honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Cisti cutanee

(Epidermal Inclusion Cyst [Epidermoid Cyst]; Milia; Pilar Cyst; Trichilemmal Cyst; Wen)

Di

Denise M. Aaron

, MD, Dartmouth-Hitchcock Medical Center

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Le cisti cutanee sono noduli comuni a crescita lenta. Le cisti epidermiche da inclusione sono le cisti cutanee più comuni.

Le cisti epidermiche da inclusione (cisti epidermoidi), spesso definite impropriamente cisti sebacee, sono color carne e hanno dimensioni variabili, fino a 5 cm. Spesso presentano un poro allargato che le sovrasta. Possono svilupparsi ovunque, ma sono più frequenti sulla schiena, sulla testa e sul collo. Tendono ad avere una consistenza solida e a muoversi facilmente all’interno della cute. Contengono una sostanza caseosa dall’odore sgradevole composta da secrezioni cutanee. Non provocano dolore a meno che non si lacerino sotto la pelle e sviluppino infiammazioni o infezioni.

I milii sono minuscole cisti da inclusione epidermica superficiali. Compaiono soprattutto sul viso o sul cuoio capelluto.

Le cisti pilari (cisti trichilemmali o sebacee) possono avere un aspetto identico alle cisti da inclusione epidermica. Circa il 90% delle cisti pilari si presentano sul cuoio capelluto. La tendenza a sviluppare cisti pilari può essere ereditaria.

Le cisti epidermiche possono essere asportate chirurgicamente dopo che un anestetico viene iniettato per addormentare l’area. La parete della cisti deve essere rimossa completamente per evitare recidive. Le cisti che si sono lacerate sotto la pelle devono essere aperte e drenate. Le cisti minuscole che sono fastidiose possono essere incise e drenate.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE