Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Tumore del pene

Di

J. Ryan Mark

, MD, Sidney Kimmel Cancer Center at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

I tumori del pene sono generalmente dei tipi di tumore della pelle. Qualsiasi parte del pene può essere colpita, ma di norma i tumori si concentrano sul glande (l’estremità a forma di cono del pene), in particolare alla sua base. I tumori che interessano la cute del pene, rari negli Stati Uniti, sono ancora più rari negli uomini che sono stati circoncisi.

Cause

Una delle cause del tumore del pene può essere un’irritazione prolungata, di solito sotto il prepuzio. L’infezione da papillomavirus umano e la mancanza di circoncisione aumentano il rischio. Il carcinoma a cellule squamose è il tipo di tumore più diffuso. Forme precoci di tumore meno diffuse includono la malattia di Bowen, la malattia di Paget extramammaria e l’eritroplasia di Queyrat.

Sintomi

Il tumore si manifesta inizialmente sotto forma di area non dolente, arrossata, spesso con presenza di ulcerazioni, ma può essere anche ispessita o assomigliare a una verruca. I tumori, diversamente da altre formazioni, non guariscono per settimane. L’eritroplasia di Queyrat crea una piccola area rosso-violacea o crostificata sul pene, generalmente sul glande o all’interno del prepuzio. La malattia di Bowen presenta caratteristiche simili, ma interessa il corpo del pene. La papulosi bowenoide compare sotto forma di rigonfiamenti generalmente di dimensioni minori sul corpo del pene. I linfonodi inguinali possono ingrossarsi se il cancro si è diffuso oppure perché sono infettati o infiammati.

Diagnosi

  • Biopsia

  • Talvolta, è necessaria una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica per immagini (RMI)

Per la diagnosi di cancro del pene, il medico preleva un campione di tessuto per esaminarlo al microscopio (biopsia). Talvolta si effettua la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica per immagini per stabilire se il tumore si è diffuso in altri tessuti esterni al pene. I linfonodi ingrossati e infiammati possono essere sottoposti a biopsia.

Prevenzione

Le strategie per prevenire il tumore del pene comprendono la circoncisione in giovane età e la vaccinazione contro il più comune dei ceppi cancerogeni del papillomavirus umano negli adolescenti.

Trattamento

  • Talvolta, fluorouracile topico o crema a base di imiquimod

  • Intervento chirurgico

Per trattare i tumori precoci o di piccole dimensioni, il medico prescrive una crema contenente fluorouracile o imiquimod o rimuove il tumore e una parte di tessuto sano circostante con un laser o durante l’intervento chirurgico. Per altri tipi di tumore, solitamente si ricorre ad asportazione del tumore risparmiando quanta più parte del pene possibile. Generalmente, i soggetti di sesso maschile che si sottopongono a questo tipo di intervento sono in grado di utilizzare la parte rimanente del tessuto penieno per urinare e per espletare le funzioni sessuali. Se il tumore interessa aree più ampie del pene è necessario intervenire chirurgicamente in maniera più massiva.

Talvolta, il tumore del pene si diffonde ai linfonodi inguinali, che potrebbe essere necessario asportare. Gli uomini con linfonodi multipli, bilaterali o gonfi correlati a tumore vanno trattati con chemioterapia neoadiuvante prima della rimozione chirurgica. Se non resecabile o localmente avanzato dopo la resezione, si può prendere in considerazione anche la radioterapia.

Nella maggior parte degli uomini, i tumori sono di piccole dimensioni e non si diffondono. In questi casi la sopravvivenza si protrae per molti anni dopo il trattamento. La maggior parte degli uomini in cui il tumore si è diffuso oltre i linfonodi inguinali muore entro 5 anni.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE