Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sui problemi psicosociali negli adolescenti

Di

Sharon Levy

, MD, MPH, Harvard Medical School

Ultima revisione/verifica completa set 2020| Ultima modifica dei contenuti set 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

I problemi psicologici e sociali, soprattutto se coinvolgono problematiche comportamentali e scolastiche, sono più comuni durante l’adolescenza che in qualunque altro momento dell’infanzia. Gli adolescenti sono molto più indipendenti e mobili, e spesso sono fuori dal controllo diretto degli adulti. Se il comportamento scorretto diventa importante e frequente, l’adolescente deve essere valutato da uno specialista psichiatrico per verificare l’eventuale presenza di un disturbo psicosociale. In particolare, la depressione, l’ansia e i disturbi del comportamento alimentare sono comuni durante l’adolescenza. Gli adolescenti con problemi di ansia o disturbi dell’umore possono manifestare sintomi fisici come affaticamento Affaticamento Si parla di astenia quando la persona sente un forte bisogno di riposare e ha talmente poca energia che iniziare e proseguire qualsiasi attività risulta difficile. È normale dopo uno sforzo... maggiori informazioni o stanchezza cronica Sindrome da stanchezza cronica La sindrome da stanchezza cronica è caratterizzata da astenia grave invalidante di lunga durata, senza una causa fisica o psicologica comprovata e senza anomalie oggettive rilevate dall’esame... maggiori informazioni , vertigini, cefalea, e dolore addominale o toracico.

il suicidio Comportamento suicidario nei bambini e negli adolescenti Il comportamento suicidario, un’azione autolesionista, comprende sia i gesti suicidi, sia i tentativi di suicidio sia il suicidio portato a termine. L’ ideazione suicida è l’insieme dei pensieri... maggiori informazioni è raro, mentre i pensieri sul suicidio (chiamati ideazione suicidaria) sono più comuni. L’ideazione suicidaria richiede un’immediata valutazione mentale; non si deve pretendere che i genitori determinino la “gravità” del problema da soli.

I disturbi del pensiero, nei quali un soggetto ha difficoltà a distinguere tra fantasia e realtà (chiamati anche psicosi), iniziano più comunemente durante l’adolescenza o nella prima età adulta. La prima comparsa della psicosi è chiamata primo episodio psicotico. La schizofrenia Schizofrenia nei bambini e negli adulti La schizofrenia è un disturbo cronico che implica pensieri, percezioni e comportamento sociale anomali e che causa notevoli problemi relazionali e funzionali, e che dura sei mesi o più. La schizofrenia... maggiori informazioni e il disturbo schizoaffettivo Disturbo schizoaffettivo Il disturbo schizoaffettivo è caratterizzato dalla presenza di sintomi legati all’umore, quali la depressione o la mania, oltre ai sintomi della schizofrenia di tipo psicotico. Il termine psicosi... maggiori informazioni sono esempi di disturbi del pensiero. Periodi di psicosi possono essere correlati all’uso di stupefacenti. In questi casi la psicosi può risolversi dopo un certo periodo. Episodi psicotici possono verificarsi con l’uso di marijuana Marijuana La marijuana (cannabis) è una sostanza ricavata dalle piante Cannabis sativa e Cannabis indica che contengono una sostanza chimica psicoattiva denominata delta-9-tetraidrocannabinolo (THC).... maggiori informazioni , in particolare in prodotti commestibili. Alcuni adolescenti che vivono un episodio psicotico causato dall’uso di marijuana con il tempo sviluppano un disturbo psicotico cronico.

I disturbi del comportamento alimentare Panoramica sui disturbi del comportamento alimentare I disturbi del comportamento alimentare comprendono i disturbi dell’alimentazione o del comportamento relativo all’alimentazione, e di solito comprendono le variazioni di ciò o di quanto si... maggiori informazioni sono frequenti, specialmente nelle ragazze, e possono mettere in pericolo la vita. Alcuni adolescenti fanno di tutto per nascondere i sintomi dei disturbi alimentari, fra cui notevole riduzione del cibo assunto, purghe dopo l’assunzione di cibo, uso di lassativi o attività fisica intensa e vigorosa.

I medici riescono spesso a identificare questi problemi; possono offrire all’adolescente consigli pratici e, quando è il caso, incoraggiarlo ad accettare il trattamento fornito dagli specialisti.

Ulteriori informazioni

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di questa risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Panoramica sui problemi comportamentali dei bambini
I problemi comportamentali e dello sviluppo possono divenire talmente gravi da minare i rapporti normali fra il bambino e gli altri o interferire con lo sviluppo emotivo, sociale e intellettivo. Quale delle seguenti opzioni descrive l’obiettivo del trattamento dei problemi comportamentali nei bambini?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE