Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Parkinsonismo secondario e atipico

Di

Hector A. Gonzalez-Usigli

, MD, HE UMAE Centro Médico Nacional de Occidente

Ultima modifica dei contenuti mag 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Il termine parkinsonismo secondario si riferisce a un gruppo di disturbi che presentano caratteristiche simili a quelle del morbo di Parkinson, ma che hanno una diversa eziologia. Il parkinsonismo atipico si riferisce a un gruppo di malattie neurodegenerative diverse dal morbo di Parkinson che presentano alcuni tratti del morbo di Parkinson, ma hanno anche alcune caratteristiche cliniche differenti ed una diversa patologia. La diagnosi si basa sulla valutazione clinica e sulla reazione alla levodopa. La terapia, quando possibile, viene indirizzata alla causa del disturbo.

Nel parkinsonismo secondario, il meccanismo patogenetico è il blocco di o l'interferenza con l'azione della dopamina nei gangli della base.

Eziologia del parkinsonismo secondario e atipico

La causa più frequente di parkinsonismo secondario è

  • Uso di farmaci che riducono l'attività dopaminergica

Questi farmaci comprendono antipsicotici (p. es., fenotiazina, tioxantenici, butirrofenone), antiemetici (p. es., metoclopramide, proclorperazina), e farmaci che diminuiscono i livelli di dopamina (p. es., tetrabenazina, reserpina).

Tabella
icon

Sintomatologia

Diagnosi

  • Valutazione clinica

  • Risposta alla terapia di levodopa

  • Per la diagnosi differenziale, a volte uno studio di neuroimaging

Per differenziare il morbo di Parkinson dal parkinsonismo secondario o atipico, si valuta la risposta clinica alla somministrazione della levodopa. Un significativo miglioramento della sintomatologia indirizza la diagnosi verso il morbo di Parkinson.

Cause di parkinsonismo possono essere identificate attraverso:

  • Un'anamnesi completa, composta dalla storia occupazionale, tossicologica e familiare

  • Valutazione della presenza di deficit neurologici caratteristici di altri disturbi neurodegenerativi diversi dal morbo di Parkinson

  • Studio di neuroimaging quando indicato

Deficit che suggeriscono malattie neurodegenerative diverse dal morbo di Parkinson includono paralisi dello sguardo Paralisi coniugata dello sguardo Una paralisi coniugata dello sguardo consiste nell'impossibilità a muovere entrambi gli occhi insieme in un'unica direzione, orizzontale (più comunemente) o verticale. (Vedi anche Panoramica... maggiori informazioni , segni di disfunzione del tratto corticospinale (p. es., iperreflessia), mioclono Mioclono Il mioclono è una breve e fulminea contrazione di un muscolo o di un gruppo di muscoli. La diagnosi è clinica e talvolta confermata da test elettromiografici. Il trattamento consiste nella correzione... maggiori informazioni , disfunzione autonomica Panoramica sul sistema nervoso autonomo Il sistema nervoso autonomo regola processi fisiologici. Tale regolazione avviene senza controllo volontario, ossia autonomamente. Le 2 divisioni maggiori sono Sistema simpatico Sistema parasimpatico... maggiori informazioni  Panoramica sul sistema nervoso autonomo (se precoce o grave), atassia cerebellare Patologie cerebellari Le patologie cerebellari hanno numerose cause, incluse malformazioni congenite, atassie ereditarie e condizioni acquisite. I sintomi variano con la causa, ma tipicamente comprendono l'atassia... maggiori informazioni , distonia Distonie Le distonie sono contrazioni muscolari involontarie prolungate di gruppi muscolari antagonisti nella stessa parte del corpo, e portano a posture anomale sostenute o a scatti, torsioni, spasmi... maggiori informazioni prominente, aprassia ideomotoria (incapacità di imitare movimenti della mano), demenza Demenza La demenza è un deterioramento cognitivo globale, cronico e generalmente irreversibile. La diagnosi è clinica; gli esami di laboratorio e per immagini vengono solitamente utilizzati per identificare... maggiori informazioni precoce, cadute precoci, e necessità di usare la sedia a rotelle.

Trattamento

  • Trattamento della causa

  • Terapie fisiche

La causa del parkinsonismo secondario va corretta o trattata se possibile, a volte con conseguente miglioramento clinico o scomparsa della sintomatologia.

I farmaci utilizzati per il trattamento del morbo di Parkinson sono spesso inefficaci o hanno solo benefici transitori. Tuttavia l'amantadina o gli anticolinergici (p. es., benzotropina) possono migliorare il parkinsonismo secondario all'utilizzo di antipsicotici. Tuttavia, poiché questi farmaci possono peggiorare il declino cognitivo e possibilmente aumentare la patologia tau e la neurodegenerazione, il loro uso deve essere limitato (1 Riferimenti relativi al trattamento Il termine parkinsonismo secondario si riferisce a un gruppo di disturbi che presentano caratteristiche simili a quelle del morbo di Parkinson, ma che hanno una diversa eziologia. Il parkinsonismo... maggiori informazioni , 2 Riferimenti relativi al trattamento Il termine parkinsonismo secondario si riferisce a un gruppo di disturbi che presentano caratteristiche simili a quelle del morbo di Parkinson, ma che hanno una diversa eziologia. Il parkinsonismo... maggiori informazioni ).

Le terapie fisiche sono utili per il mantenimento della mobilità e dell'autonomia (come per il morbo di Parkinson). Lo scopo è quello di massimizzare l'attività. I pazienti devono aumentare quanto più possibile le attività quotidiane. Ove questo non fosse possibile, la fisioterapia o la terapia occupazionale, che possono comportare un regolare programma di esercizio fisico, possono aiutare a migliorare la condizione fisica. I terapeuti possono insegnare ai pazienti strategie di adattamento, aiutarli ad adottare gli opportuni accorgimenti in casa (p. es., l'installazione di maniglioni per ridurre il rischio di cadute) e raccomandare dispositivi adattivi che possono essere utili.

È essenziale una buona nutrizione.

Riferimenti relativi al trattamento

  • 1. Yoshiyama Y, Kojima A, Itoh K, Uchiyama T, Arai K: Anticholinergics boost the pathological process of neurodegeneration with increased inflammation in a tauopathy mouse model. Neurobiol Dis 2012 45 (1):329-336, 2012. doi: 10.1016/j.nbd.2011.08.017.

  • 2. Yoshiyama Y, Kojima A, Itoh K, et al: Does anticholinergic activity affect neuropathology? Implication of neuroinflammation in Alzheimer's disease. Neurodegener Dis 15 (3):140-148, 2015. doi: 10.1159/000381484.

Punti chiave

  • Il parkinsonismo può essere causato da farmaci, tossine, malattie neurodegenerative, e altri disturbi che colpiscono il cervello (p. es., ictus, tumori, infezioni, traumi, ipoparatiroidismo).

  • Il sospetto di parkinsonismo si basa sulla valutazione clinica e si differenzia dal morbo di Parkinson per la mancanza di risposta alla levodopa; può essere necessario l'impiego di tecniche di neuroimaging.

  • Verificare la presenza di deficit che suggeriscono una malattia neurodegenerativa diversa dal morbo di Parkinson.

  • Correggere o trattare la causa, se possibile, e raccomandare terapie fisiche per mantenere la mobilità.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Sindrome dolorosa regionale complessa
Quale delle seguenti caratteristiche della sindrome dolorosa regionale complessa (CRPS) di tipo II si differenzia maggiormente dalla CRPS di tipo I?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE