Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica della dermatite

(Eczema)

Di

Mercedes E. Gonzalez

, MD, University of Miami Miller School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa mar 2018| Ultima modifica dei contenuti mar 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La dermatite (a volte detta eczema) è una malattia infiammatoria degli strati superficiali della pelle che causa prurito, vescicole, rossore, gonfiore e spesso essudazione, croste e desquamazione.

  • Le cause conosciute includono la pelle secca, il contatto con una sostanza particolare, certi farmaci, le vene varicose e il grattamento costante.

  • I sintomi tipici includono un’eruzione cutanea rossa e pruriginosa, vescicole, ulcere aperte, essudazione, croste e desquamazione.

  • Di solito, la diagnosi si basa sui sintomi ed è confermata dai risultati degli esami sulla cute o sui campioni cutanei, oppure dalla presenza di farmaci sospettati, irritanti o infezione.

  • Evitando tali irritanti e allergeni, si riduce il rischio di dermatite.

  • Il trattamento dipende dalla causa e da sintomi specifici.

(Vedere anche Prurito.)

Dermatite è un termine ampio per indicare diverse patologie che causano eruzioni eritemato-pruriginose. Eczema è sinonimo di dermatite, ma viene spesso usato per indicare la dermatite atopica. Le infezioni cutanee, come le infezioni micotiche, non vengono classificate come dermatite.

Alcuni tipi di dermatite interessano solo delle aree specifiche del corpo (come la dermatite da contatto, la dermatite nummulare, la dermatite da stasi o la disidrosi), mentre altre possono verificarsi ovunque (come la dermatite atopica o la dermatite esfoliativa).

Alcuni tipi di dermatite hanno una causa nota (come la dermatite allergica da contatto), mentre per altri la causa è sconosciuta (come la dermatite nummulare).

La dermatite può rappresentare una breve reazione a una sostanza e durare solo per poche ore o per un giorno o due.

A prescindere dalla causa, la dermatite è sempre una modalità reattiva della cute in risposta a uno stato di secchezza grave, al grattamento, a sostanze irritanti o ad allergeni. In genere, queste sostanze vengono a diretto contatto con la cute, ma talvolta si tratta di sostanze ingerite.

La dermatite cronica persiste per un determinato arco di tempo. Mani e piedi sono particolarmente vulnerabili, perché le mani sono spesso a contatto con molte sostanze estranee e i piedi sono esposti a condizioni caldo-umide create da calze e scarpe. La dermatite cronica può rappresentare una dermatite da contatto, una disidrosi o altre dermatiti inadeguatamente diagnosticate o trattate, oppure può essere una delle varie patologie della cute croniche di origine sconosciuta. In tutti i casi il grattamento e lo sfregamento continui possono determinare, alla fine, indurimento cutaneo (lichenificazione).

Sintomi

La dermatite causa

  • Arrossamento

  • Gonfiore

  • Essudazione

  • Croste

  • Desquamazione

  • Vesciche (a volte)

  • Ispessimento della pelle (nella dermatite cronica)

Il prurito è frequente. Possono svilupparsi lesioni aperte (ulcere).

La dermatite cronica causa ispessimento, fissurazione e vescicolazione della cute. Qualsiasi tipo di dermatite cronica può dar luogo a infezioni batteriche.

Diagnosi

  • Esami cutanei, del sangue o entrambi

  • A volte biopsia

La diagnosi di dermatite viene posta in base ai sintomi del soggetto, all’aspetto e alla sede dell’eruzione cutanea. I medici cercano di determinare se il soggetto abbia ingerito o applicato eventuali farmaci sulla cute, se sia entrato in contatto con sostanze irritanti, se abbia un’allergia o se abbia un’infezione.

Per confermare la diagnosi si possono eseguire certi esami, quali il test epicutaneo, l’applicazione del prodotto sospetto su una piccola area cutanea per verificare se compare l’eruzione (“test d’uso”) oppure analisi del sangue. Inoltre si possono prelevare dei campioni cutanei da inviare in laboratorio (biopsia).

Prevenzione

  • Evitare i fattori scatenanti

Per ridurre il rischio di dermatite, i soggetti dovrebbero evitare gli allergeni noti e le sostanze irritanti (fattori scatenanti).

Trattamento

  • Cure di supporto (come creme idratanti e medicazioni, e antistaminici per il prurito)

  • Corticosteroidi topici

  • Talvolta antibiotici o altri farmaci

  • Talvolta fototerapia con raggi ultravioletti (UV)

Il trattamento della dermatite dipende dalla causa e dai sintomi specifici. Ad esempio, per alleviare il prurito, il medico potrebbe prescrivere creme idratanti o a base di corticosteroidi. Alcuni soggetti potrebbero ricevere antibiotici per via orale o iniezioni di alcuni farmaci. In alcuni soggetti, può essere utile l’esposizione alla luce ultravioletta (fototerapia).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cancro della cute
Video
Cancro della cute
La cute è l’organo più esteso del corpo. Svolge numerose funzioni importanti, tra cui proteggere...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE