Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Sindrome di Raynaud

Di

Koon K. Teo

, MBBCh, PhD, McMaster University, Hamilton, Ontario, Canada

Ultima revisione/verifica completa mag 2021| Ultima modifica dei contenuti mag 2021
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento
  • La costrizione delle piccole arterie provoca pallore o colorazione bluastra, perdita di sensibilità e formicolio delle dita (delle mani o dei piedi).

  • La diagnosi può spesso essere posta sulla base dei sintomi riferiti.

  • Può essere utile evitare il freddo, evitare di fumare e, a volte, seguire una terapia farmacologica.

La sindrome di Raynaud può essere

  • Primaria, il che significa senza una causa apparente (detta anche malattia di Raynaud)

  • Secondaria, ovvero dove può essere identificata una causa (detta anche fenomeno di Raynaud)

I medici usano il termine sindrome di Raynaud in riferimento a entrambe.

Sindrome di Raynaud primaria

La sindrome di Raynaud primaria è molto più comune della sindrome di Raynaud secondaria. Il 60-90% dei casi di sindrome di Raynaud primaria si verifica in donne di età compresa fra i 15 e i 40 anni.

Sindrome di Raynaud secondaria

La sindrome di Raynaud secondaria può essere causata da

Anche l’uso di tali farmaci, che restringono i vasi può aggravare la sindrome di Raynaud. Alcuni soggetti affetti da sindrome di Raynaud presentano anche altre patologie, che si sviluppano quando le arterie hanno tendenze costrittive. Queste malattie comprendono emicrania Emicrania Un’emicrania è solitamente un dolore pulsante e intenso che va da moderato a grave. Può colpire uno o entrambi i lati della testa. Viene spesso aggravata dall’attività fisica, dalla luce, dal... maggiori informazioni , angina variante Classificazione L’angina è un dolore transitorio al torace o sensazione di pressione che si manifesta quando il muscolo cardiaco non riceve una sufficiente quantità di ossigeno. Un paziente con angina lamenta... maggiori informazioni (dolore toracico che compare a riposo) e ipertensione arteriosa nei polmoni (ipertensione polmonare Ipertensione polmonare maggiori informazioni ). L’associazione della sindrome di Raynaud a queste patologie indica che la causa della costrizione arteriosa possa essere la stessa in tutti i casi.

Sintomi della sindrome di Raynaud

Il restringimento delle piccole arterie delle dita di mani e piedi inizia rapidamente, spesso a causa del freddo, e può durare minuti o ore. Le dita di mani e piedi diventano pallide o bluastre (cianosi), di solito a chiazze. Può essere interessato un solo dito o solo una parte di esso. Le dita di solito non fanno male, ma frequentemente compaiono ridotta sensibilità, intorpidimento e sensazione di bruciore o di punture. Al termine degli episodi, le aree interessate appaiono più rosse o bluastre. Il riscaldamento di mani o piedi ristabilisce un colorito e una sensibilità normali.

Se gli episodi della sindrome di Raynaud recidivano e sono prolungati (soprattutto nei soggetti con sclerosi sistemica Sclerosi sistemica La sclerosi sistemica è una malattia reumatica autoimmune cronica e rara, caratterizzata da alterazioni degenerative e sclerosi cicatriziale di cute, articolazioni e organi interni oltre ad... maggiori informazioni Sclerosi sistemica ), la pelle delle dita diventa liscia, lucida e tesa. Piccole ulcere dolenti possono comparire sulle punte delle dita.

Esempi di sindrome di Raynaud

Diagnosi della sindrome di Raynaud

  • Una valutazione medica dei sintomi

  • Talvolta, ecografia Doppler

In genere, i medici sospettano la presenza di sindrome di Raynaud in base ai sintomi e ai risultati dell’esame obiettivo. Spesso, non sono necessari esami per la diagnosi. Se i medici sospettano l’ostruzione di un’arteria, si può eseguire l’eco-Doppler Ecocardiografia e altre tecniche ecografiche L’ecografia usa onde ad alta frequenza (ultrasuoni) che vengono riflesse da strutture interne per produrre un’immagine in movimento. Non impiega raggi X. L’ecografia del cuore (ecocardiogramma)... maggiori informazioni Ecocardiografia e altre tecniche ecografiche prima e dopo l’esposizione del soggetto al freddo. I medici possono anche ordinare esami del sangue per ricercare condizioni che possano provocare la sindrome di Raynaud.

Trattamento della sindrome di Raynaud

  • Evitare fattori scatenanti come il freddo e lo stress

  • Cessazione del fumo

  • Farmaci

Quando in forma lieve, la malattia di Raynaud può essere tenuta sotto controllo proteggendo testa, tronco e arti dal freddo. Nei soggetti sintomatici in seguito a stimoli emotivi, sono efficaci sedativi blandi o biofeedback. I soggetti affetti da questa malattia devono smettere di fumare Smettere di fumare Anche se spesso è molto difficile, smettere di fumare è una delle cose più importanti che i fumatori possano fare per la propria salute. Smettere di fumare comporta benefici immediati per la... maggiori informazioni , perché la nicotina restringe i vasi.

In questi ultimi, i medici trattano la malattia responsabile del disturbo.

Per alleviare i sintomi della sindrome di Raynaud può essere utilizzata la simpatectomia, una procedura che prevede il blocco temporaneo di alcuni nervi simpatici Panoramica sul sistema nervoso autonomo Il sistema nervoso autonomo regola alcuni processi corporei, come la pressione arteriosa e la frequenza respiratoria. Questo sistema funziona automaticamente (in modo autonomo), senza uno sforzo... maggiori informazioni Panoramica sul sistema nervoso autonomo (mediante iniezione di un farmaco come la lidocaina) o persino l’escissione, se il disturbo diventa progressivamente debilitante e altri trattamenti non hanno successo. Tuttavia, la remissione dei sintomi può durare solo 1 o 2 anni. Questa procedura è generalmente più efficace nei pazienti con sindrome di Raynaud primaria rispetto ai soggetti affetti da sindrome di Raynaud secondaria.

Ulteriori informazioni

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Ipotensione postprandiale
L’ipotensione postprandiale è un’eccessiva riduzione della pressione sanguigna che si verifica dopo un pasto. Quando si verifica, il soggetto può avvertire stordimento o vertigini ed è a rischio di cadute. Per quale dei seguenti gruppi il rischio di ipotensione postprandiale è maggiore?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE