Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Diverticolosi dell’intestino crasso

Di

Joel A. Baum

, MD, Icahn School of Medicine at Mount Sinai;


Rafael Antonio Ching Companioni

, MD

Ultima revisione/verifica completa ott 2020| Ultima modifica dei contenuti ott 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Si definisce diverticolosi la presenza di una o più sacche simili a palloncini (diverticoli), di solito nell’intestino crasso (colon).

  • La causa della diverticolosi è sconosciuta, ma potrebbe essere correlata alla dieta, a uno stile di vita sedentario, obesità, fumo e uso di certi farmaci.

  • Si ritiene che lo sviluppo di diverticoli sia causato dallo strato muscolare dell’intestino.

  • In genere i diverticoli non danno luogo a sintomi, ma, in alcuni casi, si infiammano o sanguinano, determinando la presenza di sangue nelle feci o sanguinamento rettale.

  • Solitamente la diagnosi viene confermata mediante colonscopia o tomografia computerizzata (TC).

  • Nei casi sintomatici il trattamento prevede una dieta ad alto contenuto di fibre e la somministrazione di sostanze volumizzanti le feci, ma talvolta si verifica sanguinamento, che deve essere trattato mediante colonscopia o anche chirurgicamente.

Che cos’è la diverticolosi?

Nella diverticolosi si formano molte estroflessioni a palloncino (diverticoli) nell’intestino crasso, specialmente nella sua parte terminale (colon sigmoideo). La maggior parte dei diverticoli ha un diametro che varia da circa 0,25 centimetri a oltre 2,5 centimetri. Per ragioni non chiare, alcuni diverticoli diventano molto grandi, anche fino a circa 15 cm di diametro,

Intestino crasso con diverticoli

I diverticoli del colon Intestino crasso L’intestino crasso è composto da: Cieco e colon ascendente (destro) Colon trasverso Colon discendente (sinistro) Colon sigmoideo (che si congiunge al retto) maggiori informazioni insorgono in seguito a un difetto nello spesso strato muscolare mediano dell’intestino. Gli strati sottili interni dell’intestino protrudono attraverso il difetto creando una piccola sacca. I diverticoli di norma non provocano alcun problema, ma talvolta si infiammano o sanguinano.

Questi possono svilupparsi ovunque nell’intestino crasso, ma sono più frequenti nel colon sigmoideo, che è l’ultima parte dell’intestino crasso, prima del retto. I diverticoli hanno un diametro che varia da circa 0,25 centimetri a oltre 2,5 centimetri. Sono rari prima dei 40 anni, ma la loro incidenza aumenta rapidamente negli anni successivi. La maggior parte delle persone che hanno superato gli 80 anni presenta diverticoli. I diverticoli giganti, rari, hanno un diametro di circa 4 centimetri. Un soggetto può avere un singolo diverticolo gigante.

Unable to find ViewModel builder for Vasont.Multimedia.

Cause della diverticolosi dell’intestino crasso

La causa della diverticolosi è sconosciuta, ma può essere collegata a una dieta povera di fibre o ricca di carni rosse, uno stile di vita sedentario, obesità, fumo e uso di farmaci antinfiammatori non steroidei Farmaci antinfiammatori non steroidei Talora, il trattamento della patologia di base elimina o allevia il dolore. Per esempio, l’ingessatura in caso di frattura ossea o la somministrazione di antibiotici per un’articolazione infetta... maggiori informazioni (FANS), corticosteroidi o oppioidi Oppioidi Gli oppioidi sono una classe di farmaci ricavati dal papavero da oppio (comprese le varianti sintetiche) con azione antidolorifica e con un alto potenziale di abuso. Gli oppioidi sono usati... maggiori informazioni . Altri possibili fattori di rischio comprendono: anamnesi familiare e alterazioni nella struttura del colon e nel modo in cui i prodotti di scarto passano attraverso di esso.

Si ritiene che lo sviluppo di diverticoli sia causato da spasmi dello strato muscolare dell’intestino. La pressione che questi spasmi esercitano sulla parete intestinale provoca dilatazione della parete in un punto di minore resistenza, solitamente in prossimità dell’ingresso di un’arteria nello strato muscolare dell’intestino crasso. Un aumento di spessore dello strato muscolare è di comune riscontro nel colon sigmoideo dei soggetti con diverticolosi.

La causa di un diverticolo gigante non è nota.

Sintomi della diverticolosi dell’intestino crasso

I diverticoli non sono pericolosi. In realtà, la maggior parte dei soggetti è asintomatica. Tuttavia, chi soffre di diverticolosi può talvolta presentare crampi dolorosi inspiegabili o disturbi dell’evacuazione (come stipsi).

Complicanze della diverticolosi

Le complicanze della diverticolite sono più comuni in soggetti fumatori, obesi, con infezione da HIV, che assumono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) o in chemioterapia oncologica.

Le complicanze più comuni sono

La diverticolite Diverticolite Con diverticolite si denota l’infiammazione o l’infezione di una o più sacche simili a palloncini (diverticoli). Può svilupparsi o meno infezione. Questa condizione interessa generalmente... maggiori informazioni Diverticolite è un’infiammazione, con o senza infezione, di un diverticolo che provoca dolore addominale e può risultare in una raccolta di pus (ascesso) attorno al diverticolo infiammato. Se nel diverticolo si crea un foro (perforazione), liquidi e batteri possono fuoriuscire nell’addome e causare una condizione molto grave chiamata peritonite Peritonite Il dolore addominale è comune e spesso minore. L’insorgenza rapida di dolore addominale grave, tuttavia, è sempre indicativa di un problema importante. Il dolore può essere l’unico segno che... maggiori informazioni .

Un diverticolo può sanguinare nell’intestino. Il sanguinamento è indolore ma può essere intenso e determinare il passaggio di sangue attraverso il retto (vedere Emorragia gastrointestinale Sanguinamento gastrointestinale Il sanguinamento può originare da qualsiasi parte del tratto digerente (gastrointestinale [GI]), dalla bocca all’ano. Il sangue è facilmente visibile a occhio nudo (manifesto) oppure può essere... maggiori informazioni Sanguinamento gastrointestinale ). La maggior parte degli episodi emorragici si risolve spontaneamente. Tuttavia, in alcune persone i medici devono intervenire con un’endoscopia o chirurgicamente per fermare l’emorragia. Il sanguinamento può essere abbastanza serio da richiedere una trasfusione di sangue.

Diagnosi della diverticolosi dell’intestino crasso

  • Colonscopia o tomografia computerizza (TC)

Si sospetta una diverticolosi in presenza di sintomi come crampi dolorosi inspiegabili, disturbi dell’evacuazione o sanguinamento rettale indolore, soprattutto nell’anziano.

Di solito i diverticoli asintomatici vengono scoperti casualmente, durante una colonscopia Endoscopia L’endoscopia è l’esame delle strutture interne mediante una sonda di esplorazione flessibile (endoscopio). L’endoscopia può inoltre essere utilizzata per il trattamento di numerosi disturbi... maggiori informazioni , un’endoscopia con videocapsula Endoscopia con videocapsula L’endoscopia con videocapsula (videoendoscopia wireless) è una procedura che prevede l’ingestione da parte del paziente di una capsula a batteria. La capsula contiene una o due piccole telecamere... maggiori informazioni , un clistere baritato Radiografie del tratto digerente mediante bario Le radiografie sono spesso utilizzate per valutare i problemi digestivi. Le normali radiografie (raggi X) non richiedono alcuna particolare preparazione ( Radiografia semplice). In genere sono... maggiori informazioni , una TC Tomografia computerizzata e risonanza magnetica per immagini del tratto digerente La tomografia computerizzata (TC, Tomografia computerizzata (TC)) e la risonanza magnetica per immagini (RMI, Risonanza magnetica per immagini (RMI)) sono validi strumenti per la valutazione... maggiori informazioni o una risonanza magnetica per immagini (RMI Tomografia computerizzata e risonanza magnetica per immagini del tratto digerente La tomografia computerizzata (TC, Tomografia computerizzata (TC)) e la risonanza magnetica per immagini (RMI, Risonanza magnetica per immagini (RMI)) sono validi strumenti per la valutazione... maggiori informazioni ). La diagnosi di diverticolosi di solito viene confermata dall’esame dell’intestino crasso mediante una sonda di esplorazione flessibile (colonscopia) o talvolta una TC dell’addome. Se il paziente lamenta dolore addominale grave, i medici di norma preferiscono la TC, in modo da evitare di lacerare l’intestino infiammato.

Trattamento della diverticolosi dell’intestino crasso

  • Per i pazienti asintomatici non sono necessari trattamenti

  • Per i soggetti sintomatici si consigliano modifiche della dieta

  • Trattamento dell’emorragia

I soggetti con diverticoli, ma asintomatici, non hanno bisogno di trattamento o di cambiare la dieta.

Generalmente, lo scopo del trattamento della diverticolosi nei pazienti sintomatici consiste nel ridurre gli spasmi intestinali, un risultato facilmente raggiungibile mantenendo una dieta ad alto contenuto di fibre (vale a dire verdura, frutta e prodotti integrali) e assumendo una grande quantità di liquidi. Un incremento della massa nell’intestino crasso riduce gli spasmi e, di conseguenza, la pressione sulle pareti stesse. Se la sola dieta ad alto contenuto di fibre non è efficace, può essere di aiuto integrare giornalmente la dieta con crusca, che non si scioglie in acqua e non può essere digerita dall’organismo, o con un agente volumizzante come lo psillio o la metilcellulosa. I soggetti che soffrono di stipsi possono assumere anche lassativi che aumentano la massa nell'intestino crasso.

La maggior parte degli episodi emorragici si risolve senza trattamento ma, in caso contrario, spesso si esegue una colonscopia per localizzare e coagulare l’area sanguinante con clip, calore o un laser oppure iniettando un farmaco. Alternativamente può essere eseguita un’angiografia per fermare l’emorragia. Durante questa procedura viene inserito un catetere nell’arteria che arriva al diverticolo sanguinante, quindi si inietta del materiale (una procedura chiamata embolizzazione) o vasopressina, un farmaco, per ridurre il flusso ematico verso il diverticolo sanguinante. Di rado, se l’emorragia recidiva spesso o non si riesce a determinare la fonte del sanguinamento, si può intervenire chirurgicamente per asportare una parte o tutto l’intestino crasso (procedura nota con il nome di colectomia).

Un diverticolo gigante può richiedere un intervento per il rischio di infezione e perforazione.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE