unghia (leuconichia). Tuttavia, linee che attraversano orizzontalmente l’intera unghia (linee di Mees) possono essere associate a problemi di salute più gravi, tra cui il cancro o l’insufficienza cardiaca, alla chemioterapia oppure all’esposizione ad alcune sostanze tossiche, quali l’arsenico, il tallio o altri metalli pesanti. Le unghie possono riprendere a crescere normalmente se l’esposizione a tali tossine o alla chemioterapia viene interrotta.

Esempi di deformità e distrofie ungueali associate a malattie sistemiche

Deformità e distrofie associate a malattie cutanee

A volte, anche le malattie della pelle possono influire sull’unità ungueale e possono cambiare l’aspetto delle unghie. Alcuni farmaci, prescritti per il trattamento delle malattie della pelle, possono cambiare la lamina ungueale. Ad esempio, i retinoidi, come l’isotretinoina e l’etretinato possono rendere le unghie secche e fragili.

  • Nelle persone affette da psoriasi, le unghie potrebbero presentare fessure irregolari (piccole depressioni sulla superficie dell’unghia), macchie d’olio (macchie di colore giallo-marrone sotto l’unghia), separazione della lamina ungueale dal proprio letto (onicolisi) e ispessimento e sbriciolamento della lamina ungueale.

  • Il lichen planus della matrice ungueale causa fenomeni di cicatrizzazione, che inizialmente determinano solchi e scissioni nell’unghia e successivamente cicatrici e formazione di pterigio. Lo pterigio dell’unghia, causato dal lichen planus, consiste in una cicatrizzazione che si estende dalla base verso l’esterno in una formazione a V che conduce alla perdita dell’unghia.

  • Le persone affette da alopecia areata, un disturbo che provoca la perdita improvvisa di chiazze di capelli rotonde e irregolari, possono presentare fossette nelle unghie che seguono uno schema geometrico.

  • Le persone affette da alopecia areata, lichen planus, dermatite atopica o psoriasi possono sviluppare trachionichia (unghie ruvide e opache che presentano creste e le sembianze di carta vetrata ruvida). La trachionichia si presenta più frequentemente nei bambini.

Esempi di deformità e distrofie ungueali associate a malattie cutanee

Effetti dei farmaci sulle unghie

I farmaci possono causare altri problemi ungueali, quali la melanonichia striata (linee pigmentate marroni o nere) e l’onicolisi. Vari farmaci causano lo scolorimento dell’unghia, che generalmente migliora quando il farmaco non viene più assunto e l’unghia ricresce.

  • I farmaci chemioterapici possono causare un imbrunimento (iperpigmentazione) della lamina ungueale. Nei pazienti in trattamento con certi farmaci chemioterapici possono anche comparire strisce orizzontali pigmentate o bianche.

  • La clorochina, un farmaco usato per il trattamento delle infezioni parassitarie e di certi tipi di malattie autoimmuni, può far sì che il letto ungueale assuma un colore blu-nero.

  • L’argento, che può essere assorbito a seguito dell’esposizione occupazionale o dell’assunzione di integratori alimentari contenenti proteina di argento colloidale, può far sì che le unghie assumano un colore azzurro scuro-grigio.

  • I farmaci che contengono oro, raramente usati per il trattamento dell’artrite reumatoide, possono conferire alle unghie una colorazione marrone chiaro o scuro.

  • Le tetracicline, il ketoconazolo, i sulfamidici, il fenindione e le fenotiazine possono provocare una discromia di colore blu o marrone.

  • La zidovudina (o azidotimidina, AZT), un farmaco usato per il trattamento delle infezioni da HIV, può causare la comparsa di striature longitudinali marroni-nere. Tuttavia, queste striature possono anche essere presenti nelle persone affette da AIDS che non ricevono l’AZT.

  • L’avvelenamento da arsenico può provocare la formazione di linee bianche orizzontali sulle unghie o portare le unghie ad assumere un colore marrone.

Distrofia ungueale mediana

Nella distrofia ungueale mediana, piccole fissurazioni si estendono dal centro ai lati dell’unghia, facendole infine assumere un aspetto simile a quello dei rami di un albero sempreverde (come un albero di Natale). In alcuni casi, la causa della distrofia ungueale mediana è sconosciuta, tuttavia si ritiene che vi contribuiscano i traumi ripetuti, tra cui l’uso frequente di tastiere di computer e dispositivi simili. La persona deve cessare di sottoporre le unghie a traumi ripetuti. È stato dimostrato che il trattamento con pomate a base di tacrolimus in alcuni casi è utile.

Melanonichia striata

La melanonichia striata è caratterizzata da linee di colore grigio, marrone o nero nella lamina ungueale causate dal normale pigmento bruno cutaneo, la melanina. Le linee si estendono dalla base dell’unghia alla punta. Negli individui con pelle scura, queste linee potrebbero essere normali e non richiedere alcun trattamento. Altre cause non cancerose di melanonichia striata includono i nei, l’infezione da HIV, l’ipertiroidismo, l’uso di certi farmaci, la gravidanza, le lesioni ungueali, il morbo di Addison e la sindrome di Cushing.

Tuttavia, linee scure o alterazioni della pigmentazione simili in un’unghia o intorno ad essa possono costituire un segno iniziale di cancro, in particolare di melanoma, che può svilupparsi dalle cellule pigmentarie presenti nel tessuto che produce le unghie (matrice ungueale). Qualora vi sia il dubbio che un’alterazione della pigmentazione possa essere di origine cancerosa, i medici solitamente eseguono una biopsia della matrice ungueale.

Onicogrifosi

L’onicogrifosi è una distrofia in cui l’unghia, soprattutto quella dell’alluce, si ispessisce e assume un aspetto estremamente curvo, a forma di gancio (unghia a corno di montone). L’unghia curvata a forma di gancio potrebbe ledere il dito del piede adiacente, ciò è dovuto al fatto che un lato dell’unghia cresce più rapidamente dell’altro. Questo disturbo coinvolge un danno del letto ungueale, che è spesso causato da traumi ripetuti (come nel caso di calzature poco comode) ma può anche essere dovuto a disturbi come la psoriasi. L’onicogrifosi è comune nelle persone anziane. Le unghie devono essere tagliate e si può prevenire il danno alle dita adiacenti ponendo dei batuffoli di lana d’agnello tra le dita. Bisogna evitare calzature o calze che affastellino le dita.

Onicolisi

L’onicolisi consiste nella parziale separazione della lamina ungueale dal letto ungueale o nella perdita completa della lamina ungueale. Può essere causata da

  • Una lesione (ad esempio fare trekking o sciare per un tempo prolungato con calzature non adeguate)

  • Eccesso di zelo nella pulizia delle unghie

  • Frequente esposizione all’acqua, agli agrumi e ad alcune sostanze chimiche (come i detergenti)

  • Trattamento con doxorubicina, captopril, practololo, 5-fluorouracile e retinoidi

Inoltre, dopo che le unghie sono state esposte alla luce solare, altri farmaci, come la doxiciclina, gli psoraleni e i fluorochinoloni, possono causare onicolisi (fotoonicolisi).

Le persone affette da onicolisi sono a rischio di infezione da lieviti e da funghi. Può essere di aiuto mantenere le unghie asciutte e applicare preparati antimicotici all’unità ungueale.

Onicotillomania

Le persone affette da questo disturbo si stuzzicano e strappano le unghie. La manifestazione più comune è la deformità dovuta a tic, che si presenta quando l’individuo stuzzica o strofina frequentemente la cuticola centrale (la cute alla base dell’unghia) con un dito adiacente. Questa si osserva più frequentemente sul pollice e causa un aspetto corrugato del centro della lamina ungueale. L’onicotillomania può anche causare sanguinamento sotto le unghie (emorragia subungueale), infezione nell’unità ungueale e perfino perdita completa della lamina ungueale.

Unghie a pinza

Nelle unghie a pinza, le unghie sono incurvate orizzontalmente (da lato a lato) in modo eccessivo. Ciò è spesso dovuto a un’infezione micotica (onicomycosi), alla psoriasi, ai tumori ungueali e a calzature di misura inadatta. La deformità può inoltre manifestarsi in persone affette da lupus, malattia di Kawasaki, nefropatia terminale (malattia renale cronica grave) e alcune sindromi genetiche (ad esempio, la pachionichia congenita). A volte si sviluppa negli anziani e nelle persone che soffrono di artrite alle dita. Spesso è presente dolore nei punti in cui la lamina ungueale si curva e penetra nella punta delle dita.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cancro della cute
Video
Cancro della cute
La cute è l’organo più esteso del corpo. Svolge numerose funzioni importanti, tra cui proteggere...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE