Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Valutazione del paziente con disturbi urologici

Di

Anuja P. Shah

, MD, David Geffen School of Medicine at UCLA

Ultima modifica dei contenuti apr 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

I pazienti urologici possono avere sintomi riferibili ai reni e ad altre parti del tratto genitourinario. (Vedi anche Valutazione del paziente con disturbi renali.)

Anamnesi

Un dolore che origina nel rene o negli ureteri viene di solito vagamente localizzato ai fianchi o alla parte inferiore della schiena e si può irradiare alla fossa iliaca omolaterale, alla parte alta della coscia, al testicolo o alle labbra della vulva. Caratteristicamente, il dolore causato dai calcoli è di tipo colico e può essere molto intenso; è più costante se causato da un'infezione. Una ritenzione urinaria acuta distale alla vescica causa un dolore sovrapubico lancinante; la ritenzione urinaria cronica provoca meno dolore e può essere asintomatica. La disuria è un sintomo di irritazione vescicale o uretrale. Il dolore prostatico si manifesta come un vago fastidio o sensazione di ripienezza alle regioni perineale, rettale o sovrapubica.

I sintomi di ostruzione vescicale nell'uomo comprendono la difficoltà a iniziare la minzione, la stranguria, la riduzione della forza e del calibro del flusso urinario e lo sgocciolamento terminale. L'incontinenza ha varie forme. L'enuresi dopo i 3-4 anni può essere un sintomo della stenosi uretrale nelle bambine, di valvole uretrali posteriori nei ragazzi, di stress psicologico o, se l'esordio è recente, di infezione.

La pneumaturia (aria emessa con le urine) suggerisce una fistola vescicovaginale, enterovescicale o ureteroenterica; le ultime 2 possono essere causate da una diverticolite, dal morbo di Crohn, da un ascesso o da un cancro del colon. La pneumaturia potrebbe anche essere dovuta a pielonefrite enfisematosa.

Esame obiettivo

L'esame obiettivo si concentra sull'angolo costovertebrale, addome, retto, inguine e genitali. Nelle donne con sintomi urinari, si esegue solitamente un esame pelvico.

Angolo costovertebrale

Il dolore provocato dalla percussione a piene mani del dorso, dei fianchi e dell'angolo formato dalla 12a costola e la colonna lombare (dolorabilità costovertebrale) può indicare pielonefrite, calcolosi o ostruzione delle vie urinarie.

Addome

Un rigonfiamento all'addome superiore evidente all'ispezione è un reperto estremamente raro e aspecifico di idronefrosi o di massa renale o addominale. L'ottusità alla percussione dell'addome inferiore suggerisce una distensione della vescica; normalmente, perfino una vescica distesa non può essere apprezzata con la percussione al di sopra della sinfisi pubica. La palpazione vescicale può essere utilizzata per confermare la distensione e la ritenzione urinaria.

Retto

Durante l'esplorazione rettale, una prostatite può essere rilevata da una prostata soffice e pastosa. Noduli focali e aree dure meno nette devono essere distinte dal cancro della prostata. La prostata può essere aumentata simmetricamente di volume, gommosa e non dolente in presenza di iperplasia prostatica benigna.

Inguine e genitali

L'esame inguinale e genitale deve essere realizzato con il paziente in piedi. L'ernia inguinale o la presenza di adenopatia può spiegare il dolore scrotale o inguinale. Un'evidente asimmetria, gonfiore, eritema, o anomalia di colorazione dei testicoli può indicare un'infezione, torsione, tumore o altra massa. Un testicolo posizionato di traverso (deformità a batacchio di campana) indica un aumentato rischio di torsione del testicolo. L'elevazione di un testicolo (normalmente il sinistro è più basso) può essere un segno di torsione del testicolo. Il pene viene esaminato con e senza retrazione del prepuzio. L'ispezione del pene è in grado di rilevare

La palpazione può rivelare un ernia inguinale. Il riflesso cremasterico può essere assente nella torsione del testicolo. La posizione delle masse in relazione al testicolo e il grado e la posizione della dolenzia può aiutare a differenziare le masse testicolari (p. es., spermatoceli, epididimiti, idroceli, tumori). Se è presente tumefazione, l'area deve essere transilluminata per determinare se il gonfiore è cistico o solido. La presenza di placche fibrose sull'asta del pene è un segno della malattia di La Peyronie.

Esami

L'analisi delle urine è fondamentale per valutare le malattie urologiche. Spesso sono necessari esami di imaging (p. es., ecografia, TC, RM). Per il test dello sperma, vedi Disturbi degli spermatozoi.

Il test dell'antigene tumorale della vescica per il carcinoma a cellule transizionali delle vie urinarie è più sensibile della citologia urinaria nel rilevare un tumore di basso grado; non è abbastanza sensibile da sostituire l'esame endoscopico. La citologia urinaria è l'esame migliore per rilevare un carcinoma di grado elevato.

L'antigene prostatico specifico è una glicoproteina con funzione sconosciuta prodotta dalle cellule epiteliali della prostata. I livelli possono essere elevati nel cancro della prostata e in alcune comuni patologie non cancerose (p. es., iperplasia prostatica benigna, infezione, trauma). L'antigene prostatico specifico viene misurato per evidenziare le recidive di cancro dopo il trattamento; il suo largo uso per lo screening del cancro è controverso.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Video
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema riproduttivo maschile
Modello 3D
Sistema riproduttivo maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE