Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Tetracicline

Di

Brian J. Werth

, PharmD, University of Washington School of Pharmacy

Ultima modifica dei contenuti ago 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Le tetracicline (vedi tabella Tetracicline) sono antibiotici batteriostatici che si legano alla subunità 30S ribosomiale, inibendo così la sintesi proteica dei batteri.

Tabella
icon

Tetracicline

Doxiciclina

Minociclina

Tetraciclina

Farmacocinetica

Dopo uso orale viene assorbito circa il 60-80% delle tetracicline e 90% della doxiciclina e della minociclina. Tuttavia, l'assorbimento è diminuito dai cationi metallici (p. es., alluminio, Ca, Mg, ferro); le tetracicline pertanto non possono essere assunte insieme a preparazioni che contengano tali sostanze (p. es., antiacidi, molti supplementi vitaminici e minerali). Il cibo riduce l'assorbimento della tetraciclina ma non della doxiciclina o della minociclina.

Le tetracicline penetrano nella maggior parte dei tessuti e dei liquidi corporei. Tutte vengono concentrate nelle vie biliari non ostruite. Tuttavia, i valori nel liquido cerebrospinale non raggiungono livelli terapeutici affidabili. La minociclina è l'unica tetraciclina che raggiunge alte concentrazioni in lacrime e saliva.

Le tetracicline e la minociclina vengono eliminate soprattutto con le urine. La doxiciclina è escreta principalmente nel tratto intestinale.

Indicazioni

Le tetracicline sono attive nelle infezioni da:

Circa il 5-10% dei ceppi di pneumococco e molti streptococchi beta-emolitici di gruppo A, molti bacilli uropatogeni Gram-negativi e i gonococchi produttori di penicillinasi sono resistenti.

Le tetracicline sono intercambiabili per la maggior parte delle indicazioni, nonostante la minociclina sia stata la più studiata nelle infezioni da S. aureus meticillino-resistente.

La doxiciclina è da preferire generalmente nei seguenti casi in quanto è tollerata meglio e può essere somministrato 2 volte/die:

A causa della sua alta concentrazione in lacrime e saliva, la minociclina è l'unica tetraciclina che può eradicare i meningococchi nei portatori ed è un'alternativa alla rifampicina per questa indicazione.

Controindicazioni

Le tetracicline sono controindicate in

  • Pazienti che hanno avuto una reazione allergica a essi

  • Pazienti con insufficienza renale (ad eccezione della doxiciclina, che non necessita di aggiustamento del dosaggio per l'insufficienza renale)

  • Bambini < 8 anni (eccetto che in alcuni casi per l'antrace inalatoria o per altre malattie gravi per cui il beneficio supera il rischio potenziale di macchie nei denti)

Uso in gravidanza e allattamento

Le tetracicline attraversano la placenta, entrano nella circolazione fetale, si accumulano nelle ossa fetali, e, se usate durante il 2o o 3o trimestre, possono causare anomalie di colorazione permanenti dei denti del feto.

Si può verificare epatotossicità nelle donne in gravidanza, in particolare dopo somministrazione EV e in quelli con iperazotemia o pielonefrite. L'assunzione di dosi elevate in gravidanza può portare alla degenerazione grassa del fegato, che può essere fatale.

Le tetracicline passano nel latte materno, ma solitamente in piccole quantità (in particolare la tetraciclina). Uso durante l'allattamento al seno è generalmente sconsigliato.

Effetti avversi

Gli effetti avversi delle tetracicline comprendono

Tutte le tetracicline orali causano nausea, vomito e diarrea e possono causare colite da C. difficile (colite pseudomembranosa) e sovrainfezioni da candida. Se non deglutite con acqua, le tetracicline possono provocare erosioni esofagee.

La fotosensibilità causata dalle tetracicline può manifestarsi come un'ustione solare accentuata.

Gli effetti ossei e dentali comprendono colorazione dei denti, ipoplasia dello smalto dentale e anormale crescita ossea nei bambini di età < 8 anni e nel feto. Nei neonati le tetracicline possono causare ipertensione endocranica idiopatica e protrusione delle fontanelle.

Eccessivi livelli ematici, legati ad alte dosi o a insufficienza renale, possono condurre a un quadro fatale di degenerazione grassa acuta del fegato, specie durante la gravidanza.

La minociclina in genere causa disturbi vestibolari, limitandone l'utilizzo. L'uso di minociclina è stato associato allo sviluppo di malattie autoimmuni come il lupus eritematoso sistemico e la poliarterite nodosa, che possono essere reversibili. La minociclina può causare anche reazioni da farmaco con eosinofilia e sintomi sistemici (eosinophilia and systemic symptoms, DRESS), che è caratterizzata da febbre, eruzioni cutanee, linfoadenopatia, epatite, linfocitosi atipica, eosinofilia, e trombocitopenia.

La tetraciclina può aggravare l'iperazotemia nei pazienti con insufficienza renale.

Le pillole di tetracicline scadute possono degenerare e, se ingerite, provocare la sindrome di Fanconi. I pazienti devono essere istruiti a buttare i farmaci scaduti.

Considerazioni sul dosaggio

La doxiciclina viene escreta principalmente nel tratto intestinale e non richiede una riduzione della dose in caso di insufficienza renale.

Le tetracicline possono ridurre l'efficacia dei contraccettivi orali e potenziare gli effetti degli anticoagulanti orali.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE