Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Ipocalcemia (bassi livelli di calcio nel sangue)

Di

James L. Lewis, III

, MD, Brookwood Baptist Health and Saint Vincent’s Ascension Health, Birmingham

Ultima revisione/verifica completa set 2018| Ultima modifica dei contenuti set 2018
per accedere alla Versione per i professionisti

Nell’ipocalcemia, i livelli di calcio nel sangue sono troppo bassi.

  • Un basso livello di calcio può derivare da un problema delle paratiroidi, nonché dalla dieta, da patologie renali o da determinati farmaci.

  • Con l’avanzare dell’ipocalcemia, sono comuni i crampi muscolari e i soggetti possono riscontrare confusione, depressione e amnesie, avvertire formicolio a labbra, dita e piedi, nonché rigidità e dolori muscolari.

  • Di solito la diagnosi viene posta con normali esami del sangue.

  • Per il trattamento dell’ipocalcemia è possibile utilizzare integratori di calcio e vitamina D.

Il calcio è uno degli elettroliti dell’organismo, minerali dotati di una carica elettrica quando disciolti in liquidi corporei come il sangue (anche se la maggior parte del calcio presente nell’organismo è priva di carica). Sebbene la maggior parte del calcio contenuto nell’organismo venga immagazzinata nelle ossa, una parte circola nel sangue. Circa il 40% del calcio nel sangue si lega alle proteine del sangue, principalmente l’albumina. Il calcio legato all’albumina si comporta come una riserva di calcio per le cellule, ma non ha funzioni attive nell’organismo. Solo il calcio non legato influenza le funzioni dell’organismo. Pertanto, l’ipocalcemia causa problemi solo quando il livello di calcio non legato è basso. Il calcio non legato presenta una carica elettrica (ionica) e per questo viene chiamato anche calcio ionizzato.

Cause

L’ipocalcemia è causata nella maggior parte dei casi da un’eccessiva perdita di calcio nelle urine o dall’incapacità di trasferire il calcio dalle ossa nel sangue. Le cause dell’ipocalcemia comprendono quanto segue:

  • Bassi livelli di ormone paratiroideo (ipoparatiroidismo), ad esempio, quando le paratiroidi vengono danneggiate nel corso di interventi chirurgici alla tiroide

  • Assenza di risposta a un livello normale di ormone paratiroideo (pseudoipoparatiroidismo)

  • Assenza di paratiroidi alla nascita (ad esempio, nella sindrome di DiGeorge)

  • Bassi livelli di magnesio (ipomagnesemia) che riducono l’attività dell’ormone paratiroideo

  • Deficit di vitamina D (dovuto a una carenza di vitamina D nella dieta o a un’esposizione inadeguata alla luce solare)

  • Disfunzione renale, che comporta escrezione del calcio nelle urine e riduce la capacità dei reni di attivare la vitamina D

  • Insufficiente apporto di calcio con la dieta

  • Disturbi che diminuiscono l’assorbimento di calcio

  • Determinati farmaci, compresi rifampicina (un antibiotico), anticonvulsivanti (fenitoina e fenobarbital), bisfosfonati (alendronato, ibandronato, risedronato e acido zoledronico), calcitonina, clorochina, corticosteroidi e plicamicina

Sintomi

I livelli di calcio nel sangue possono essere moderatamente bassi senza causare sintomi. Se i livelli di calcio sono bassi per lunghi periodi di tempo, i soggetti possono sviluppare pelle secca e squamosa, unghie fragili e capelli spessi. Sono comuni i crampi muscolari con coinvolgimento di schiena e gambe. Nel tempo, l’ipocalcemia può interessare il cervello e causare sintomi neurologici o psicologici, come confusione, perdita della memoria, delirio, depressione e allucinazioni. Tali sintomi scompaiono se viene ripristinata la concentrazione di calcio.

Livelli di calcio molto bassi possono causare formicolio (spesso a livello delle labbra, della lingua, delle dita e dei piedi), dolori muscolari, spasmi dei muscoli della gola (che possono determinare difficoltà respiratorie), irrigidimento e spasmi dei muscoli (tetania), convulsioni e alterazioni del ritmo cardiaco.

Diagnosi

  • Misurazione del livello di calcio nel sangue

L’ipocalcemia viene spesso diagnosticata mediante esami del sangue di routine prima che si manifestino i sintomi. Il medico misura il livello di calcio totale (che comprende il calcio legato all’albumina) e il livello di albumina nel sangue per stabilire se il livello di calcio non legato sia basso.

Gli esami del sangue vengono eseguiti per valutare la funzionalità renale e misurare i livelli di magnesio, fosfato, ormone paratiroideo e vitamina D. È possibile misurare altre sostanze nel sangue per stabilire la causa.

Trattamento

  • Integratori di calcio

  • Talvolta vitamina D

Spesso l’integrazione di calcio per via orale è sufficiente a correggere l’ipocalcemia. Se viene identificata una causa, il trattamento della malattia che causa l’ipocalcemia o la correzione della terapia farmacologica potrebbe ripristinare il livello di calcio.

In presenza di sintomi, generalmente, è necessario somministrare il calcio per via endovenosa. La somministrazione di integratori della vitamina D consente di ottenere un incremento dell’assorbimento di calcio da parte dell’apparato digerente.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sul sistema endocrino e gli ormoni
Video
Panoramica sul sistema endocrino e gli ormoni
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema endocrino maschile
Modello 3D
Sistema endocrino maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE