Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Embolia gassosa arteriosa

(Embolia gassosa)

Di

Richard E. Moon

, MD, Duke University Medical Center

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’embolia gassosa arteriosa consiste nel blocco dell’apporto di sangue agli organi a causa della presenza di bolle d’aria in un’arteria.

  • Nel giro di pochi minuti dall’arrivo in superficie, il subacqueo può perdere conoscenza o sviluppare sintomi simili a quelli di un ictus.

  • È necessario somministrare ossigeno, mettere la persona in posizione distesa e portarla al più presto in una camera iperbarica.

Le bolle d’aria possono entrare nel sangue arterioso o venoso (embolia gassosa, vedere Tipi di emboli non comuni) a seguito di un barotrauma polmonare o una malattia da decompressione. Una bolla d’aria in un’arteria può raggiungere qualsiasi organo del corpo e occludere vasi sanguigni di piccole dimensioni, con maggiore frequenza quelli del cervello, ma anche quelli del cuore, della cute e dei reni. Un embolo gassoso di grandi dimensioni può bloccare il flusso di sangue nelle camere cardiache o nelle arterie di grande calibro. Quando le bolle si formano nelle vene, possono passare nelle arterie attraverso difetti cardiaci eventualmente presenti, quali il forame ovale pervio o il difetto del setto interatriale.

L’embolia gassosa arteriosa (talvolta indicata dall’acronimo EGA nella letteratura sulle immersioni) è la principale causa di morte tra i subacquei.

Sintomi

I sintomi dell’embolia gassosa arteriosa generalmente compaiono entro pochi minuti dopo aver raggiunto la superficie. Un’embolia gassosa arteriosa cerebrale somiglia spesso a un ictus, provocando stato confusionale, paralisi parziale o perdita della sensibilità. Alcune persone vanno incontro a un’improvvisa perdita di coscienza o a convulsioni. Un’embolia gassosa arteriosa grave può portare a uno shock e alla morte.

Altri sintomi possono derivare da un barotrauma polmonare o una malattia da decompressione latente, oppure da un’embolia gassosa arteriosa in una qualsiasi delle seguenti sedi:

  • Arterie del cuore (attacco cardiaco, anomalie del ritmo cardiaco, arresto cardiaco)

  • Arterie della cute (chiazze cutanee violacee-bluastre, lingua pallida)

  • Arterie dei reni (presenza di sangue o proteine nelle urine, lesione renale acuta)

Diagnosi

  • Si basa sull’anamnesi di immersione subacquea e sulla perdita di coscienza

Nel caso in cui un subacqueo perda conoscenza durante la risalita, o poco dopo, si deve sospettare un’embolia gassosa arteriosa, che deve essere trattata immediatamente. Talvolta si eseguono esami di diagnostica per immagini, ma non sempre sono affidabili.

Sapevate che...

  • Ogni subacqueo privo di sensi si deve ritenere colpito da embolia gassosa arteriosa e deve essere sottoposto tempestivamente alla ricompressione.

Trattamento

È importante far distendere il subacqueo e somministrargli ossigeno. Inoltre deve essere riportato in un ambiente ad alta pressione, in modo tale che le bolle d’aria vengano compresse e si dissolvano nel sangue. Molti centri medici sono forniti di camere ad alta pressione (di ricompressione o iperbariche) per questo scopo.

Il volo, anche a bassa quota, riduce la pressione atmosferica e permette alle bolle di espandersi ulteriormente, ma può essere giustificato se è utile a risparmiare tempo sostanziale per il trasporto della persona in una camera idonea. Se possibile, il soggetto deve volare in un aereo pressurizzato a livello del mare, oppure l’aereo deve volare all’altitudine minima compatibile con la sicurezza. È inoltre consigliata l’ossigenoterapia.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte II)
Video
Fratture (Parte II)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE