Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Disturbo della condotta

Di

Josephine Elia

, MD, Sidney Kimmel Medical College of Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa mar 2019| Ultima modifica dei contenuti mar 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve

Un disturbo della condotta implica uno schema comportamentale ripetitivo che viola i diritti essenziali altrui.

  • I bambini affetti da un disturbo della condotta sono egoisti e insensibili ai sentimenti altrui e possono compiere atti di bullismo, danneggiare la proprietà, dire bugie o rubare senza sentirsi in colpa.

  • I medici basano la diagnosi sull’anamnesi del comportamento del bambino.

  • La psicoterapia può essere utile, ma il trattamento più efficace può essere separare il bambino da un ambiente difficile e fornire una situazione altamente strutturata, come un centro di igiene mentale.

Il comportamento dei bambini varia. Alcuni si comportano meglio di altri. I disturbi del comportamento vengono diagnosticati solo quando il bambino viola ripetutamente e in modo persistente le regole e i diritti degli altri in modi inopportuni per la loro età.

Il problema solitamente compare nella tarda infanzia o nella prima adolescenza ed è più comune fra i soggetti di sesso maschile che nelle ragazze.

L’ereditarietà e l’ambiente probabilmente influenzano l’insorgenza di un disturbo della condotta. Spesso i genitori sono affetti da un disturbo psichiatrico, come abuso di sostanze, disturbo da deficit di attenzione/iperattività, disturbo dell’umore, schizofrenia o disturbo di personalità antisociale. Tuttavia, i bambini affetti possono avere una famiglia sana senza problemi.

Sintomi

In generale, i bambini con un disturbo del comportamento presentano le seguenti caratteristiche:

  • Sono egoisti.

  • Non si relazionano bene con gli altri.

  • Non hanno sensi di colpa.

  • Sono insensibili ai sentimenti e al benessere altrui.

  • Travisano il comportamento altrui sentendosi minacciati e reagiscono in modo aggressivo.

  • Possono comportarsi da bulli, essere minacciosi e spesso rissosi.

  • Possono essere crudeli verso gli animali.

  • Alcuni bambini danneggiano la proprietà, soprattutto appiccando incendi.

  • Possono mentire o rubare.

Il disturbo del comportamento colpisce maschi e femmine in modo diverso. È più probabile che le femmine siano meno aggressive, piuttosto scappano, mentono, abusano di sostanze e a volte si prostituiscono. I bambini tendono a essere litigiosi, rubare e compiere atti di vandalismo. (Vedere anche Problemi comportamentali degli adolescenti.)

Sono frequenti violazioni gravi delle regole come fughe da casa e ricorrenti assenze da scuola. Più comunemente i maschi usano droghe illecite e hanno problemi scolastici. Possono avere pensieri suicidi che devono essere presi sul serio.

I bambini affetti da disturbo del comportamento manifestano talvolta altri disturbi come depressione, deficit di attenzione/iperattività (ADHD) o problemi di apprendimento.

Circa due terzi dei bambini abbandonano i comportamenti inappropriati entro l’età adulta. Se il bambino al momento della comparsa del disturbo della condotta è molto piccolo, ha maggiori probabilità di protrarre a lungo tali atteggiamenti. Se il comportamento continua, da adulto rischia di incorrere spesso in problemi giudiziari, violare ripetutamente i diritti altrui e, di frequente, presentare un disturbo di personalità antisociale. Alcuni di questi adulti sviluppano disturbi dell’umore, disturbi ansiosi o altri disturbi di salute mentale.

Diagnosi

  • Descrizione del comportamento

I medici basano la diagnosi di disturbo del comportamento sul comportamento del bambino. I sintomi o il comportamento devono essere sufficientemente preoccupanti da influire negativamente sui rapporti interpersonali, sulla scuola o sul lavoro.

Anche l’ambiente sociale è importante. Se il comportamento indegno insorge come mezzo di adattamento a un ambiente eccessivamente stressante (come un’area devastata dalla guerra o di disordine civile), non è considerato un disturbo comportamentale.

I medici tentano inoltre di identificare eventuali altri problemi mentali o disturbi dell’apprendimento presenti.

Trattamento

  • Spesso consiste nel trasferire il bambino dal proprio ambiente problematico a uno strutturato rigorosamente

  • Psicoterapia

Il trattamento del disturbo del comportamento è molto difficile, perché i bambini e gli adolescenti affetti raramente percepiscono qualcosa di sbagliato nel proprio modo di comportarsi. Pertanto, rimproverarli e spingerli a comportarsi meglio sono azioni inutili e da evitare. Spesso il trattamento più efficace è separare il bambino o l’adolescente seriamente affetto dall’ambiente problematico e inserirlo in una situazione rigorosamente strutturata, come un istituto di igiene mentale o di recupero giovanile.

La psicoterapia può favorire l’autostima e l’autocontrollo del bambino, aiutandolo a controllare meglio il proprio comportamento.

Vengono trattati altri disturbi, se presenti. Determinati farmaci possono avere una certa efficacia, specialmente se il bambino presenta altri particolari disturbi, come il disturbo da deficit di attenzione/iperattività o la depressione. Il trattamento di tali disturbi può aiutare a ridurre i sintomi del disturbo della condotta. Il trattamento più utilizzato per i disturbi dell’apprendimento consiste nel fornire un tipo di educazione che risponda attentamente alle esigenze proprie del bambino.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Vaccinazioni infantili
Quale dei seguenti è un altro termine per la vaccinazione?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE