Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sui batteri Gram-positivi

Di

Larry M. Bush

, MD, FACP, Charles E. Schmidt College of Medicine, Florida Atlantic University

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

I batteri Gram-positivi vengono classificati in questo modo per il colore che assumono in seguito all’applicazione di un processo chimico denominato colorazione di Gram. Quando viene applicato questo processo, i batteri Gram-positivi assumono una colorazione blu. Altri batteri assumono una colorazione rossa e sono chiamati Gram-negativi. I batteri Gram-positivi e Gram-negativi si colorano in maniera diversa perché presentano pareti cellulari diverse. Causano anche tipi di infezione diversi e per combatterli si utilizzano tipi diversi di antibiotici.

Tutti i batteri possono essere classificati in base a tre forme essenziali: sfere (cocchi), aste (bacilli) e spirali o eliche (spirochete). I batteri Gram-positivi possono essere dei cocchi o dei bacilli (vedere figura Che forma hanno i batteri).

Alcuni batteri Gram-positivi provocano malattie. Altri risiedono normalmente in una parte specifica del corpo, come la pelle, costituendo la cosiddetta flora residente, e di solito non causano malattie.

I bacilli Gram-positivi causano determinate infezioni, tra cui:

I cocchi Gram-positivi causano determinate infezioni, tra cui:

I batteri Gram-positivi stanno diventando sempre più resistenti agli antibiotici. Ad esempio, i batteri della specie Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA) sono resistenti alla maggior parte degli antibiotici affini alla penicillina. La meticillina è un tipo di penicillina. I ceppi di MRSA sono comunemente implicati nelle infezioni acquisite nelle strutture sanitarie e possono causare infezioni contratte all’esterno delle strutture sanitarie (infezioni acquisite in comunità).

(Vedere anche Panoramica sui batteri)

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE