Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Vaccino anti-meningococco

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

Il vaccino anti-meningococco protegge dalle infezioni dovute a batteri della specie Neisseria meningitidis (meningococco). Le infezioni da meningococco possono determinare meningite (un’infezione dei tessuti che rivestono il cervello), un pericoloso abbassamento della pressione arteriosa (shock) e il decesso. Questi batteri rappresentano la causa principale di meningite batterica nei bambini e la seconda causa principale di meningite batterica negli adulti. L’infezione può scatenare i seguenti sintomi:

  • Inizialmente febbre, nausea, cefalea e dolore alle gambe

  • Successivamente eruzione cutanea, abbassamento della pressione arteriosa e mani e piedi freddi

  • Progressione da uno stato di buona salute a una malattia grave in poche ore

  • Shock e decesso

Per ulteriori informazioni, consultare l’informativa Meningococcal vaccine information statement dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Esistono diversi gruppi di Neisseria meningitidis. Gli attuali vaccini sono diretti contro alcuni di questi gruppi. Negli Stati Uniti sono disponibili tre formulazioni di vaccino anti-meningococco:

  • Il vaccino coniugato (MCV4) è preferibile per le persone di età compresa fra 9 mesi e 55 anni, e viene utilizzato per le vaccinazioni infantili di routine.

  • Il vaccino polisaccaridico (MPSV4) viene utilizzato solo per certe persone di età superiore a 55 anni.

  • Per prevenire l’infezione dovuta a un tipo specifico di batterio che causa la meningite ed è divenuto una causa comune di focolai epidemici tra studenti universitari, è disponibile il vaccino anti-meningococco di gruppo B (Men B).

Somministrazione

Il vaccino anti-meningococco viene somministrato in una singola dose tramite un’iniezione sottocutanea o intramuscolare.

Nell’ambito delle vaccinazioni infantili di routine, il vaccino anti-meningococco MCV4 è consigliato per tutti i bambini all’età di 11-12 anni, con un richiamo all’età di 16 anni.

Il vaccino è consigliato anche per i bambini più piccoli maggiormente a rischio di contrarre infezioni da meningococco, come quelli con disfunzioni della milza e quelli con alcuni disturbi da immunodeficienza. L’età minima per la vaccinazione varia da 6 settimane a 9 mesi, a seconda della formulazione utilizzata.

Inoltre, la vaccinazione anti-meningococco è consigliata ad adolescenti e adulti nei seguenti casi:

  • Soggetti privi di milza funzionante

  • Soggetti con infezione da HIV

  • Soggetti con alcuni disturbi da immunodeficienza

  • Soggetti in trattamento con eculizumab (un farmaco che blocca il sistema del complemento)

  • Microbiologi abitualmente esposti ai batteri

  • Adolescenti, se non già vaccinati

  • Tutti gli studenti universitari al primo anno che vivono in dormitori, se non hanno già ricevuto una dose del vaccino a 16 anni o successivamente

  • Tutte le reclute delle forze armate

  • Soggetti che si recano o risiedono in aree geografiche in cui la malattia è comune

  • Soggetti che sono stati esposti durante un’epidemia di meningite

In presenza di una malattia temporanea, i medici solitamente rimandano la somministrazione del vaccino fino alla sua risoluzione (vedere anche CDC: Who Should NOT Get Vaccinated With These Vaccines?).

Effetti collaterali

La sede dell’iniezione potrebbe divenire dolente, gonfia e arrossata. Alcune persone accusano cefalea e un senso di stanchezza. La febbre può manifestarsi in un numero limitato di persone.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Antrace
Video
Antrace
In condizioni difficili i batteri grandi, a forma di bastoncello che causano l’antrace, si...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Tubercolosi: macrofago alveolare infetto
Modello 3D
Tubercolosi: macrofago alveolare infetto

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE