Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Evento breve, risolto, inspiegato (BRUE) e ALTE

Di

Christopher P. Raab

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa ott 2019| Ultima modifica dei contenuti ott 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Un evento breve, risolto, inspiegato (Brief, Resolved, Unexplained Event, BRUE) e un evento apparentemente rischioso per la vita (Apparent Life-Threatening Event, ALTE) sono disturbi aspecifici che si riferiscono all’improvvisa comparsa di determinati sintomi allarmanti, quali periodi di assenza di respirazione (apnea), alterazioni del colorito o del tono muscolare, tosse e soffocamento, in bambini d’età inferiore a 1 anno.

  • Un evento viene classificato come BRUE se la causa non viene individuata dopo l’esecuzione di una rigorosa anamnesi e dell’esame obiettivo e a volte di esami.

  • Le cause note, se identificate, comprendono problemi digerenti, del sistema nervoso, respiratori, infettivi, cardiaci, metabolici e traumatici.

  • La diagnosi si basa su una discussione con le persone che si occupano del bambino, un esame obiettivo e i risultati di alcuni esami di laboratorio.

  • La prognosi dipende dall’eventuale causa identificata dell’evento.

  • Il trattamento è mirato alle cause specifiche quando possono essere identificate.

La terminologia è cambiata di recente. In passato i medici utilizzavano il termine “ALTE" (evento apparentemente rischioso per la vita) per classificare tutti gli eventi nei quali i lattanti improvvisamente sviluppavano sintomi allarmanti, indipendentemente dall’identificazione, alla fine, di una causa sottostante. Ora, in assenza di una causa sottostante, i medici definiscono l’evento come BRUE (evento breve, risolto, inspiegato). Alcuni medici usano ancora il termine "ALTE" inizialmente mentre stanno cercando una possibile causa e, successivamente, se viene trovata una causa.

Anche se possono sembrare associati alla sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS), non esiste una chiara correlazione tra BRUE o ALTE e SIDS.

Cause

In più della metà dei casi non è possibile stabilire una causa per i sintomi allarmanti. Questi casi sono definiti BRUE.

Seesistono, le cause più comuni includono

Le cause meno comuni includono

  • Disturbi cardiaci

  • Disturbi metabolici

  • Restringimento o completa ostruzione delle vie respiratorie (apnea ostruttiva)

  • Altri disturbi (come disturbi correlati a farmaci, abuso sessuale o una reazione anafilattica)

Sintomi

Un BRUE (o ALTE) è di solito caratterizzato da un’alterazione imprevista e improvvisa della frequenza respiratoria del neonato, che allarma il genitore o chi si occupa del bambino. Le caratteristiche di un evento includono, tra le altre, le seguenti:

  • apnea per almeno 20 secondi

  • alterazione del colorito, di solito bluastro o pallido ma talvolta rosso

  • alterazione, principalmente riduzione, del tono muscolare

  • soffocamento o conati di vomito

Diagnosi

  • Valutazione medica

  • Altri esami basati sui risultati della valutazione

Quando si verifica un BRUE, il medico pone varie domande chiave:

  • Quali segnali sono stati osservati durante l’evento dalla persona che si occupava del bambino (compresi descrizione dei cambiamenti della respirazione, del colorito, del tono muscolare e degli occhi, suoni emessi, durata dell’episodio e sintomi precedenti l’evento)?

  • Quali misure sono state prese (ad esempio, lieve stimolazione, respirazione bocca a bocca o rianimazione cardiopolmonare [RCP])?

  • La madre ha assunto farmaci durante la gravidanza? I membri del nucleo familiare utilizzano attualmente farmaci, tabacco e alcol?

  • Qual era l’età gestazionale del bambino (tempo trascorso in utero dopo la fecondazione dell’ovulo)? Ci sono state complicanze alla nascita? Il neonato è rimasto in ospedale dopo la nascita per trattare apnea?

  • Durante l’allattamento, il bambino tossisce, vomita, soffoca? Il neonato ha avuto problemi di sottopeso?

  • Il bambino ha raggiunto tutte le tappe dello sviluppo per la sua età?

  • Il bambino ha già avuto un BRUE o ha subito un trauma di recente?

  • Si sono verificati casi simili o di morte precoce in famiglia?

Il medico esegue un esame obiettivo per individuare eventuali anomalie evidenti, in particolare del sistema nervoso, come eccessiva rigidità (postura) o flaccidità (scarso tono muscolare), e segni di infezioni, lesioni o sospetto abuso.

In base alla discussione con chi assisteva il bambino e all’esame obiettivo, il medico può disporre di informazioni sufficienti per garantire che il bambino non abbia una malattia grave. Se ha dei dubbi, il medico può eseguire esami di laboratorio (di sangue [compreso il test di funzionalità epatica], feci, urine e liquido spinale), esami di diagnostica per immagini (quali radiografia del torace o tomografia computerizzata [TAC] del cranio), elettrocardiogramma o un insieme di test, a seconda dei risultati dell’esame obiettivo del bambino. Si possono eseguire altri esami per indagare la presenza di eventuale attività convulsiva (come un elettroencefalogramma).

Prognosi

La prognosi dipende dall’eventuale causa identificata. Per esempio, il rischio di decesso o disabilità è maggiore se la causa è un grave disturbo neurologico. Un BRUE o ALTE di per sé non sembra avere alcun effetto a lungo termine sullo sviluppo del bambino.

Sebbene la correlazione tra un BRUE o un ALTE e la SIDS sia poco chiara, i bambini che hanno subito 2 o più eventi sono a rischio più alto di SIDS.

Trattamento

  • Trattamento delle cause identificate

  • Talvolta dispositivi di monitoraggio a casa

La causa, se identificata, viene trattata. I bambini che hanno avuto bisogno di RCP, presentavano anomalie, identificate durante la visita o le analisi preliminari di laboratorio, o con un’anamnesi ritenuta preoccupante dai medici vengono ricoverati per poter essere monitorati e sottoposti a ulteriori esami.

I genitori e le altre persone che si prendono cura del bambino dovrebbero imparare a eseguire una RCP e, in generale, a occuparsi in sicurezza del lattante (ad esempio, farlo dormire supino e non esporlo al fumo di tabacco). Talvolta i medici consigliano di utilizzare dispositivi per il monitoraggio dell’apnea per un periodo di tempo limitato. I monitor che possono registrare la frequenza cardiaca e respiratoria si preferiscono a quelli che emettono semplicemente un allarme. Tali monitor possono aiutare i medici a distinguere i falsi allarmi dagli eventi reali.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Vaccinazioni infantili
Quale dei seguenti è un altro termine per la vaccinazione?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE