Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Micoplasmi

Di

Margaret R. Hammerschlag

, MD, State University of New York Downstate Medical Center

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

I micoplasmi sono batteri che causano infezioni delle vie respiratorie e dell’apparato urogenitale.

I micoplasmi differiscono dagli altri batteri perché sono privi di parete cellulare. Molti antibiotici, come la penicillina, uccidono i batteri indebolendone la parete cellulare e poiché nei micoplasmi questa parete cellulare non è presente, questo tipo di antibiotici non ha alcuna efficacia.

Mycoplasma pneumoniae è una causa frequente di polmonite acquisita in comunità in tutte le fasce di età. Si sono verificate epidemie in scuole, colonie e caserme.

Mycoplasma genitalium può causare infezioni dell’uretra (uretrite) trasmesse per via sessuale e talvolta la malattia infiammatoria pelvica nelle donne.

Sintomi

I sintomi della polmonite dovuta a M. pneumoniae sono generalmente lievi e comprendono febbre leggera, stanchezza, mal di gola e tosse. Questa infezione è talvolta chiamata polmonite “atipica”, termine indicante una forma lieve di polmonite che non richiede il riposo a letto né il ricovero. Alcune persone possono perfino sentirsi in grado di andare a lavorare e partecipare ad altre attività quotidiane. Tuttavia, M. pneumoniae talvolta provoca una polmonite grave che richiede il ricovero.

Molte persone con un’infezione genitale e urinaria da micoplasma, specialmente le donne, non presentano sintomi. Se presenti, i sintomi sono simili a quelli provocati dall’infezione da clamidia e variano in funzione del sesso e della sede dell’infezione:

  • Le donne possono presentare perdite vaginali anomale o una sensazione di bruciore durante la minzione.

  • Gli uomini possono avvertire una sensazione di bruciore durante la minzione e a volte presentare una secrezione dal pene.

Diagnosi

  • Test di amplificazione degli acidi nucleici

I micoplasmi a volte possono essere identificati eseguendo i test di amplificazione degli acidi nucleici (NAAT) sulle secrezioni respiratorie o sui tamponi uretrali o vaginali. I NAAT ricercano il materiale genetico peculiare di un microrganismo, ovvero il DNA o RNA (acidi nucleici). I NAAT sfruttano un processo che aumenta la quantità di DNA o RNA batterico, in modo da poter identificare il microrganismo più facilmente. 

Prevenzione

Come per altre infezioni respiratorie, le misure preventive sono coprirsi la bocca quando si tossisce o si starnutisce e lavarsi spesso le mani con acqua e sapone.

Al fine di ridurre il rischio di infezioni trasmesse per via sessuale, si raccomanda di praticare sesso sicuro.

Non esiste un vaccino per le infezioni da M. pneumoniae.

Trattamento

  • Antibiotici

Le infezioni da micoplasma vengono trattate con antibiotici come azitromicina o doxiciclina oppure, talvolta, con levofloxacina o moxifloxacina.

Ulteriori informazioni

  • Centers for Disease Control and Prevention (CDC): Other STDs

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Infezioni da clamidia e da micoplasma

Metti alla prova la tua conoscenza

Difterite
La difterite è un’infezione contagiosa e talora letale delle vie aeree superiori causata dal batterio Corynebacterium diphtheriae. Quale tra questi è il metodo con cui si diffonde abitualmente la difterite?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE