Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Vaccino contro il virus del papilloma umano (HPV)

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima revisione/verifica completa ott 2020| Ultima modifica dei contenuti ott 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il virus del papilloma umano (HPV) aiuta a proteggere contro l’infezione dai ceppi di HPV che hanno maggiori probabilità di causare:

Queste patologie sono causate dal virus del papilloma umano, responsabile anche delle verruche genitali.

Il vaccino anti-HPV contiene solo alcune parti del virus. Non contiene virus vivo e pertanto non può causare l’infezione da HPV.

Per ulteriori informazioni, consultare l’informativa HPV (Human Papillomavirus) vaccine information statement dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Esistono tre vaccini contro l’HPV:

  • Vaccino nonavalente: protegge da nove tipi di HPV

  • Vaccino quadrivalente: protegge da quattro tipi di HPV

  • Vaccino bivalente: protegge da due tipi di HPV

Tutti e tre i vaccini sono protettivi contro i due tipi di HPV (tipi 16 e 18) che causano circa il 70% dei tumori del collo dell’utero e il 90% dei tumori anali. Il vaccino nonavalente e il vaccino quadrivalente proteggono dai due tipi di HPV (tipi 6 e 11) che causano oltre il 90% delle verruche genitali, oltre a proteggere contro i tipi 16 e 18. Per i ragazzi e gli uomini sono consigliati solo il vaccino nonavalente e il vaccino quadrivalente.

Attualmente, negli Stati Uniti è disponibile solo il vaccino nonavalente.

Somministrazione

Il vaccino anti-HPV viene somministrato come iniezione intramuscolare in una serie di 2 o 3 dosi. Se la dose iniziale della vaccinazione anti-HPV viene somministrata a un’età tra i 9 e i 14 anni, viene somministrata la serie di 2 dosi. Se la dose iniziale della vaccinazione anti-HPV viene somministrata a un’età pari o superiore a 15 anni, viene somministrata la serie di 3 dosi (vedere Vaccinazioni infantili di routine).

Il vaccino è consigliato a:

  • Tutti i bambini, maschi e femmine, dall’età di 11-12 anni (ma si può iniziare all’età di 9 anni) e i soggetti non precedentemente vaccinati o non adeguatamente vaccinati fino all’età di 26 anni

  • Tutti gli adulti di età compresa tra 27 e 45 anni dopo aver discusso con il proprio medico sull’opportunità di un’eventuale vaccinazione

In presenza di una malattia temporanea, i medici solitamente rimandano la somministrazione del vaccino fino alla sua risoluzione (vedere anche CDC: Who Should NOT Get Vaccinated With These Vaccines? [Chi NON deve essere vaccinato con questi vaccini?]).

Effetti collaterali

La sede dell’iniezione, a volte, diviene dolente, gonfia e arrossata. Non sono stati segnalati effetti collaterali gravi.

Ulteriori informazioni

Le seguenti sono alcune risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di tali risorse.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Difterite
La difterite è un’infezione contagiosa e talora letale delle vie aeree superiori causata dal batterio Corynebacterium diphtheriae. Quale tra questi è il metodo con cui si diffonde abitualmente la difterite?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE