Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Bronchite acuta

Di

Sanjay Sethi

, MD, University at Buffalo SUNY

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

La bronchite acuta è un’infiammazione della trachea e delle vie aeree che si diramano dalla trachea (bronchi), provocata da un’infezione.

  • La bronchite acuta è generalmente causata da infezioni delle vie respiratorie superiori.

  • La sintomatologia è costituita dalla tosse, che può o meno produrre muco (escreato),

  • su cui si basa principalmente la diagnosi.

  • I trattamenti, come farmaci per ridurre la tosse e antipiretici, mirano ad alleviare i sintomi fino al termine dell’episodio.

  • Gli antibiotici sono raramente necessari.

La bronchite può essere:

  • Acuta

  • Cronica

Di solito, la bronchite acuta dura da pochi giorni a qualche settimana. Una bronchite presente per mesi o anni viene generalmente classificata come bronchite cronica. Quando le persone parlano di “bronchite” solitamente si riferiscono alla bronchite acuta, qui discussa.

I soggetti con bronchite cronica che presentano una riduzione del flusso aereo espiratorio (ostruzione delle vie aeree), sono considerati affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Se i soggetti con BPCO o altre pneumopatie croniche, quali la bronchiectasia o la fibrosi cistica, sviluppano una bronchite acuta, questa viene considerata una riacutizzazione (esacerbazione) della patologia di base piuttosto che una bronchite acuta.

Cause

La bronchite acuta è generalmente causata da infezioni dovute a

  • Virus (più comunemente)

  • Batteri

Cos’è la bronchite?

Nella bronchite alcune aree della parete bronchiale diventano infiammate ed edematose e aumenta la produzione di muco. Di conseguenza, la via per il passaggio dell’aria è ridotta.

Cos’è la bronchite?

La bronchite si manifesta spesso durante l’inverno.

La bronchite virale può essere causata da numerosi virus comuni, tra cui i virus dell’influenza e quelli che causano il raffreddore comune. Anche dopo la risoluzione dell’infezione virale, l’irritazione può continuare a provocare i sintomi per settimane.

I batteri causano meno di 1 caso di bronchite su 20. Tra i batteri che causano la bronchite acuta si annoverano Mycoplasma pneumoniae, Chlamydia pneumoniae e Bordetella pertussis (che causa la pertosse). Una bronchite acuta di origine batterica è più probabile quando molte persone nella stessa area ne sono interessate nello stesso periodo (un’epidemia).

Negli adulti la tosse può essere dovuta a molte cause, non solo alla bronchite acuta. Le cause della tosse nei bambini sono simili a quelle degli adulti.

Sintomi

Le infezioni che causano la bronchite acuta in genere iniziano con i sintomi di un raffreddore comune: naso che cola, mal di gola e affaticamento. Dopo qualche giorno, compare la tosse (generalmente secca all’inizio). Può presentarsi l’espettorazione di piccole quantità di muco acquoso di colore bianco. Il muco spesso si addensa e il suo colore tende al verde o al giallo. Occasionalmente, l’espettorato contiene una piccola quantità di sangue. La variazione del colore e la presenza di sangue non indicano la presenza di un’infezione batterica. Significa soltanto che le cellule associate all’infiammazione si sono spostate nelle vie aeree e conferiscono colore all’espettorato.

Le persone solitamente non hanno febbre alta o brividi, eccetto qualora la causa della bronchite sia un’infezione più grave, come l’influenza.

Sapevate che…

  • La tosse con espettorato giallastro o verdognolo non indica che l’infezione sia causata da batteri.

Dato che la bronchite può determinare un temporaneo restringimento delle vie aeree, si possono sviluppare respiro sibilante e/o affannoso, simili a quelli presenti in un attacco d’asma.

La bronchite acuta in sé non ha complicanze gravi. Tuttavia, alcune infezioni che causano la bronchite, ad esempio l’influenza, possono determinare un’infezione del tessuto polmonare (polmonite), solitamente solo nelle persone anziane o che hanno problemi delle difese immunitarie.

Diagnosi

  • Una valutazione medica

  • A volte radiografia del torace

La diagnosi di bronchite acuta si basa generalmente sulla sintomatologia del paziente. Qualora riscontri una congestione polmonare, o in presenza di febbre elevata o prolungata oppure di respiro affannoso, il medico può eseguire una radiografia del torace per ricercare la polmonite.

Il medico esegue raramente esami per individuare la causa della bronchite acuta e le analisi del sangue non sono utili. Tuttavia, se la tosse persiste per oltre 2 settimane, si esegue una radiografia per assicurarsi che non si sia sviluppata una polmonite o che la tosse non sia causata da una malattia polmonare diversa.

Trattamento

  • Trattamenti per alleviare i sintomi

Per ridurre la febbre e il senso di malessere generale si possono assumere il paracetamolo o l’ibuprofene e si devono consumare molti liquidi.

Gli antibiotici non sono efficaci nelle bronchiti virali. Dal momento che la maggior parte delle bronchiti acute sono di origine virale, i medici prescrivono antibiotici solo quando l’infezione è chiaramente causata da batteri (per esempio, durante un’epidemia). Quando viene usato un antibiotico, i medici in genere somministrano l’azitromicina o la claritromicina.

Sapevate che…

  • Di solito, la bronchite acuta viene trattata meglio senza l’uso di un antibiotico.

Nei bambini, sintomi molto lievi possono essere alleviati da umidificatori a vapore freddo o vaporizzatori. I bambini e gli adulti con respiro sibilante possono trarre beneficio dall’inalazione di broncodilatatori, che aiutano ad aprire le vie aeree e ridurre i sibili.

Per sopprimere una tosse che interferisce con il sonno si possono impiegare farmaci antitussigeni. Tuttavia, il grado di efficacia di questi farmaci non è chiaro. Gli espettoranti sono farmaci da banco che possono contribuire a fluidificare le secrezioni, facilitandone così l’espulsione, ma non è chiaro se tale misura rechi beneficio. Solitamente, l’uso di soppressori della tosse ed espettoranti non è consigliato per i bambini piccoli (vedere anche Tosse nei bambini).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Scambio di ossigeno e anidride carbonica
L’apparato respiratorio permette lo scambio tra due gas: l’ossigeno e l’anidride carbonica. In quale sede dei polmoni avviene questo scambio?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE