Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Perdita improvvisa dell’udito

Di

Lawrence R. Lustig

, MD, Columbia University Medical Center and New York Presbyterian Hospital

Ultima revisione/verifica completa dic 2020| Ultima modifica dei contenuti dic 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

La perdita improvvisa dell’udito è una perdita dell’udito da moderata a grave che si sviluppa in poche ore o che si presenta al risveglio. Tale perdita dell’udito in genere interessa solo un orecchio (a meno che la causa non sia un farmaco). A seconda della causa della sordità improvvisa, i soggetti possono presentare altri sintomi come ronzio nelle orecchie (tinnito Fischio o ronzio nelle orecchie Il fischio nelle orecchie (tinnito) è un rumore che origina nell’orecchio anziché nell’ambiente circostante. Si tratta di un sintomo e non di una malattia specifica. È molto comune; il 10-15%... maggiori informazioni ), capogiri o la falsa sensazione che tutto giri intorno o si muova (vertigini Capogiri e vertigini Capogiri è un termine inappropriato usato frequentemente per descrivere varie sensazioni correlate, quali Mancamento (sensazione di svenimento) Stordimento Disequilibrio (sensazione di perdere... maggiori informazioni ). All’incirca 1 persona su 5.000 fino a 1 persona su 10.000 ogni anno sviluppa perdita improvvisa dell’udito. Per la perdita dell’udito che si sviluppa gradualmente, vedere Perdita dell’udito Perdita dell’udito A livello mondiale, circa mezzo miliardo di persone (circa l’8% della popolazione mondiale) presenta perdita dell’udito. Più del 10% delle persone negli Stati Uniti ha un certo grado di perdita... maggiori informazioni Perdita dell’udito .

Cause della perdita improvvisa dell’udito

Le cause della perdita improvvisa dell’udito ricadono in tre categorie generali:

  • Una causa sconosciuta

  • Un chiaro evento scatenante (come un’infezione cerebrale o un trauma cranico)

  • Una malattia di base

Causa sconosciuta

Evento ovvio

In molti soggetti, la causa della perdita improvvisa dell’udito è ovvia. Tali cause includono

Il trauma cranico (come una frattura dell’osso temporale nel cranio o a volte una grave commozione senza frattura) può danneggiare l’orecchio interno e causare una perdita improvvisa dell’udito.

I gravi cambiamenti della pressione (come quelli che si verificano durante un’immersione o più raramente durante la fase di spinta nel sollevamento pesi) possono causare la formazione di un orifizio (fistola) tra l’orecchio medio e l’orecchio interno. A volte, la fistola è presente dalla nascita e può causare spontaneamente una perdita improvvisa dell’udito o rendere il soggetto più suscettibile alla perdita dell’udito in seguito a trauma cranico o cambiamenti di pressione.

I farmaci ototossici sono farmaci con effetti collaterali deleteri sulle orecchie. Alcuni farmaci possono causare rapidamente perdita dell’udito, a volte in un giorno (specialmente in caso di sovradosaggio). Pochi soggetti sono affetti da una patologia genetica rara che li rende più suscettibili alla perdita dell’udito dovuta alla classe di antibiotici detti aminoglicosidi. Tutti i soggetti che assumono questi antibiotici devono essere sottoposti a esami del sangue mentre assumono il farmaco per individuare livelli tossici che possono causare perdita dell’udito. I soggetti che ricevono farmaci che vengono eliminati attraverso le urine, come gli aminoglicosidi, devono controllare e monitorare anche la loro funzionalità renale per evitare danni renali.

Diverse infezioni causano perdita improvvisa dell’udito durante o immediatamente dopo la fase acuta. Queste infezioni includono la meningite batterica Infezioni da meningococco Le infezioni da meningococco sono causate dal batterioNeisseria meningitidis (un meningococco) e includono la meningite e la sepsi. L’infezione si diffonde tramite il contatto diretto... maggiori informazioni Infezioni da meningococco , la malattia di Lyme Malattia di Lyme La malattia di Lyme è un’infezione trasmessa da zecche dovuta a batteri del genere Borrelia, negli Stati Uniti principalmente quelli della specie Borrelia burgdorferi e talvolta... maggiori informazioni Malattia di Lyme e diverse infezioni virali. Le cause virali più comuni nei Paesi industrializzati sono la parotite Parotite La parotite è un’infezione virale contagiosa che causa una dolorosa dilatazione delle ghiandole salivari. L’infezione può anche colpire i testicoli, il cervello e il pancreas, soprattutto... maggiori informazioni Parotite e l’infezione cerebrale da virus dell’herpes simplex Infezioni da virus herpes simplex (HSV) L’infezione da virus herpes simplex causa episodi ricorrenti di vescicole piccole, dolorose e piene di liquido su pelle, bocca, labbra (ulcere da raffreddore), occhi o genitali. Questa infezione... maggiori informazioni Infezioni da virus herpes simplex (HSV) . Il morbillo Morbillo Il morbillo è un’infezione virale altamente contagiosa che genera vari sintomi e un’eruzione cutanea caratteristica. È causato da un virus. e fra i sintomi vi sono febbre, rinorrea, tosse... maggiori informazioni Morbillo è una causa molto rara poiché la maggior parte dei soggetti è vaccinata.

Malattie di base

Raramente la perdita improvvisa dell’udito può essere il primo sintomo di alcune malattie che in genere hanno altri sintomi iniziali. Tali malattie includono un tumore del nervo uditivo detto neuroma acustico Schwannoma vestibolare Uno schwannoma vestibolare (noto anche come neuroma del nervo acustico) è un tumore non canceroso (benigno) che origina nelle cellule che circondano il nervo vestibolare (cellule di Schwann)... maggiori informazioni Schwannoma vestibolare , la sclerosi multipla Sclerosi multipla (SM) Nella sclerosi multipla vengono danneggiate o distrutte delle chiazze di mielina (la sostanza che ricopre la maggior parte delle fibre nervose) e le fibre nervose sottostanti nel cervello, nei... maggiori informazioni , la sindrome di Ménière Sindrome di Ménière La sindrome di Ménière è un disturbo caratterizzato da attacchi ricorrenti di vertigini invalidanti (una falsa sensazione di movimento o che tutto giri intorno), perdita dell’udito... maggiori informazioni o un piccolo ictus Panoramica sull’ictus Un ictus si manifesta quando un’arteria che irrora il cervello si ostruisce o si rompe, causando la morte di un’area di tessuto cerebrale dovuta alla mancanza di afflusso ematico (infarto cerebrale)... maggiori informazioni dovuto al blocco di una ramificazione dell’arteria che percorre la parte dell’encefalo deputata all’equilibrio (il cervelletto). A volte, la sifilide Sifilide La sifilide è una malattia a trasmissione sessuale causata dal batterio Treponema pallidum. La sintomatologia della sifilide si può manifestare in tre fasi, intervallate da periodi... maggiori informazioni Sifilide si riattiva nei soggetti con infezione da HIV Infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV) L’infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV) è un’infezione virale che distrugge progressivamente alcuni globuli bianchi e può causare la sindrome da immunodeficienza acquisita... maggiori informazioni Infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV) . Questa riattivazione può causare perdita improvvisa dell’udito.

Malattie più rare includono: la sindrome di Cogan Sindrome di Cogan La sindrome di Cogan è una rara malattia autoimmune dell'occhio che può interessare la cornea. Dolore oculare, riduzione della vista, aumento della sensibilità alla luce intensa... maggiori informazioni , nella quale una reazione autoimmune attacca l’orecchio interno (e anche la superficie oculare), determinate malattie che coinvolgono un’infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite Panoramica sulla vasculite I disturbi vasculitici sono causati da un’infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite). La vasculite può essere scatenata da alcune infezioni o farmaci, oppure può manifestarsi per motivi sconosciuti... maggiori informazioni Panoramica sulla vasculite ) e malattie del sangue come la macroglobulinemia di Waldenström Macroglobulinemia La macroglobulinemia è un tumore delle plasmacellule in cui un solo clone di plasmacellule produce quantità eccessive di un tipo di anticorpo di grandi dimensioni (IgM), denominato... maggiori informazioni , l’anemia falciforme Anemia falciforme L’anemia falciforme è una malformazione genetica ereditaria dell’emoglobina (la proteina che trasporta l’ossigeno contenuta nei globuli rossi) caratterizzata dalla presenza di globuli rossi... maggiori informazioni Anemia falciforme e alcune forme di leucemia Panoramica sulle leucemie Le leucemie sono tumori dei globuli bianchi o delle cellule che diventeranno globuli bianchi. I globuli bianchi originano dalle cellule staminali del midollo osseo. Talvolta può succedere che... maggiori informazioni .

Valutazione della perdita improvvisa dell’udito

Le informazioni di seguito possono essere utili per decidere se sia necessario un consulto medico e cosa aspettarsi durante la visita.

Segnali d’allarme

La perdita improvvisa dell’udito è di per sé un segnale d’allarme.

Quando rivolgersi a un medico

Chiunque sia colpito da perdita improvvisa dell’udito deve recarsi immediatamente da un medico poiché alcune cause devono essere trattate rapidamente. Se sono presenti sintomi di disfunzione del sistema nervoso diversi dalla perdita dell’udito, la perdita dell’udito può essere un sintomo di disfunzione nervosa o cerebrale.

Come si comporta il medico

Il medico inizia ponendo al paziente domande sui sintomi e sull’anamnesi. Esegue quindi un esame obiettivo. In base ai risultati dell’esame obiettivo e dell’anamnesi, il medico sarà in grado di individuare la causa della perdita improvvisa dell’udito e di suggerire eventuali esami.

L’esame obiettivo si concentra sull’orecchio e l’udito, nonché su un esame del sistema nervoso.

Tabella
icon

Esami

In genere, i soggetti devono essere sottoposti ad audiogramma (esame dell’udito Esami Esami ). Sempre che non ritenga che il problema sia chiaramente un’infezione acuta o la tossicità da farmaco, in genere il medico esegue una risonanza magnetica per immagini (RMI) con gadolinio o una tomografia computerizzata (TC), specialmente quando la perdita dell’udito è superiore in un orecchio. Altri esami sono basati sulla probabile causa. Per esempio, i soggetti che hanno subito un trauma cranico devono essere sottoposti a RMI. I soggetti a rischio di malattie sessualmente trasmesse devono essere sottoposti a esami del sangue per escludere un’infezione da HIV e la sifilide.

Trattamento della perdita improvvisa dell’udito

Il trattamento è rivolto a eventuali cause note della perdita improvvisa dell’udito. Quando la causa è sconosciuta, la maggior parte dei medici cerca di somministrare corticosteroidi. Inoltre, i medici potrebbero prescrivere farmaci antivirali efficaci contro l’herpes simplex (come valaciclovir o famciclovir), anche se non esistono evidenze positive che convalidino i benefici dei farmaci antivirali.

Quando la causa non è nota, circa la metà dei soggetti recupera completamente l’udito, mentre l’altra metà lo recupera parzialmente. Il miglioramento, se possibile, in genere si ottiene dopo 10-14 giorni. Il recupero da un farmaco ototossico Disturbi dell’orecchio causati dai farmaci Molti farmaci possono danneggiare le orecchie (farmaci ototossici). Alcuni farmaci ototossici includono gli antibiotici streptomicina, tobramicina, gentamicina, neomicina e vancomicina, alcuni... maggiori informazioni varia enormemente in funzione del farmaco e del dosaggio. Con alcuni farmaci (come aspirina e antidiuretici), l’udito ritorna entro 24 ore. Tuttavia, antibiotici e chemioterapici spesso causano una perdita dell’udito permanente se si superano i dosaggi di sicurezza.

Informazioni principali sulla perdita improvvisa dell’udito

  • Il motivo per cui compare la perdita improvvisa dell’udito di solito è sconosciuto.

  • Pochi mostrano una causa ovvia (come un grave trauma cranico infezione, o l’uso di farmaci che possono danneggiare l’udito).

  • In pochissimi soggetti, la perdita improvvisa dell’udito è il primo sintomo di una malattia sottostante.

Ulteriori informazioni

La seguente risorsa in lingua inglese può essere utile. Si noti che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di questa risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE