Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Perdita improvvisa dell’udito

Di

Lawrence R. Lustig

, MD, Columbia University Medical Center and New York Presbyterian Hospital

Ultima revisione/verifica completa mar 2019| Ultima modifica dei contenuti mar 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La perdita improvvisa dell’udito è una perdita dell’udito da moderata a grave che si sviluppa in poche ore o che si presenta al risveglio. Tale perdita dell’udito in genere interessa solo un orecchio (a meno che la causa non sia un farmaco). A seconda della causa della sordità improvvisa, i soggetti possono presentare altri sintomi come ronzio nelle orecchie (tinnito), capogiri o la falsa sensazione che tutto giri intorno o si muova (vertigini). All’incirca 1 persona su 5.000 fino a 1 persona su 10.000 ogni anno sviluppa perdita improvvisa dell’udito. Per la perdita dell’udito che si sviluppa gradualmente, vedere Perdita dell’udito.

Cause

Le cause della perdita improvvisa dell’udito ricadono in tre categorie generali:

  • Una causa sconosciuta

  • Un chiaro evento scatenante (come un’infezione cerebrale o un trauma cranico)

  • Una malattia di base

Causa sconosciuta

La maggior parte delle volte, la causa della perdita improvvisa dell’udito non è nota. Tuttavia, i medici hanno diverse teorie. Le cause possibili includono infezioni virali (specialmente infezioni da virus dell’herpes simplex), un attacco all’orecchio interno o ai suoi nervi da parte del sistema immunitario dell’organismo (reazione autoimmune) e un’ostruzione dei piccoli vasi sanguigni dell’orecchio interno o dei vasi sanguigni dei suoi nervi. A volte soggetti diversi presentano cause diverse.

Evento ovvio

In molti soggetti, la causa della perdita improvvisa dell’udito è ovvia. Tali cause includono

Il trauma cranico (come una frattura dell’osso temporale nel cranio o a volte una grave commozione senza frattura) può danneggiare l’orecchio interno e causare una perdita improvvisa dell’udito.

I gravi cambiamenti della pressione (come quelli che si verificano durante un’immersione o più raramente durante la fase di spinta nel sollevamento pesi) possono causare la formazione di un orifizio (fistola) tra l’orecchio medio e l’orecchio interno. A volte, la fistola è presente dalla nascita e può causare spontaneamente una perdita improvvisa dell’udito o rendere il soggetto più suscettibile alla perdita dell’udito in seguito a trauma cranico o cambiamenti di pressione.

I farmaci ototossici sono farmaci con effetti collaterali deleteri sulle orecchie. Alcuni farmaci possono causare rapidamente perdita dell’udito, a volte in un giorno (specialmente in caso di sovradosaggio). Pochi soggetti sono affetti da una patologia genetica rara che li rende più suscettibili alla perdita dell’udito dovuta alla classe di antibiotici detti aminoglicosidi. Tutti i soggetti che assumono questi antibiotici devono essere sottoposti a esami del sangue mentre assumono il farmaco per individuare livelli tossici che possono causare perdita dell’udito. I soggetti che ricevono farmaci che vengono eliminati attraverso le urine, come gli aminoglicosidi, devono controllare e monitorare anche la loro funzionalità renale per evitare danni renali.

Diverse infezioni causano perdita improvvisa dell’udito durante o immediatamente dopo la fase acuta. Queste infezioni includono la meningite batterica, la malattia di Lyme e diverse infezioni virali. Le cause virali più comuni nei Paesi industrializzati sono la parotite e l’infezione cerebrale da virus dell’herpes simplex. Il morbillo è una causa molto rara poiché la maggior parte dei soggetti è vaccinata.

Malattie di base

Raramente la perdita improvvisa dell’udito può essere il primo sintomo di alcune malattie che in genere hanno altri sintomi iniziali. Tali malattie includono un tumore del nervo uditivo detto neuroma acustico, la sclerosi multipla, la sindrome di Ménière o un piccolo ictus dovuto al blocco di una ramificazione dell’arteria che percorre la parte dell’encefalo deputata all’equilibrio (il cervelletto). A volte, la sifilide si riattiva nei soggetti con infezione da HIV. Questa riattivazione può causare perdita improvvisa dell’udito.

Malattie più rare includono: la sindrome di Cogan, nella quale una reazione autoimmune attacca l’orecchio interno (e anche la superficie oculare), determinate malattie che coinvolgono un’infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite) e malattie del sangue come la macroglobulinemia di Waldenström, l’anemia falciforme e alcune forme di leucemia.

Valutazione

Le seguenti informazioni possono aiutare le persone a decidere se richiedere una valutazione del medico e a capire cosa aspettarsi durante la valutazione.

Segnali d’allarme

La perdita improvvisa dell’udito è di per sé un segnale d’allarme.

Quando rivolgersi a un medico

Chiunque sia colpito da perdita improvvisa dell’udito deve recarsi immediatamente da un medico poiché alcune cause devono essere trattate rapidamente. Se sono presenti sintomi di disfunzione del sistema nervoso diversi dalla perdita dell’udito, la perdita dell’udito può essere un sintomo di disfunzione nervosa o cerebrale.

Come si comporta il medico

Il medico inizia ponendo al paziente domande sui sintomi e sull’anamnesi. Esegue quindi un esame obiettivo. In base ai risultati dell’esame obiettivo e dell’anamnesi, il medico sarà in grado di individuare la causa della perdita improvvisa dell’udito e di suggerire eventuali esami.

Il medico stabilisce se la perdita dell’udito sia unilaterale o bilaterale e se si sia verificato un evento specifico, come un trauma cranico, un infortunio durante un’immersione o una malattia infettiva. Indaga sui sintomi accompagnatori che interessano l’orecchio (come un fischio o secrezioni dalle orecchie), il centro dell’equilibrio (come il disorientamento al buio o le vertigini) e altre parti dell’encefalo e del sistema nervoso (come cefalea, debolezza o un senso del gusto anomalo). Cerca di capire se il soggetto stia assumendo (o abbia assunto recentemente) farmaci ototossici.

L’esame obiettivo si concentra sull’orecchio e l’udito, nonché su un esame del sistema nervoso.

Tabella
icon

Alcune cause e caratteristiche della perdita improvvisa dell’udito

Causa

Caratteristiche comuni*

Test

Non noto

Sordità unilaterale

Nessun altro sintomo

RMI con agente di contrasto (gadolinio)

Cause ovvie

Sordità uni o bilaterale

Nei soggetti con una malattia acuta, grave

Spesso cefalea e confusione

Con malattia di Lyme, sordità preceduta da una tipica eruzione cutanea e sintomi simil-influenzali

Con parotite epidemica, dolore alle guance durante la deglutizione

Se non sono già stati svolti, esami del sangue e rachicentesi (puntura lombare)

Audiogramma

Sordità, di solito unilaterale

A volte, fuoriuscita di liquido (con sangue, del colore del sangue o trasparente) dall’orecchio interessato

TC e/o RMI

Variazioni della pressione (come può succedere durante le immersioni subacquee)

Sordità uni o bilaterale

Insorgenza improvvisa durante un’attività causale (per esempio, durante le immersioni o una rapida discesa in aereo) o dopo uno scoppio vicino all’orecchio

A volte, accompagnati da dolore, un suono esplosivo, capogiri o fischio nelle orecchie

Timpanometria (inserimento di un dispositivo nell’orecchio per misurare il livello di trasmissione del suono attraverso l’orecchio)

Verifica dell’equilibrio con elettronistagmografia (una prova usata per registrare i movimenti involontari dell’occhio causati da una condizione nota come nistagmo)

TC o RMI

Farmaci che possono danneggiare l’udito (ototossici), inclusi

  • Aspirina

  • Aminoglicosidi (come gentamicina o tobramicina)

  • Vancomicina

  • Cisplatino

  • Furosemide

  • Acido etacrinico

  • Chinino

Sordità bilaterale

A volte, capogiri e perdita dell’equilibrio

Nei soggetti che hanno recentemente iniziato ad assumere o hanno recentemente assunto un farmaco ototossico

Visita medica

Talvolta, i livelli del farmaco nel sangue

Disturbi improvvisi

Neuroma acustico (un tumore del nervo uditivo)

Sordità unilaterale

Spesso capogiri o la falsa sensazione che tutto giri intorno o si muova (vertigini) e perdita dell’equilibrio

A volte, afflosciamento dei muscoli facciali e/o intorpidimento del viso e anomalie del senso del gusto

RMI con agente di contrasto (gadolinio)

Malattie autoimmuni, come alcune malattie del sangue e patologie che causano vasculite e la sindrome di Cogan

Sordità uni o bilaterale

A volte, dolori articolari o eruzione cutanea

Esami del sangue

Sordità in un solo orecchio in circa tre persone su quattro

A volte capogiri e/o fischi nell’orecchio

RMI con agente di contrasto (gadolinio)

Sordità unilaterale

A volte, debolezza o intorpidimento altalenante in diverse parti del corpo

RMI con agente di contrasto (gadolinio)

Talvolta un prelievo spinale

Ictus (a carico del cervelletto)

Sordità unilaterale

A volte, problemi di equilibrio e coordinazione

RMI con agente di contrasto (gadolinio)

Riattivazione della sifilide in soggetti con infezione da HIV

Sordità uni o bilaterale

A volte, fattori di rischio per le malattie sessualmente trasmesse (come il sesso non protetto, l’avere più partner)

Esami del sangue

A volte, puntura lombare

*Le caratteristiche includono i sintomi e gli esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti. Le caratteristiche possono essere comuni a più cause.

Tutti i soggetti dovrebbero essere sottoposti ad audiogramma.

Raramente, la perdita improvvisa dell’udito è il primo sintomo di una malattia che in genere si manifesta dapprima con altri sintomi. I sintomi tipici di queste malattie potrebbero anche non essere presenti affatto. Tuttavia, alcuni soggetti ignorano i sintomi lievi che potrebbero essere scoperti dal medico durante un esame e un’indagine accurati.

TC = Tomografia computerizzata; RMI = Risonanza magnetica per immagini.

Esami

In genere, i soggetti devono essere sottoposti ad audiogramma (esame dell’udito). Sempre che non ritenga che il problema sia chiaramente un’infezione acuta o la tossicità da farmaco, in genere il medico esegue una risonanza magnetica per immagini (RMI) con gadolinio o una tomografia computerizzata (TC), specialmente quando la perdita dell’udito è superiore in un orecchio. Altri esami sono basati sulla probabile causa. Per esempio, i soggetti che hanno subito un trauma cranico devono essere sottoposti a RMI. I soggetti a rischio di malattie sessualmente trasmesse devono essere sottoposti a esami del sangue per escludere un’infezione da HIV e la sifilide.

Trattamento

Il trattamento è rivolto a eventuali cause note della perdita improvvisa dell’udito. Quando la causa non è nota, molti medici cercano di somministrare corticosteroidi unitamente a farmaci antivirali efficaci contro l’herpes simplex (come valaciclovir o famciclovir), anche se non esistono evidenze positive che convalidino i benefici dei farmaci antivirali.

Quando la causa non è nota, circa la metà dei soggetti recupera completamente l’udito, mentre l’altra metà lo recupera parzialmente. Il miglioramento, se possibile, in genere si ottiene dopo 10-14 giorni. Il recupero da un farmaco ototossico varia enormemente in funzione del farmaco e del dosaggio. Con alcuni farmaci (come aspirina e antidiuretici), l’udito ritorna entro 24 ore. Tuttavia, antibiotici e chemioterapici spesso causano una perdita dell’udito permanente se si superano i dosaggi di sicurezza.

Punti principali

  • Il motivo per cui compare la perdita improvvisa dell’udito di solito è sconosciuto.

  • Pochi mostrano una causa ovvia (come un grave trauma cranico infezione, o l’uso di farmaci che possono danneggiare l’udito).

  • In pochissimi soggetti, la perdita improvvisa dell’udito è il primo sintomo di una malattia sottostante.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Tonsillectomia
Video
Tonsillectomia
Le tonsille sono due masse ghiandolari di tessuto di tipo linfoide localizzate su entrambi...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sinusite
Modello 3D
Sinusite

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE