Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sui disturbi dell’umore

Di

William Coryell

, MD, Carver College of Medicine at University of Iowa

Ultima revisione/verifica completa mag 2018| Ultima modifica dei contenuti giu 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I disturbi dell’umore sono malattie mentali che coinvolgono delle alterazioni psicologiche costituite da prolungati periodi di eccessiva tristezza (depressione), eccessiva allegria o esaltazione (mania), o entrambe. Depressione e mania rappresentano i due estremi, o poli, dei disturbi dell’umore.

I disturbi dell’umore sono talvolta definiti disturbi affettivi. Affettività significa stato emotivo, che è rivelato dalle espressioni del volto e dalla gestualità corporea.

Tristezza e gioia fanno parte della normale esperienza della vita di ogni giorno e differiscono da depressione e mania, che caratterizzano i disturbi dell’umore. La tristezza è una risposta naturale a perdite, sconfitte, delusioni, traumi o catastrofi.

Il dolore o il lutto costituiscono le reazioni più comuni e normali a una perdita o a una separazione, come la morte di una persona cara, il divorzio o una delusione amorosa. Generalmente, il lutto e la perdita non sono causa di depressione persistente e invalidante, fatta eccezione per i soggetti predisposti a disturbi dell’umore.

Sapevate che...

  • Circa il 30% delle persone in visita da un medico afferma di sentirsi depresso, ma meno del 10% soffre di depressione grave.

Insorge un disturbo dell’umore quando la tristezza o l’esaltazione sono estremamente intense, accompagnate da determinati altri sintomi tipici, e interferiscono con lo svolgimento delle proprie funzioni a livello fisico, sociale e lavorativo.

Se si verifica solamente depressione, si parla di disturbo unipolare. Altri disturbi dell’umore, detti disturbi bipolari comportano episodi di depressione alternati a episodi di mania. La mania senza depressione (chiamata mania unipolare) è molto rara.

Circa il 30% delle persone riferisce depressione quando è in visita dal medico, ma meno del 10% effettivamente soffre di depressione grave. Circa il 4% della popolazione statunitense soffre di un disturbo bipolare.

Soffrire di un disturbo dell’umore, in particolare se accompagnato da depressione, aumenta il rischio di altri problemi, ad esempio incapacità di svolgere attività quotidiane come intrattenere rapporti, perdita di appetito, ansia estrema e alcolismo. Il 15% dei soggetti depressi e non trattati pone fine alla propria vita con il suicidio.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE