Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Dermatite seborroica

Di

Mercedes E. Gonzalez

, MD, University of Miami Miller School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa mar 2018| Ultima modifica dei contenuti mar 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La dermatite seborroica è un’infiammazione cronica che induce la formazione di squame gialle e grasse e forfora sul cuoio capelluto, sul viso, lungo l’attaccatura dei capelli, attorno alle orecchie e talvolta su altre aree.

(Vedere anche Panoramica sulla dermatite.)

La causa è sconosciuta, ma il numero di lieviti Malassezia, un organismo normalmente presente sulla cute, potrebbe avere una certa importanza. La dermatite seborroica colpisce più spesso i lattanti, in genere entro i primi 3 mesi di vita, gli adolescenti e gli adulti tra i 30 e i 70 anni di età. Tale malattia è più frequente negli uomini, è ricorrente nelle famiglie e peggiora nella stagione fredda. Lo stress emotivo o fisico sembrano peggiorare la dermatite seborroica. Una forma di dermatite seborroica si riscontra anche nell’85% delle persone affette da AIDS. La dermatite seborroica è anche comune negli individui affetti da malattia di Parkinson.

Sintomi

La dermatite seborroica di solito inizia gradualmente, con desquamazione secca o grassa del cuoio capelluto (forfora), talvolta con prurito ma senza perdita di capelli. Nei casi più gravi, compaiono bozzi in rilievo squamosi giallastri o rossastri lungo l’attaccatura dei capelli, dietro le orecchie, nel dotto auricolare, lungo le sopracciglia, sul dorso del naso, intorno al naso, sul torace, sotto le ascelle e sulla parte superiore della schiena.

Nei bambini di età inferiore a 1 mese, la dermatite seborroica può provocare un’eruzione del cuoio capelluto con croste spesse, gialle (crosta lattea) e talvolta desquamazione gialla dietro le orecchie e foruncoli rossi sul volto. Spesso all’eruzione del cuoio capelluto si associa un’ostinata eruzione nell’area ricoperta dal pannolino.

Nei bambini più grandi e negli adulti compare un’eruzione del cuoio capelluto squamosa, spessa e persistente con grandi squame cutanee.

Diagnosi

  • Localizzazione e aspetto della cute interessata

I medici basano la diagnosi di dermatite seborroica sulla localizzazione e sull’aspetto della cute interessata.

Trattamento

  • Shampoo, creme antimicotiche, creme a base di corticosteroidi e, talvolta, inibitori della calcineurina

Adulti e bambini più grandi

Negli adulti e nei bambini più grandi, il cuoio capelluto viene trattato con uno shampoo contenente zinco piritione, solfuro di selenio, acido salicilico e zolfo o catrame. La persona di solito usa lo shampoo medicato quotidianamente o a giorni alterni finché la dermatite è sotto controllo, e in seguito due volte alla settimana. Spesso, il ketoconazolo in crema (un farmaco antimicotico) è altrettanto efficace. Le croste spesse e le squame, quando presenti, possono essere eliminate applicando durante la notte lozioni a base di corticosteroidi o acido salicilico sotto una cuffia da bagno.

Spesso, è necessario continuare il trattamento per molte settimane. Se la dermatite ricompare dopo l’interruzione del trattamento, questo deve essere ripreso. Sul capo e sulle altre aree interessate vengono applicati anche corticosteroidi topici. Sul viso, devono essere utilizzati solo corticosteroidi leggeri, come l’idrocortisone a concentrazioni comprese tra l’1 e il 2,5%. Anche i corticosteroidi leggeri devono essere utilizzati con prudenza perché l’uso a lungo termine provoca assottigliamento cutaneo e altri problemi. Vengono impiegati anche gli inibitori della calcineurina (pimecrolimus e tacrolimus), soprattutto per la terapia a lungo termine.

Neonati e bambini piccoli

Nei lattanti, il cuoio capelluto deve essere lavato tutti i giorni con uno shampoo delicato per bambini e si può applicare sul cuoio capelluto o sul viso una crema con idrocortisone all’1-2,5% o un olio contenente fluocinolone allo 0,01%. Nei casi gravi possono essere utili le creme a base di antimicotici, quali il chetoconazolo al 2% o l’econazolo all’1%. Nei bambini piccoli che presentano una spessa eruzione squamosa sul cuoio capelluto, si può strofinare delicatamente sulle aree interessate olio minerale, olio d’oliva o un gel a base di corticosteroidi con uno spazzolino morbido, prima di coricarsi.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cancro della cute
Video
Cancro della cute
La cute è l’organo più esteso del corpo. Svolge numerose funzioni importanti, tra cui proteggere...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE