Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Eruzioni cutanee nei bambini

Di

Deborah M. Consolini

, MD, Sidney Kimmel Medical College of Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa lug 2018| Ultima modifica dei contenuti lug 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Un’eruzione cutanea è un cambiamento anomalo della struttura o del colore della pelle.

  • Tra le cause note delle eruzioni cutanee vanno menzionate irritazione e infezioni batteriche, micotiche o virali.

  • I sintomi includono rossore, squame bianche o gialle, prurito e foruncoli perlacei, ponfi o cisti.

  • Le eruzioni cutanee che richiedono trattamento possono essere aiutate da detergenti delicati, preparati emollienti, antibiotici o corticosteroidi e/o farmaci antistaminici.

Le eruzioni cutanee nei lattanti e nei bambini piccoli non sono solitamente gravi e possono dipendere da varie cause. Sostanze irritanti, farmaci, reazioni allergiche e disturbi che causano infiammazione possono tutti provocare eruzioni cutanee.

Alcune delle cause comuni nei lattanti e nei bambini piccoli sono:

Eritema da pannolino (dermatite da pannolino)

L’eritema da pannolino è un’eruzione cutanea rosso vivo che di solito si sviluppa quando la pelle del neonato viene a contatto con un pannolino sporco di urina, feci o entrambi. L’umidità sulla pelle del bambino provoca irritazione. In genere, le aree cutanee a contatto con il pannolino sono le più colpite.

L’eritema da pannolino può essere provocato da un’infezione da Candida, un fungo che causa in genere eruzioni di colore rosso vivo nelle pliche cutanee, accompagnate da piccole macchie rosse. Raramente, la dermatite da pannolino è di origine batterica.

I bambini allattati al seno tendono a presentare dermatiti da pannolino con minore frequenza, poiché le loro feci contengono meno enzimi e sostanze irritanti.

e solitamente non procura fastidio al bambino. Si può prevenire o ridurre usando pannolini con gel assorbenti, evitando pannolini di plastica che costringono o che mantengono umida la pelle e cambiando di frequente i pannolini sporchi.

Il trattamento principale dell’eritema da pannolino consiste nel cambio frequente del pannolino. La cute del bambino deve essere lavata delicatamente con un sapone delicato e acqua. Spesso l’eruzione cutanea migliora semplicemente con queste misure. L’uso di un emolliente per la pelle e di una pomata che crea una barriera tra pelle e pannolino, ad esempio zinco, vaselina o preparazioni a base di vitamina A e D, possono essere di aiuto. Se il medico diagnostica un’infezione da Candida, può essere necessaria una crema antimicotica. Mentre si può ricorrere alla crema antibiotica se l’eruzione cutanea è causata da batteri.

Crosta lattea ( dermatite seborroica )

La crosta lattea è un’eruzione cutanea caratterizzata da croste squamose di colore rosso-giallastro che interessano il cuoio capelluto del bambino. A volte un’eruzione simile può essere presente nelle pliche cutanee del bambino. La causa non è nota. La crosta lattea non è dannosa e scompare nella maggior parte dei bambini verso i 6 mesi di età.

Può essere trattata con shampoo regolare con solfuro di selenio e massaggiando olio minerale sul cuoio capelluto per contribuire a far staccare le squame prima dello shampoo, che possono essere eliminate con un pettine a denti stretti. Se la crosta lattea non migliora con queste misure, possono essere necessari altri trattamenti, ad esempio creme a base di corticosteroidi.

Dermatite atopica (eczema)

La dermatite atopica è un’eruzione cutanea rossa, a scaglie e pruriginosa. Tende a comparire in modo intermittente sotto forma di macchie e spesso peggiora quando il tempo è freddo e secco. Nei bambini tendono a presentarsi eruzioni con arrossamenti, essudato e croste, su viso, cuoio capelluto, zona coperta dal pannolino, mani, braccia, piedi o gambe. Nei bambini più grandi potrebbero svilupparsi una o alcune macchie, solitamente su mani, braccia, all’interno dei gomiti o dietro le ginocchia.

Sebbene non si conosca la causa, la dermatite atopica ha carattere familiare e in molti casi può essere dovuta a un’allergia. La sua origine può essere simile a quella dell’asma. Nella maggior parte dei bambini la dermatite atopica si risolve con la crescita, ma in altri persiste per tutta la vita. I bambini con episodi gravi possono sviluppare a intermittenza infezioni nelle zone in cui la pelle è graffiata e lacerata.

La terapia comprende l’applicazione di pomate idratanti, saponi delicati, aria umidificata, creme a base di corticosteroidi e farmaci anti-prurito. Evitare i fattori scatenanti delle allergie del bambino può aiutare ad alleviare il problema.

Eruzioni cutanee causate da infezioni virali

Le infezioni virali sono spesso causa di eruzioni cutanee nella prima infanzia. Le eruzioni cutanee causate da roseola infantum ed eritema infettivo (quinta malattia) sono innocue e di solito scompaiono senza trattamento. Le eruzioni cutanee causate da morbillo, rosolia e varicella insorgono con minore frequenza, grazie alla diffusione dei vaccini.

Altre cause di eruzioni cutanee

Le dermatofitosi (chiamate anche tigna o tinea) sono infezioni micotiche della pelle. Nei bambini, le infezioni del cuoio capelluto (tinea capitis) e del corpo (tinea corporis) sono le più frequenti.

La diagnosi e il trattamento delle dermatofitosi sono identiche nei bambini e negli adulti e di solito includono farmaci antimicotici applicati sulla pelle o assunti per via orale. Alcuni bambini sviluppano una reazione infiammatoria all’infezione micotica che provoca i kerion, aree doloranti, infiammate e gonfie del cuoio capelluto. Un kerion può necessitare di ulteriore trattamento.

Si definisce mollusco contagioso la comparsa di un gruppo di foruncoli o papule perlacei, color carne, secondari a virosi cutanee che, in genere, scompaiono senza alcun trattamento. Tuttavia, il virus che provoca questa infezione è contagioso.

I milii sono piccole cisti perlacee presenti sul viso dei neonati. Sono causate dalle prime secrezioni delle ghiandole sudoripare del bambino. Come l’acne neonatale, i milii non richiedono alcun trattamento e scompaiono poche settimane dopo la nascita.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Broncodilatatori
Video
Broncodilatatori
Durante la normale respirazione, l’aria passa attraverso il naso, nella trachea e quindi nelle...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Cifosi
Modello 3D
Cifosi

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE