Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Altre infezioni da arbovirus

Di

Thomas M. Yuill

, PhD, University of Wisconsin-Madison

Ultima modifica dei contenuti mar 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

L'arbovirus (arthropod-borne virus) si riferisce ad alcuni virus che si trasmettono agli esseri umani e/o ad altri vertebrati tramite alcune specie di artropodi che si nutrono di sangue, in particolare insetti (mosche e zanzare) e aracnidi (zecche).

Malattia di Chikungunya

La malattia di Chikungunya è una malattia febbrile acuta seguita poi da poliartrite cronica che può persistere per mesi o anni. La morte è estremamente rara.

La malattia di Chikungunya è trasmessa da zanzare Aedes ed è diffusa in Africa, India, Pakistan, Nepal, Guam, Sud-Est asiatico, Nuova Guinea, Cina, Messico, Sud e Centro America, isole dei Caraibi, Oceano Indiano e Pacifico, e aree circoscritte dell'Europa. La trasmissione locale limitata è stata identificata in Florida, Porto Rico e nelle Isole Vergini americane.

La prevenzione della malattia chikungunya si basa sull'evitare le punture di zanzare.

Malattia da virus Mayaro

Questa malattia simil-dengue è trasmessa dalle zanzare. È comune in Brasile, Bolivia, e un caso ancor più recente a Trinidad che suggerisce che vi possa essere una potenziale diffusione ad altre aree delle Americhe che hanno una popolazione abbondante di Aedes aegypti. Il virus Mayaro è un alfavirus della famiglia dei Togavirus.

La prevenzione della malattia di Mayaro si basa sull'evitare le punture di zanzare.

Febbre Oropouche

Il virus Oropouche è un bunyavirus del gruppo Simbu.

Il virus oropouche è trasmesso all'uomo dal Culicoides paraensis, una specie di moscerini mordaci (piccoli insetti volanti) presenti nell'America meridionale e centrale e nei Caraibi.

La trasmissione del virus oropouche avviene in 2 cicli:

  • selvaggio

  • Urbano-epidemico

Nel ciclo selvaggio, il bacino per il virus oropouche è la fauna selvatica (p. es., primati, bradipi, certi artropodi). Nel ciclo urbano-epidemico, gli esseri umani sono il principale serbatoio e il ciclo di infezione è da uomo a uomo attraverso il moscerino come vettore.

Il virus oropouche si è avvicinato alle principali città brasiliane e alcuni funzionari della sanità pubblica ritengono che il virus abbia un potenziale epidemico in tutta l'area in cui si trova. L'OMS raccomanda che la febbre oropouche sia inclusa nella diagnosi differenziale clinica per altre comuni infezioni arbovirali febbrili (p. es., Chikungunya, dengue, febbre gialla, Zika) (1).

Negli esseri umani, la febbre oropanica assomiglia alla dengue, in quanto può causare febbre acuta e infezione, che può portare a meningite e meningoencefalite.

Il trattamento è di supporto.

Non è disponibile un vaccino. La prevenzione della febbre oropanica si basa sull'evitare le punture di moscerino.

Encefalite da zecche

L'encefalite da zecche è causata da un flavivirus che ha 3 sottotipi: europeo, siberiano e ed orientale.

L'encefalite da zecche viene trasmessa all'uomo in aree focali che si estendono dalla Francia orientale al Giappone settentrionale per il morso di zecche dal corpo duro infette, Ixodes ricinus in Europa e Ixodes persulcatus in Siberia e in Estremo Oriente. Le zecche sono sia vettore che riserva virale e i piccoli roditori sono l'ospite amplificatore principale. L'encefalite trasmessa da zecche può anche essere acquisita ingerendo latticini non pastorizzati (come latte e formaggio) da capre, pecore o mucche infette.

I casi si verificano dall'inizio della primavera alla fine dell'estate, quando le zecche sono più attive. Inizialmente si presenta una malattia simil-influenzale lieve; essa generalmente migliora entro pochi giorni, ma circa il 30% dei pazienti sviluppa sintomi più gravi (p. es., meningite, meningoencefalite). L'incidenza è massima e la gravità della malattia è maggiore nelle persone di età ≥ 50 anni.

L'encefalite da zecche non è una malattia notificabile a livello nazionale negli Stati Uniti; tuttavia, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha notificato che si sono verificati 5 casi di encefalite da zecche tra i viaggiatori statunitensi verso l'Europa e la Cina dal 2000 al 2011 (2).

La meningoencefalite da zecca deve essere sospettata nei viaggiatori che presentano entrambi i seguenti sintomi:

  • Una malattia febbrile non specifica che progredisce in malattia neuroinvasiva entro 4 settimane dopo l'arrivo da un'area endemica

  • Rischio di esposizione alle zecche

La diagnosi dell'encefalite da zecca viene di solito effettuata sierologicamente rilevando anticorpi IgM specifici nel sangue o nel liquido cerebrospinale, che di solito compaiono solo dopo l'insorgenza delle manifestazioni neurologiche. Il virus che causa l'encefalite da zecche a volte può essere rilevato nel siero mediante l'isolamento del virus o della reazione a catena della polimerasi a trascrittasi inversa (RT-PCR, reverse-polymerase chain reaction) precocemente nella malattia prima che i titoli anticorpali siano aumentati.

Come con altre meningoencefaliti virali, il trattamento è di supporto.

Sebbene nessun vaccino per l'encefalite da zecche sia autorizzato o disponibile negli Stati Uniti, esistono diversi vaccini efficaci anti-encefalite da zecche inattivati disponibili in Russia, Europa e Canada. La vaccinazione è raccomandata per le persone che lavorano all'aperto o si dedicano ad attività ricreative in aree endemiche e sono a rischio di esposizione alle zecche.

Powassan virus

Negli Stati Uniti, l'encefalite da zecche è causata principalmente dal virus Powassan, un flavivirus che è antigenicamente correlato ai virus del Nilo occidentale, dell'encefalite di St. Louis e della meningoencefalite da zecca. Le infezioni da virus Powassan sono state segnalate principalmente negli stati nord-orientali e nella regione dei Grandi Laghi. Le infezioni da virus Powassan negli esseri umani sono state segnalate anche in Canada sudorientale e in Russia (Siberia sud-orientale, a nord-est di Vladivostok).

Negli Stati Uniti esistono due tipi di virus Powassan, entrambi legati a patologia umana:

  • Il virus Powassan di stirpe 1: associato alle zecche Ixodes cookei o Ixodes marxi

  • Il virus Powassan di stirpe 2: (a volte chiamato virus della zecca del cervo): associato alle zecche Ixodes scapularis, la stessa zecca che diffonde la malattia di Lyme, l'anaplasmosi e la babesiosi

L'infezione da virus Powassan di stirpe 2 è più probabile dell'infezione da stirpe 1, perché le zecche I. cookei raramente mordono le persone.

Il tempo che impiega una zecca infetta, una volta attaccata, per trasmettere il virus Powassan è probabilmente molto più breve (15 min) di quello necessaria per trasmettere la malattia di Lyme (da 24 a 48 h [3]).

Sebbene rara, l'encefalite da virus Powassan sembra essere in aumento dal 2009. Un totale di 144 casi di infezione da virus Powassan è stato segnalato negli Stati Uniti dal 2009 al 2018, tra i 6 e i 33 casi all'anno; la maggior parte (133) erano malattie neurologiche, che hanno provocato 12 decessi. I casi si verificano in tarda primavera fino a metà autunno, quando le zecche sono più attive (4).

Nei casi riportati di infezione da virus Powassan, le sequele neurologiche erano comuni e il tasso di fatalità del caso era elevato (fino al 10-15%). Questa elevata morbilità e mortalità possono derivare da erronee segnalazioni perché la sieropositività nelle regioni endemiche è nota per essere molto più comune rispetto ai casi riportati, suggerendo che ci sono più alti tassi di infezione asintomatica.

L'infezione da virus Powassan deve essere presa in considerazione nei pazienti con encefalite, specialmente quando il paziente ha una storia di morsa di zecca o trascorre molto tempo all'aria aperta e vive o ha recentemente viaggiato in un'area endemica. La diagnosi è simile a quella dell'encefalite da zecche, con test sierologici per rilevare l'anticorpo IgM specifico per virus Powassan nel siero o nel liquido cerebrospinale e confermata dai test per gli anticorpi neutralizzanti su campioni di siero in fase acuta e in fase di convalescenza presso un laboratorio statale di salute pubblica o il CDC.

Non esiste un vaccino per l'infezione da virus Powassan; il vaccino per encefalite da zecche disponibile al di fuori degli Stati Uniti è diretto contro diversi flavivirus e, quando uno di questi vaccini contro l'encefalite da zecche è stato testato nei topi, non ha dimostrato di essere protettivo contro il virus Powassan.

Le persone a rischio devono usare misure di protezione personale per prevenire i morsi di zecca.

Altri virus trasmessi da zecche

Altri virus trasmessi da zecche negli Stati Uniti sono

  • Bourbon virus: questo virus è stato isolato da un singolo paziente morto con insufficienza multiorgano nella contea di Bourbon, nel Kansas.

  • Heartland virus: dal 2018, ci sono stati più di 40 casi di malattia da virus Heartland segnalati dagli stati del Midwest e del sud degli Stati Uniti (5). L'infezione da questo virus di solito provoca una malattia febbrile a risoluzione spontanea e non specifica, che può essere accompagnata da leucopenia. Può essere presente trombocitopenia e le transferasi epatiche possono essere elevate. Un paziente è morto

  • Febbre da zecca del Colorado: un coltivirus causa la febbre da zecca del Colorado. La febbre da zecca del Colorado è stata diagnosticata in aree degli Stati Uniti occidentali e del Canada che si trovano tra i 1200 e i 3000 metri sopra il livello del mare. Provoca una malattia febbrile non specifica che è raramente complicata da meningite o encefalite. Raramente, viene trasmesso tramite trasfusione di sangue.

Virus del sierogruppo dell'encefalite della California

I virus del sierogruppo dell'encefalite californiana, tra cui il virus dell'encefalite californiana, il virus La Crosse e il virus Jamestown Canyon, appartengono alla famiglia dei Bunyaviridae. Questi virus sono trasmessi e mantenuti dalle zanzare Aedes e si riscontrano nelle Montagne Rocciose, negli Stati Uniti orientali, nel sud-est del Canada e nell'Europa occidentale.

I virus del sierogruppo dell'encefalite della California causano sintomi (p. es., febbre, sonnolenza, ottundimento, segni focali neurologici, convulsioni) soprattutto nei bambini, ad esclusione del virus del Jamestown Canyon che può colpire solo gli adulti. Il coinvolgimento del lobo temporale può mimare un'encefalite da herpes; il 20% dei pazienti sviluppa problemi comportamentali o crisi epilettiche ricorrenti.

Non esiste alcun trattamento.

Febbre emorragica di Omsk e malattia della foresta Kyasanur

La febbre emorragica di Omsk e la malattia della foresta Kyasanur sono trasmesse da zecche o per contatto diretto con un animale infetto (p. es., roditori, scimmie). La febbre emorragica di Omsk è causata da un flavivirus; si verifica in Russia, inclusa la Siberia. La malattia della foresta Kyasanur, anch'essa causata da un flavivirus, si verifica in India.

La febbre emorragica di Omsk e la malattia della foresta di Kyasanur sono malattie acute febbrili accompagnate da diatesi emorragica, pressione arteriosa bassa, leucopenia e trombocitopenia; alcuni pazienti sviluppano encefalite nella 3a settimana. Il tasso di mortalità è < 3% per la Febbre emorragica di Omsk e dal 3 al 5% per la malattia della Foresta Kyasanur (6, 7).

La prevenzione consiste nell'evitare le morsa di zecche e gli animali infetti. Un vaccino per il virus della febbre di Kyasanur è stato prodotto in India.

Febbre della Rift Valley

La febbre della Rift Valley, causata da un flebovirus, è diffusa dalle zanzare e può essere trasmessa come segue

  • Contatto diretto o indiretto con il sangue o gli organi di animali infetti (p. es., durante la macellazione o durante procedure veterinarie)

  • Inalazione di aerosol infetti

  • Ingestione di latte crudo proveniente da animali infetti

Le uova delle zanzare Aedes infettate dal virus possono contenere il virus. Quelle uova infette possono sopravvivere per mesi o anni e se reidratate possono schiudersi e produrre zanzare infette di femmine adulte in grado di trasmettere il virus.

La febbre della Rift Valley si verifica in Sud Africa, Africa orientale, Arabia ed Egitto (8).

Raramente, la febbre della Rift Valley progredisce in disturbi oculari, meningoencefalite, o in forme emorragiche (con un tasso di mortalità del 50%).

Un vaccino per il bestiame è disponibile, e un vaccino umano è sotto inchiesta.

Riferimenti Arbovirus

  • 1. WHO: Oropouche virus disease - Peru

  • 3. Doughty CR, Yawetz S, Lyons J: Emerging causes of arbovirus encephalitis in N America: Powassan, Chikungunya and Zika Viruses. Curr Neurol Neurosci Rep 17:12, 2017. doi 10.1007/s119190-017-724-2.

  • 4. CDC: Powassan virus statistics and Maps

  • 5. CDC: Heartland virus disease (Heartland) Statistics & Maps

  • 6. CDC: Omsk Hemorrhagic Fever Signs and Symptoms

  • 7. CDC: Kyasanur Forest Disease Signs and Symptoms

  • 8. CDC: Rift Valley fever Distribution Map

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE