Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Blefarite

Di

James Garrity

, MD, Mayo Clinic College of Medicine and Science

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La blefarite è un’infiammazione delle rime palpebrali, accompagnata eventualmente da ispessimento dovuto alla formazione di squame, croste, sottili ulcere o arrossamento ed edema.

  • L’infiammazione è causata da determinate infezioni, reazioni allergiche e alcune condizioni cutanee.

  • Le palpebre si irritano, diventano arrossate e gonfie e possono bruciare e prudere.

  • Di solito la diagnosi si basa sulla presenza dei sintomi e dei segni palpebrali.

  • Il trattamento è volto a qualsiasi disturbo sottostante e talvolta si somministrano pomate o colliri antibiotici, pillole antivirali, lacrime artificiali o una loro combinazione.

Cause della blefarite

I disturbi che possono causare la blefarite comprendono infezione batterica (tipicamente da stafilococco) delle palpebre o dei dotti delle ghiandole più profonde che si aprono sui margini palpebrali, alcune infezioni virali (di solito l’herpes simplex Infezioni da virus herpes simplex (HSV) L’infezione da virus herpes simplex causa episodi ricorrenti di vescicole piccole, dolorose e piene di liquido su pelle, bocca, labbra (ulcere da raffreddore), occhi o genitali. Questa infezione... maggiori informazioni Infezioni da virus herpes simplex (HSV) ) e reazioni allergiche (ai pollini o a volte ai colliri).

Un’altra causa è l’ostruzione e l’infiammazione delle ghiandole sebacee ai margini palpebrali (detta disfunzione delle ghiandole di Meibomio), causata anche dalla rosacea.

I colliri possono scatenare reazioni allergiche che causano la blefarite (detta blefarite allergica da ipersensibilità da contatto).

Talvolta, la causa dell’infiammazione non è nota.

Sintomi della blefarite

La blefarite può causare la sensazione di corpo estraneo nell’occhio. Gli occhi e le palpebre possono prudere e bruciare e i margini palpebrali possono arrossarsi. Gli occhi possono diventare lacrimosi e sensibili alla luce intensa.

In alcuni tipi di blefarite, come quelli causati da infezioni batteriche, le palpebre possono gonfiarsi e parte delle ciglia può diventare di colore bianco o addirittura cadere. Di solito questo tipo di blefarite è acuto. Talvolta, possono aprirsi piccoli ascessi purulenti (pustole) nelle sacche alla base delle ciglia e, alla fine, ulcerarsi superficialmente (blefarite ulcerativa). Può formarsi una crosta saldamente appiccicata ai margini palpebrali. Rimuovendo la crosta, la superficie può sanguinare. Le secrezioni prodotte durante il sonno si asciugano e attaccano le palpebre tra loro.

La maggior parte dei tipi di blefarite tende a essere resistente ai trattamenti e a recidivare. La blefarite è fastidiosa e sgradevole, ma di solito non provoca danni alla cornea né perdita della vista. Talvolta, la blefarite ulcerativa può determinare perdita delle ciglia, formazione di cicatrici sul margine palpebrale e, raramente, perfino un’infiammazione alla cornea.

Diagnosi di blefarite

  • Sintomi e visita medica

La diagnosi di solito si basa sulla presenza dei sintomi e sull’aspetto delle palpebre. Per esaminare le palpebre più da vicino, il medico può utilizzare una lampada a fessura Cos’è una lampada a fessura? In presenza di sintomi oculari è opportuno rivolgersi a un medico. Tuttavia, alcuni disturbi oculari sono poco o per nulla sintomatici nelle fasi iniziali; pertanto è necessario sottoporsi a... maggiori informazioni . Talvolta, viene prelevato un campione di materiale dai margini palpebrali da sottoporre a coltura per identificare il tipo di batterio che causa l’infezione e determinare la relativa sensibilità ai comuni antibiotici.

Trattamento della blefarite

  • Misure di supporto (ad esempio, impacchi, detersione delle palpebre)

  • Trattamento della causa

Alcuni trattamenti possono aiutare ad alleviare i sintomi come l’irritazione. Le lacrime artificiali usate durante il giorno e pomate lubrificanti applicate di notte possono aiutare. I sintomi possono essere alleviati con impacchi bagnati, freddi per la blefarite allergica o da ipersensibilità da contatto e caldi per tutte le altre cause di blefarite. Talvolta, se queste misure sono inefficaci, si utilizza una pomata a base di corticosteroidi.

Se possibile, il trattamento è volto al problema che causa la blefarite. Per esempio, può essere interrotto l’uso di un collirio che sembrerebbe causare la blefarite allergica da ipersensibilità da contatto.

Per trattare la blefarite ulcerativa di origine batterica, il medico può prescrivere una pomata o colliri antibiotici, come bacitracina più polimixina B, gentamicina, eritromicina o sulfacetamide, oppure un antibiotico per bocca (come la doxiciclina). I corticosteroidi generalmente non vengono utilizzati.

Nelle blefariti causate da dermatite seborroica, il trattamento di solito consiste nella pulizia delle palpebre mediante una leggera frizione delle rime palpebrali due volte al giorno con una salvietta o un bastoncino di cotone imbevuto di shampoo per bambini diluito (2-3 gocce in mezza tazza di acqua tiepida). In caso di dermatite seborroica Panoramica della dermatite La dermatite è una malattia infiammatoria degli strati superficiali della pelle che causa prurito, vescicole, rossore, gonfiore e spesso essudazione, croste e desquamazione. Le cause conosciute... maggiori informazioni , è necessario anche un trattamento adeguato del viso e del cuoio capelluto. Talvolta, sono d’aiuto i punctal plug (veri e propri tappi che bloccano i puntini o dotti lacrimali e quindi riducono il drenaggio delle lacrime).

Per la disfunzione delle ghiandole di Meibomio, impacchi caldi possono aiutare il drenaggio del sebo dalle ghiandole di Meibomio con sollievo dall’infiammazione, migliorando prurito e bruciore. Il massaggio palpebrale può favorire la secrezione del sebo dalle ghiandole di Meibomio che contribuiscono a proteggere l’occhio. Il trattamento deve essere volto anche alla rosacea Trattamento La rosacea è un disturbo cutaneo persistente che provoca arrossamento, piccoli brufoli ed evidenza dei vasi sanguigni, solitamente nella parte centrale del viso. La causa è sconosciuta, I sintomi... maggiori informazioni Trattamento che causa la disfunzione delle ghiandole di Meibomio.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Pemfigoide cicatriziale
La membrana mucosa pemfigoide causa l’infiammazione e la lesione della congiuntiva (la membrana che ricopre la parte interna della palpebra e la sclera). Di quale tipo di malattia di tratta?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE