Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sulla contraccezione

Di

Frances E. Casey

, MD, MPH, Virginia Commonwealth University Medical Center

Ultima revisione/verifica completa nov 2018| Ultima modifica dei contenuti nov 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La contraccezione è la prevenzione della fecondazione di un ovulo a opera di uno spermatozoo (concepimento) o dell’adesione dell’ovulo fecondato al rivestimento dell’utero (impianto).

Sapevate che...

  • L’efficacia di talune misure contraccettive, come la pillola o il metodo Ogino-Knaus, dipende in gran parte dal rispetto delle istruzioni.

La contraccezione è un metodo utilizzato per controllare il numero e il momento delle gravidanze (pianificazione familiare). Altri metodi includono la sterilizzazione (utilizzata per evitare permanentemente la gravidanza) e l’aborto (utilizzato per terminare una gravidanza indesiderata, quando la contraccezione non è stata utilizzata o non ha avuto successo).

Esistono numerosi metodi di contraccezione. Nessun metodo è completamente efficace, ma alcuni sono più affidabili di altri. Spesso l’efficacia dipende da quanto ci si attiene alle istruzioni e per alcuni metodi è più facile rispetto ad altri. Pertanto la differenza nell’efficacia fra l’utilizzo tipico (l’utilizzo che ne fa la maggior parte delle persone), spesso incoerente, e l’utilizzo preciso (rispetto pedissequo delle istruzioni) può variare notevolmente da un metodo all’altro. Ad esempio, i contraccettivi orali sono molto efficaci se usati in modo preciso. Tuttavia, molte donne dimenticano di assumere una dose; pertanto, in media, questo metodo si rivela molto meno efficace di quanto lo sarebbe se usato in modo preciso. Al contrario gli impianti anticoncezionali, una volta inseriti, non necessitano di altro (quindi sono usati in modo preciso) fino al momento della sostituzione. Quindi l’uso tipico equivale all’uso preciso (fino al momento della sostituzione). Le persone tendono a seguire meglio le istruzioni man mano che acquisiscono familiarità con il metodo, di conseguenza la differenza fra efficacia dell’uso preciso e quella dell’uso tipico spesso si riduce con il passare del tempo.

Tabella
icon

Quanto è efficace la contraccezione?

Metodo

Percentuale di donne che iniziano una gravidanza nel primo anno di uso perfetto*

Percentuale di donne che iniziano una gravidanza nel primo anno di uso tipico*

Metodi ormonali (con estrogeni e/o un progestinico)

0,05%

Uguale all’uso perfetto

0,3%

9%

0,2%

6%

0,2-0,5%, a seconda del tipo utilizzato

Uguale all’uso perfetto

0,3%

9%

0,3%

9%

Contraccettivi di barriera

8% (più alto tra le donne che hanno partorito)

2% con preservativi maschili

5% con preservativi femminili

18% con preservativi maschili

21% con preservativi femminili

Spugnetta contraccettiva (che rilascia continuamente spermicida)

9% per le donne che non hanno mai partorito

20% per le donne che hanno partorito

12% per le donne che non hanno mai partorito

24% per le donne che hanno partorito

Diaframma con spermicida

6%

12%

Altri metodi

0,6%

Uguale all’uso perfetto

4% o maggiore, a seconda del metodo

24%

Metodo del coito interrotto

4%

22%

*L’85% circa delle donne ha una gravidanza nell’arco di un anno di rapporti sessuali frequenti senza uso di contraccettivi.

Oltre al proprio grado di efficacia, ciascun metodo contraccettivo presenta vantaggi e svantaggi. Ad esempio, i metodi ormonali hanno alcuni effetti collaterali che possono aumentare o diminuire il rischio di sviluppare certe patologie, come il tumore ovarico o uterino. La scelta del metodo dipende dallo stile di vita, dalle preferenze e dal grado di affidabilità richiesto.

Se la contraccezione non ha successo, la contraccezione d’emergenza può aiutare a evitare una gravidanza indesiderata. La contraccezione d’emergenza non deve essere utilizzata come forma abituale di contraccezione.

Tabella
icon

Confronto fra metodi contraccettivi

Metodo

Comodità

Effetti collaterali

Altre considerazioni

Metodi ormonali

Gli impianti necessitano di un intervento ogni tre anni.

Il medico inserisce un bastoncino contenente un progestinico sotto la cute all’interno del braccio.

Mestruazioni irregolari o assenti nel primo anno

Cefalee e aumento ponderale

Le controindicazioni in genere sono meno numerose rispetto ai contraccettivi che contengono estrogeni.

È necessaria un’incisione per rimuovere gli impianti.

Viene somministrata un’iniezione da parte di un medico ogni tre mesi.

Sanguinamento irregolare (cicli mestruali più o meno frequenti), che diventa meno frequente nel tempo

Dopo 2 anni, spesso assenza di ciclo mestruale durante l’uso delle iniezioni

Aumento ponderale, cefalea e riduzione temporanea della densità ossea

Gli IUD a rilascio di levonorgestrel richiedono intervento solo ogni 3 o 5 anni, a seconda del tipo utilizzato.

Devono essere inseriti e rimossi da un medico.

Sanguinamento irregolare e/o assenza del ciclo mestruale

Raramente, perforazione dell’utero

Talvolta il dispositivo può essere espulso.

Di solito è richiesta un’operatività quotidiana.

Con i contraccettivi orali (estrogeni più un progestinico), la donna assume il contraccettivo ogni giorno per tre settimane, seguite da una compressa non attiva ogni giorno per una settimana.

I contraccettivi orali a base di solo progestinico vanno assunti ogni giorno alla stessa ora

ed è necessario consultare periodicamente un medico per rinnovare la prescrizione.

Contraccettivi orali combinati: Sanguinamento irregolare (di solito solo nei primi mesi di utilizzo)

Nausea, distensione gassosa addominale, ritenzione di liquidi, aumento della pressione sanguigna, tensione mammaria, cefalea e aumento ponderale

Maggiore rischio di trombosi

Contraccettivi orali a base di soli progestinici: Effetti collaterali simili a quelli degli impianti contraccettivi

Le donne fumatrici che hanno superato i 35 anni di età non dovrebbero assumere contraccettivi orali.

Anche alcuni disturbi ne impediscono l’utilizzo (vedere Condizioni che impediscono l’uso di contraccettivi orali).

I contraccettivi orali riducono le probabilità di avere crampi mestruali, disturbo disforico premestruale (una forma grave di sindrome premestruale), acne esanguinamento anomalo, oltre che di sviluppare osteoporosi e vari tipi di tumori (come il tumore dell’endometrio e il tumore dell’ovaio).

Si applica un nuovo cerotto ogni settimana per tre settimane, quindi si rimuove e si rimane senza per una settimana.

ed è necessario consultare periodicamente un medico per rinnovare la prescrizione.

Simili a quelli dei contraccettivi orali

Irritazione della pelle nella sede di applicazione

Le controindicazioni sono simili a quelle dei contraccettivi orali.

A seconda di quando la donna inizia a usare il cerotto, può essere necessario un metodo contraccettivo aggiuntivo durante la prima settimana.

La donna inserisce un anello ogni tre settimane, quindi lo rimuove e rimane senza per una settimana. Oppure può lasciarlo per quattro o cinque settimane, quindi sostituirlo con uno nuovo. Ogni volta va inserito un anello nuovo.

ed è necessario consultare periodicamente un medico per rinnovare la prescrizione.

In genere sono simili a quelli dei contraccettivi orali, salvo che il sanguinamento irregolare è meno frequente con l’anello

Le controindicazioni sono simili a quelle dei contraccettivi orali.

A seconda di quando la donna inizia a usare l’anello, può essere necessario l’uso di un metodo contraccettivo aggiuntivo durante la prima settimana.

Gli anelli si possono espellere, ma se vengono reinseriti entro tre ore non sono necessari altri metodo di back-up.

Metodi barriera

Il cappuccio cervicale può essere inserito fino a 40 ore prima del rapporto sessuale. Deve rimanere in sede per almeno sei ore ma non più di 48 ore dopo il rapporto.

Irritazione della cute e reazioni allergiche

Non può essere utilizzato durante le mestruazioni.

L’uomo applica un preservativo immediatamente prima ogni atto del rapporto sessuale.

I preservativi femminili vengono inseriti in vagina e il pene viene guidato al suo interno.

Dopo l’uso i preservativi vengono gettati.

Sono disponibili senza prescrizione (da banco).

Irritazione e reazioni allergiche

I preservativi in lattice sono l’unico metodo contraccettivo che offre protezione contro tutte le comuni malattie a trasmissione sessuale (MTS), compresa l’infezione da virus di immunodeficienza umana (HIV). I preservativi realizzati in materiale sintetico come poliuretano, poliisoprene o gomma di silicone offrono una qualche protezione, ma sono più sottili e hanno una maggior probabilità di rompersi.

L’efficacia dipende dal corretto impiego.

È un metodo che richiede l’attenzione e la collaborazione del partner sessuale.

La spugnetta va inserita prima del rapporto sessuale. Può essere inserita prima ed è efficace per 24 ore. Deve rimanere in sede per almeno 6 ore dopo il rapporto sessuale. Viene eliminata dopo l’uso.

Sono disponibili senza prescrizione (da banco).

Reazioni allergiche e secchezza o irritazione vaginale

Le spugnette possono essere difficili da estrarre. Devono essere rimosse dopo 30 ore.

Sono meno efficaci del diaframma.

Diaframma con crema o gel spermicida (che uccide gli spermatozoi)

La donna inserisce il diaframma prima del rapporto sessuale. Il diaframma deve rimanere alloggiato per almeno 6-8 ore e può rimanere in sede fino a 24 ore. Nella maggior parte dei modelli, il medico adatta il diaframma e lo controlla almeno una volta l’anno e dopo il parto. Il diaframma SILCS è considerato un’eccezione: è un dispositivo contraccettivo di barriera con un’unica misura che non richiede adattato da un medico.

L’uso della crema o del gel spermicida possono rendere non immediata l’applicazione del diaframma.

Reazioni allergiche, irritazione e infezioni del tratto urinario

Dopo il primo inserimento del diaframma, si deve aggiungere altra crema o gel spermicida nella vagina prima di ogni atto del rapporto.

Altri metodi

IUD in rame

Gli IUD di rame richiedono intervento solo ogni 10 anni, a seconda del tipo utilizzato.

Devono essere inseriti e rimossi da un medico.

Sanguinamento e/o dolore

Raramente, perforazione dell’utero

Talvolta il dispositivo può essere espulso.

La donna può tenere traccia dei propri giorni fertili nel modo seguente:

  • sul calendario

  • controllando il muco cervicale quasi tutti i giorni

  • controllando il muco cervicale e la temperatura corporea e altri sintomi quasi tutti i giorni

Nessuno

Questo metodo richiede molta diligenza da parte della donna e astinenza dai rapporti sessuali per parecchi giorni al mese. È meno efficace se la donna ha cicli mestruali irregolari.

Metodo del coito interrotto

L’uomo estrae il pene dalla vagina prima dell’eiaculazione.

Sono necessari autocontrollo e molta tempestività.

Nessuno

Il metodo è meno efficace degli altri poiché lo sperma può fuoriuscire anche prima dell’eiaculazione e l’uomo potrebbe non estrarre il pene in tempo.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cerotto anticoncezionale
Video
Cerotto anticoncezionale
L’apparato riproduttivo femminile comprende utero, tube di Fallopio e ovaie. Le ovaie sono...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sindrome dell’ovaio policistico
Modello 3D
Sindrome dell’ovaio policistico

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE