Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Trapianto di cornea

(Innesto corneale, cheratoplastica perforante, cheratoplastica endoteliale)

Di

Melvin I. Roat

, MD, FACS, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa mag 2020| Ultima modifica dei contenuti mag 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Il trapianto di cornea (cheratoplastica) è un tipo di trapianto Panoramica sui trapianti Il trapianto è la rimozione di cellule, tessuti od organi vivi e funzionanti dal corpo per il successivo trasferimento nello stesso organismo o in un altro. Il tipo più comune di trapianto è... maggiori informazioni comune e con molte probabilità di successo. Una cornea (la membrana trasparente davanti all’iride e alla pupilla) opacizzata, con forma alterata, perforata, fortemente dolente o cicatrizzata può essere sostituita con una sana e trasparente.

Struttura interna dell’occhio

Struttura interna dell’occhio

Le cornee vengono donate da soggetti che sono deceduti da poco. La compatibilità dei tessuti Compatibilità tissutale Il trapianto è la rimozione di cellule, tessuti od organi vivi e funzionanti dal corpo per il successivo trasferimento nello stesso organismo o in un altro. Il tipo più comune di trapianto è... maggiori informazioni non viene ricercata di routine perché le reazioni di rigetto di solito rispondono al trattamento e, in ogni caso, il tasso di rigetto non diminuisce quando vengono usati tessuti compatibili.

Procedure di trapianto corneale

Esistono due tipi di procedure:

  • Cheratoplastica perforante

  • Cheratoplastica endoteliale con stripping della membrana di Descemet o cheratoplastica endoteliale della membrana di Descemet

Nella cheratoplastica perforante, la cornea del donatore viene adeguatamente ridimensionata, la cornea danneggiata viene asportata completamente e sostituita dalla cornea del donatore mediante una sutura.

Alcune patologie corneali colpiscono solo gli strati interni. Per queste patologie, si esegue un trapianto parziale con una procedura detta cheratoplastica endoteliale con stripping della membrana di Descemet (Descemet stripping endothelial keratoplasty, DSEK) o cheratoplastica endoteliale della membrana di Descemet (Descemet membrane endothelial keratoplasty, DMEK). In pratica, vengono rimossi e sostituiti solo gli strati interni della cornea anziché l’intera cornea. L’incisione è più piccola, sono necessari meno punti di sutura, la guarigione è più rapida e la vista migliora più rapidamente rispetto al trapianto completo della cornea. Tuttavia, la tecnica chirurgica è più difficile rispetto alla cheratoplastica perforante, e può richiedere un trattamento laser prima dell'intervento chirurgico e ulteriori interventi chirurgici ambulatoriali per ottenere i risultati migliori.

In tutti i tipi di trapianto di cornea, il ricevente di solito fa ritorno a casa il giorno stesso. Dopo il trapianto, il paziente deve usare colliri antibiotici per varie settimane e colliri corticosteroidi per vari mesi. Devono essere indossati occhiali da sole, occhiali o protezioni per gli occhi. Per un miglioramento completo della vista in seguito a cheratoplastica perforante sono necessari circa 18 mesi e da 2 a 6 mesi per il trapianto parziale.

Complicanze del trapianto di cornea

Alcune complicanze del trapianto di cornea sono

Episodi di lieve rigetto sono comuni e, nella maggior parte dei casi, vengono trattati in modo semplice ed efficace con collirio cortisonico. Un rigetto grave e irreversibile (detto fallimento dell’innesto) è raro. Tra i diversi tipi di trapianto di cornea, la DMEK ha i tassi di rigetto più bassi mentre la cheratoplastica perforante registra i tassi più elevati.

In genere una cornea trapiantata non viene rigettata irreversibilmente in quanto non è irrorata né necessita di apporto di sangue, ma riceve ossigeno e altre sostanze nutritive dai tessuti e fluidi adiacenti. I componenti del sistema immunitario che causano il rigetto verso una sostanza estranea, alcuni leucociti e gli anticorpi, sono contenuti nel sangue. Pertanto, queste cellule e anticorpi non raggiungono la cornea trapiantata, non incontrano tessuto estraneo e non causano un rigetto grave. Tuttavia, in rari casi di sviluppo di vasi sanguigni anomali in profondità e in modo esteso attorno alla cornea, la cornea trapiantata viene rigettata gravemente e il tasso di fallimenti risulta alto. Altri organi o tessuti dell’organismo molto irrorati di sangue sono molto più soggetti a rigetto.

A volte il trapianto può fallire e non funzionare correttamente (ovvero l’organo trapiantato può opacizzarsi e non essere trasparente). Il trapianto di cornea può essere ripetuto varie volte.

I soggetti che hanno subito vari fallimenti di trapianto possono essere sottoposti a un trapianto di cornea artificiale (cheratoprotesi).

Trapianto di cellule staminali del lembo corneale

L’occhio, come gli altri tessuti vivi, dipende dalla produzione continua di nuove cellule per sostituire quelle vecchie. Una delle aree in cui avviene questa produzione è il punto in cui la cornea si attacca alla congiuntiva (detto limbus). Alcuni tipi di lesioni (per esempio, gravi ustioni da agente chimico o l’uso eccessivamente prolungato di lenti a contatto) danneggiano queste cellule staminali del limbus tanto da impedire loro di produrre un numero sufficiente di nuove cellule per mantenere la copertura della cornea. La cornea può essere colpita da infezioni e cicatrizzazione. Un trapianto corneale non sostituisce le cellule staminali del limbus e di conseguenza non è utile.

Le cellule staminali possono essere trapiantate dal limbus dell’altro occhio del paziente, se sano, o di un soggetto deceduto da poco, talvolta risolvendo o alleviando il problema. Dopo il trapianto di cellule staminali di un donatore deceduto, i soggetti ricevono farmaci che sopprimono il sistema immunitario in modo che l’organismo non rigetti il trapianto (vedere Soppressione del sistema immunitario Soppressione del sistema immunitario Il trapianto è la rimozione di cellule, tessuti od organi vivi e funzionanti dal corpo per il successivo trasferimento nello stesso organismo o in un altro. Il tipo più comune di trapianto è... maggiori informazioni ).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Pemfigoide cicatriziale
La membrana mucosa pemfigoide causa l’infiammazione e la lesione della congiuntiva (la membrana che ricopre la parte interna della palpebra e la sclera). Di quale tipo di malattia di tratta?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE