Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Gonfiore palpebrale

Di

Christopher J. Brady

, MD, Wilmer Eye Institute, Retina Division, Johns Hopkins University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa dic 2019| Ultima modifica dei contenuti dic 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Un soggetto può sviluppare edema (gonfiore) in una o entrambe le palpebre. L’edema può essere indolore o accompagnato da prurito o dolore. Il gonfiore palpebrale è diverso dalla protrusione oculare, anche se alcuni disturbi possono causare entrambe le condizioni.

Cause

Il gonfiore delle palpebre ha molte cause (vedere la tabella Alcune cause e caratteristiche dell'edema palpebrale). Di solito deriva da un disturbo palpebrale ma può derivare da disturbi all’interno e intorno alla cavità oculare (orbita) o in un’altra parte del corpo che causano edema diffuso.

Cause comuni

Le cause più comuni di gonfiore palpebrale sono di tipo allergico e comprendono:

L’edema parziale di una palpebra è comune ed è spesso causato da una ghiandola sebacea ostruita (calazio) o dall’infezione batterica di un follicolo pilifero (orzaioloCalazio e orzaiolo).

Cause meno comuni

Le cause meno comuni di gonfiore palpebrale includono

Una ghiandola tiroidea iperattiva può causare bulbi oculari sporgenti ma non provoca edema palpebrale.

Le cause rare ma pericolose di gonfiore palpebrale sono infezione all’interno dell’orbita e intorno e dietro all’occhio (cellulite orbitale) e ostruzione di una vena alla base del cervello a causa di un coagulo di sangue infetto (trombosi del seno cavernoso).

Tabella
icon

Alcune cause e caratteristiche dell’edema palpebrale

Causa

Caratteristiche comuni*

Diagnosi†

Disturbi palpebrali

Reazione allergica che interessa solo gli occhi

Prurito senza dolore

Pallore e gonfiore di una o entrambe le palpebre, talvolta diffusi alla congiuntiva (la membrana che riveste internamente le palpebre e copre la regione anteriore dell’occhio)

Talvolta in soggetti con un episodio precedente, esposti a un allergene, o entrambi

Interessa una o entrambe le palpebre

Visita medica

Blefarite (infiammazione dei margini delle palpebre)

Croste gialle sulle ciglia

Prurito, bruciore, arrossamento, lesioni agli occhi o una combinazione di questi elementi

Talvolta, accompagnata da dermatite seborroica (infiammazione cutanea caratterizzata da desquamazioni grasse sul cuoio capelluto e sul viso)

Di solito interessa entrambe le palpebre

Visita medica

Blefarite causata da virus herpes simplex

Raggruppamenti di vescicole piene di liquido sulla cute arrossata, ferite aperte e dolore significativo

Di solito interessa un solo occhio (può interessare entrambi gli occhi nei bambini)

Visita medica

Calazio (ingrossamento di una ghiandola sebacea che si trova in profondità nella palpebra)

Un’area arrossata e dolente su una sola palpebra

Alla fine si sviluppa un edema tondo, indolore lontano dal bordo della palpebra

Visita medica

Congiuntivite infettiva (congiuntivite batterica acuta contagiosa o infiammazione della congiuntiva causata da batteri o virus) se grave

Arrossamento del bianco degli occhi, secrezioni e talvolta croste sulle ciglia al risveglio

Interessa uno o entrambi gli occhi

Visita medica

Raggruppamenti di vescicole piene di liquido sulla cute arrossata, ferite aperte e dolore significativo

In genere colpisce un solo occhio, con esantema della cute adiacente

Visita medica

Arrossamento e dolore a carico di una palpebra

Alla fine si sviluppa un edema sul margine della palpebra, talvolta con piccole protuberanze piene di pus

Visita medica

Punture d’insetto

Prurito, arrossamento e talvolta una piccola protuberanza

Visita medica

Disturbi dell’orbita e periorbitali

Trombosi del seno cavernoso (ostruzione di una vena alla base del cervello a causa di un coagulo di sangue infetto)‡

Cefalea, protrusione degli occhi, muscoli oculari deboli con visione doppia, palpebra cadente, perdita della vista e febbre

Di solito interessa prima una palpebra e poi l’altra

Sintomi della sinusite (dolore dietro agli occhi o nel viso che peggiora muovendo la testa e secrezioni nasali, talvolta con epistassi) o altre infezioni del viso, come cellulite orbitale o presettale

TC o RMI immediata

Cellulite orbitale (infezione del tessuto all’interno e intorno alla cavità oculare o orbita)‡

Protrusione dell’occhio, occhio arrossato, dolore in profondità nell’occhio

Palpebre gonfie e arrossate

Talvolta visione doppia, incapacità di muovere l’occhio in determinate direzioni, dolore al movimento oculare o perdita della vista

Di solito interessa un solo occhio

Febbre

Talvolta preceduta dai sintomi della sinusite

TC o RMI

Cellulite presettale (periorbitale) (infezione della palpebra e della cute e dei tessuti intorno all’area anteriore dell’occhio)

Edema e arrossamento intorno all’occhio senza protrusione dell’occhio

Talvolta dolore (di solito intorno all’occhio) e febbre

Di solito interessa un solo occhio

Vista e movimento oculare normali

Talvolta preceduta da un’infezione cutanea vicino all’occhio

Talvolta TC o RMI

Disturbi che interessano tutto il corpo§

Reazioni allergiche

Prurito

Talvolta sintomi allergici che interessano altre aree (come orticaria, respiro sibilante o rinorrea)

Talvolta in soggetti con un episodio allergico precedente, esposti a un allergene, che tendono ad avere molte allergie o una combinazione di questi fattori

Di solito interessa entrambi gli occhi

Visita medica

Disturbi che causano edema in tutto il corpo (come malattia renale cronica, insufficienza cardiaca, insufficienza epatica e, nelle donne in gravidanza, preeclampsia)

Edema di entrambe le palpebre e talvolta della fronte

Nessun prurito, dolore, arrossamento o altri sintomi a carico degli occhi

Di solito gonfiore dei piedi

Test per disturbi cardiaci, epatici o renali, a seconda del disturbo sospetto

Ipotiroidismo (ghiandola tiroidea ipoattiva)

Viso gonfio ma senza dolore

Cute secca, squamosa e capelli crespi

Incapacità a tollerare il freddo

Esami del sangue per valutare la funzione tiroidea

La malattia di Graves (iperattività della ghiandola tiroidea causata da un problema immunitario)

Protrusione oculare, visione doppia

Solitamente non dolorosa

Frequenza cardiaca accelerata, ansia, calo ponderale

Esami del sangue per valutare la funzione tiroidea

* Le caratteristiche includono i sintomi e gli esiti della visita medica. Le caratteristiche citate sono tipiche, ma non sempre presenti.

† Sebbene la visita medica venga sempre effettuata, in questa colonna viene menzionato solo se la diagnosi può talvolta essere formulata esclusivamente attraverso la visita medica, senza dover ricorrere ad eventuali esami.

‡ Questi disturbi sono rari.

§ Questi disturbi causano edema in entrambe le palpebre senza arrossamento.

TC = Tomografia computerizzata; RMI = Risonanza magnetica per immagini.

Valutazione

Le informazioni riportate di seguito possono essere utili per decidere se sia necessario un consulto medico e cosa aspettarsi durante la valutazione.

Segnali d’allarme

Nei soggetti con edema palpebrale, determinati sintomi e caratteristiche possono essere fonte di preoccupazione. Tra questi troviamo:

Quando rivolgersi a un medico

Le persone che presentano segnali d’allarme devono consultare immediatamente un medico. In caso di dolore, il soggetto di solito si reca dal medico entro uno o due giorni per iniziare a sentirsi meglio.

Come si comporta il medico

Il medico inizia ponendo al paziente domande sui sintomi e sull'anamnesi. Esegue quindi un esame obiettivo. I risultati dell’anamnesi e dell’esame obiettivo spesso suggeriscono una causa del gonfiore delle palpebre e gli eventuali esami da effettuare (tabella Alcune cause e caratteristiche dell’edema palpebrale).

Il medico chiede

  • Da quanto tempo è presente l’edema

  • Se l’edema interessa la palpebra superiore e/o inferiore in uno o entrambi gli occhi

  • Se si è verificata una lesione (incluse punture di insetto) o un intervento di chirurgia oculare

  • Se sono presenti prurito, dolore, cefalea, alterazioni della vista, febbre o secrezioni oculari

  • Se sono presenti anche sintomi a carico di altre aree del corpo

  • Se il soggetto soffre di disturbi (per esempio, cardiaci, renali o epatici) o assume farmaci (per esempio, inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina) che causano edema o se presenta alterazioni nella sensibilità al caldo o al freddo che potrebbero indicare un disturbo tiroideo

  • Se il soggetto usa farmaci dentro o intorno agli occhi

  • Se ci sono stati cambiamenti dei prodotti commerciali usati sul viso o intorno agli occhi (per esempio, un nuovo trucco, creme per il viso o detergenti o un nuovo detersivo per il bucato)

Durante l’esame obiettivo, il medico cerca segni di disturbi che possono interessare altre parti del corpo, anche se si concentra principalmente sugli occhi. Cerca rinorrea e altri segni di allergie, mal di denti o cefalea, che possono indicare un’infezione dentale o dei seni paranasali, febbre e alterazioni cutanee vicino agli occhi.

Esegue la valutazione di eventuali piaghe nell’occhio o sulla palpebra con una lampada a fessura (uno strumento che consente di esaminare l’occhio con un ingrandimento elevato). Il medico controlla la sede e il colore dell’edema e se la palpebra è dolente alla palpazione o calda, se la vista è compromessa, se i muscoli oculari funzionano normalmente e se sono presenti delle secrezioni.

Esami

Nella maggior parte dei casi, il medico è in grado di stabilire la causa dell’edema palpebrale in base ai sintomi e ai risultati dell’esame obiettivo, senza dover svolgere ulteriori test. Tuttavia, se sospetta una cellulite orbitale o una trombosi del seno cavernoso, il medico svolge immediatamente una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica per immagini (RMI). Se sospetta un disturbo cardiaco, epatico, renale o della tiroide il medico svolge test di laboratorio e talvolta vari test di diagnostica per immagini.

Trattamento

  • Trattamento della causa

Il modo migliore per trattare l’edema palpebrale è occuparsi del disturbo che causa l’edema. Non esiste un trattamento specifico per l’edema.

Punti principali

  • L’edema palpebrale può essere causato da un disturbo dell’occhio o della palpebra oppure di un’altra parte del corpo.

  • I soggetti con insorgenza improvvisa di visione doppia o perdita della vista devono recarsi immediatamente da un medico.

  • I soggetti con febbre o protrusione oculare devono recarsi da un medico nel giro di qualche ora, se possibile.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Impianto oculare
Video
Impianto oculare
Quando la vista è normale, la luce passa attraverso la cornea, la copertura trasparente dell’occhio...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Cheratocono
Modello 3D
Cheratocono

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE