honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Panoramica sul supporto nutrizionale

Di

David R. Thomas

, MD, St. Louis University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa lug 2020| Ultima modifica dei contenuti lug 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Molte persone denutrite ({blank} Denutrizione) e ammalate molto gravemente hanno bisogno di nutrizione aggiuntiva (supporto nutrizionale). L’alimentazione artificiale, che usa miscele di nutrienti commerciali al posto del cibo, è un metodo comune di supporto nutrizionale. Il supporto nutrizionale ha lo scopo di aumentare la quantità di tessuto muscolare (massa muscolare). Apporta di norma calorie, vitamine e minerali.

Se possibile, i nutrienti vengono somministrati per via orale, idealmente sotto forma di cibo normale. Se le persone sono riluttanti a mangiare, è possibile utilizzare le seguenti strategie per indurle a mangiare più cibo normale:

  • incoraggiarle attivamente a mangiare

  • incoraggiarle a mangiare spesso piccole quantità di cibo

  • riscaldare o condire gli alimenti

  • proporre gli alimenti preferiti o quelli molto saporiti

  • nella pianificazione delle attività quotidiane, fare dei pasti una priorità

  • aiutarle a mangiare, se necessario

Tuttavia, a volte, queste strategie non sono sufficienti; ad esempio, non aiutano le persone che non sono in grado di mangiare a causa di lesioni o altri problemi fisici (come le difficoltà di deglutizione) o che hanno difficoltà ad assorbire i nutrienti. Tali persone hanno bisogno di supporto nutrizionale.

Il supporto nutrizionale include quanto segue:

Nel caso dell’alimentazione con sondino, i nutrienti vanno direttamente nello stomaco o nell’intestino tenue.

L’alimentazione artificiale di solito non è raccomandata per i malati terminali o i soggetti con demenza avanzata ({blank} Supporto nutrizionale per i malati terminali o con demenza grave).

Determinare il fabbisogno nutrizionale

(Vedere anche Fabbisogno nutrizionale).

Prima di iniziare il supporto nutrizionale, per prima cosa è necessario stabilire la quantità e la miscela di nutrienti necessari per la persona. Le persone hanno bisogno di una determinata quantità di nutrienti per l’energia, che viene misurata in calorie. Il numero di calorie necessario varia a seconda dei seguenti fattori:

  • Peso

  • Livello di attività fisica

  • Esigenze determinate dalla malattia

La miscela di nutrienti generalmente comprende carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali, fibre e liquidi.

Di solito, il medico stima i bisogni della persona utilizzando equazioni basate su peso, altezza, età, sesso e livello di attività fisica della persona. Se la persona presenta una malattia che aumenta il fabbisogno di calorie, come ad esempio una patologia grave, insufficienza renale che richiede dialisi, un’infezione, una lesione, un intervento chirurgico recente oppure età superiore a 70 anni, il medico adegua il fabbisogno. Alcuni centri utilizzano una tecnica speciale per ottenere una stima più accurata. Questa tecnica misura la quantità di ossigeno inalata e la quantità di anidride carbonica espirata, un’indicazione della quantità di energia utilizzata dall’organismo.

Did You Know...

  • Determinate condizioni, come ad esempio una malattia grave, l’insufficienza renale, le infezioni, le lesioni, un intervento chirurgico e l’età avanzata, possono aumentare il bisogno di nutrienti.

Monitoraggio del supporto nutrizionale

Gli operatori sanitari devono gestire con cautela i metodi di alimentazione artificiale per fare in modo che i soggetti ricevano i nutrienti di cui hanno bisogno, e devono prevenire problemi, come le infezioni. Per stabilire se il supporto nutrizionale è appropriato ed efficace, il medico controlla regolarmente diversi fattori, fra cui i seguenti:

  • indice di massa corporea (IMC, peso in chilogrammi diviso per l’altezza in metri al quadrato)

  • composizione corporea (la quantità di grasso e tessuto muscolare)

  • sostanze presenti nel sangue, nelle urine e nelle feci che indicano lo stato nutrizionale

  • forza muscolare (ad esempio, misurando la forza di presa della mano);

un aumento della forza muscolare indica un aumento della massa muscolare e, quindi, uno stato nutritivo migliorato.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE