Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Problemi delle tube di Falloppio e anomalie della pelvi

Di

Robert W. Rebar

, MD, Western Michigan University Homer Stryker M.D. School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa feb 2019| Ultima modifica dei contenuti feb 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Le tube di Falloppio possono essere bloccate o danneggiate, impedendo allo sperma di raggiungere l’ovulo o all’ovulo fertilizzato (zigota) di passare dall’ovaio all’utero per impiantarsi. Le anomalie della pelvi possono impedire all’ovulo di attaccarsi (impiantarsi) nell’epitelio uterino e possono bloccare le tube di Falloppio.

Individuazione degli organi riproduttivi femminili

Individuazione degli organi riproduttivi femminili
  • Per identificare il problema, i medici possono utilizzare radiografie acquisite dopo aver iniettato un agente di contrasto radiopaco attraverso la cervice oppure eseguono un’ecografia dopo aver iniettato soluzione salina nell’utero (ecoisterografia) oppure visualizzano gli organi attraverso una sonda di visualizzazione (laparoscopio) inserita attraverso un’incisione appena sotto l’ombelico.

  • Talvolta è possibile riparare le tube di Falloppio, ma si consiglia la fecondazione in vitro.

Ovulazione e impianto

Ovulazione e impianto

Cause

Problemi delle tube di Falloppio derivanti da condizioni che bloccano o danneggiano le tube, compresi:

Batteri, come quelli che provocano la malattia infiammatoria pelvica possono entrare in vagina durante il rapporto sessuale con un partner che abbia una malattia a trasmissione sessuale, e da lì diffondersi infettando la cervice. Possono diffondersi verso l’alto, nell’utero e, talvolta, nelle tube di Falloppio. Alcuni batteri come la clamidia possono infettare le tube di Falloppio senza provocare alcun sintomo. Queste infezioni possono recare danni permanenti alle tube di Falloppio, all’utero e ai tessuti circostanti. Si può formare del tessuto cicatriziale, ostruendo così le tube di Falloppio.

Anomalie della pelvi possono bloccare le tube o impedire all’ovulo di impiantarsi nell’utero. Tra questi:

  • difetti congeniti dell’utero o delle tube di Falloppio

  • fibromi o polipi nell'utero

  • bande di tessuto cicatriziale (aderenze) che si formato fra strutture normalmente non collegate nell’utero o nella pelvi

Le aderenze dell’utero sono di solito dovute a infezioni o a una lesione in sede chirurgica di solito dilatazione e raschiamento (D e R). Si tratta di un disturbo chiamato sindrome di Asherman.

Diagnosi

  • Isterosalpingografia

  • Talvolta, ecoisterografia, laparoscopia o isteroscopia

  • Talvolta, esame del sangue per la verifica degli anticorpi contro la clamidia

Procedure utilizzate per determinare se le tube di Falloppio sono bloccate, che includono isterosapingografia, ecoisterografia, laparoscopia e isteroscopia. Durante la laparoscopia e l’isteroscopia diagnosi e trattamento sono solitamente eseguiti contemporaneamente.

Isterosalpingografia

L’isterosalpingografia è utilizzata più comunemente per valutare eventuali problemi delle tube di Falloppio.

Si eseguono radiografie dopo l’iniezione attraverso la cervice di un mezzo di contrasto radiopaco, che delinea l’interno dell’utero e delle tube di Falloppio. La procedura viene eseguita alcuni giorni dopo la fine della mestruazione

ed è in grado di individuare anomalie strutturali che possono bloccare le tube di Falloppio. Tuttavia, nel 15% dei casi, l’isterosalpingografia indica un’ostruzione tubarica inesistente, dando luogo a un risultato falso-positivo.

Dopo l’isterosalpingografia con risultati normali, la fertilità appare leggermente migliorata, perché tale procedura permette una dilatazione temporanea delle tube e l’eliminazione del muco presente. Dopo la procedura, prima di eseguire ulteriori test di funzionalità tubarica, il medico può attendere per vedere se le giovani donne iniziano una gravidanza.

Ecoisterografia

L’ecoisterografia viene talvolta usata per individuare e/o valutare ulteriormente i problemi legati alle tube di Falloppio e altre anomalie della pelvi.

Durante l’ecografia viene iniettata una soluzione di sale (salina) in sede intrauterina attraverso la cervice, in modo da distendere l’interno dell’utero e osservare più facilmente eventuali anomalie. Se la soluzione penetra nelle tube, non è presente ostruzione.

L’ecoisterografia è rapida e non richiede anestesia. È considerata più sicura rispetto all’isterosalpingografia, perché non richiede radiazioni o iniezione di mezzo di contrasto. Tuttavia non sempre è accurata.

Laparoscopia

Se le evidenze suggeriscono la presenza di un’ostruzione tubarica o di endometriosi, si inserisce una piccola sonda di visualizzazione, chiamata laparoscopio, nella cavità pelvica attraverso una piccola incisione appena sotto l’ombelico. In genere, la procedura viene eseguita in anestesia generale e consente l’osservazione diretta dell’utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie.

Gli strumenti inseriti nel laparoscopio possono anche essere utilizzati per spostare o rimuovere il tessuto danneggiato nella pelvi.

Isteroscopia

Se viene rilevata un’anomalia all’interno dell’utero, i medici esaminano la cavità uterina con una sonda a fibre ottiche, chiamata isteroscopio, inserendola nell’utero attraverso la vagina e la cervice. Se si rilevano aderenze, un polipo o un piccolo fibroma, gli strumenti inseriti nell’isteroscopio possono essere utilizzati per spostare o rimuovere il tessuto danneggiato, aumentando le possibilità di gravidanza.

Esami del sangue

Talvolta il medico esegue un esame del sangue per ricercare gli anticorpi contro la clamidia; la presenza di questi anticorpi rivela una pregressa infezione da clamidia, che può dare conseguenze di infertilità.

Trattamento

  • Laparoscopia o isteroscopia per spostare o rimuovere eventuali tessuti anomali

  • Fecondazione in vitro

Il trattamento dei problemi delle tube di Falloppio o della pelvi dipende dalla loro causa. Talvolta il tessuto anomalo viene spostato o rimosso nel corso della diagnosi (mediante isteroscopia o laparoscopia). Se le anomalie dell’utero sono corrette durante l’isteroscopia, il tasso di gravidanza successivamente è pari a circa il 60-70%.

È possibile eseguire un intervento chirurgico per riparare una tuba di Falloppio lesionata da una gravidanza ectopica o da un’infezione. Tuttavia, dopo l’intervento le possibilità di una gravidanza normale si riducono notevolmente, mentre risultano superiori al normale le probabilità di una gravidanza ectopica, sia prima sia dopo l’intervento. Di conseguenza si raccomanda invece spesso la fecondazione in vitro.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cerotto anticoncezionale
Video
Cerotto anticoncezionale
L’apparato riproduttivo femminile comprende utero, tube di Fallopio e ovaie. Le ovaie sono...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sindrome dell’ovaio policistico
Modello 3D
Sindrome dell’ovaio policistico

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE