Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Manometria

Di

Jonathan Gotfried

, MD, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima modifica dei contenuti apr 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La manometria è la misurazione della pressione all'interno di diverse parti del tratto gastrointestinale. Viene eseguita inserendo un catetere contenente trasduttori di pressione, allo stato solido o riempiti di liquido, attraverso la bocca o l'ano, nel lume dell'organo che deve essere studiato. La manometria viene eseguita di norma per valutare i disturbi della motilità nei pazienti in cui sono state escluse lesioni organiche mediante le altre indagini. La manometria è utilizzata nell'esofago, nello stomaco e nel duodeno, nello sfintere di Oddi e nel retto. A parte un minimo disagio, le complicanze sono molto rare. I pazienti non devono assumere nulla per bocca (digiuno) dopo la mezzanotte.

Manometria anorettale

In questo test, un trasduttore di pressione viene inserito nell'ano per valutare la funzionalità dello sfintere anorettale e la sensibilità rettale in pazienti con incontinenza o stipsi Stipsi La stipsi è costituita da emissione difficile o infrequente di feci, durezza delle feci, o sensazione di evacuazione incompleta. (Vedi anche Stitichezza nei bambini.) Nessuna funzione corporea... maggiori informazioni . Può essere di ausilio nella diagnosi della malattia di Hirschsprung Malattia di Hirschsprung La malattia di Hirschsprung è una malformazione congenita dell'innervazione dell'intestino inferiore, di solito limitata al colon, che comporta un'ostruzione funzionale parziale... maggiori informazioni Malattia di Hirschsprung e dei disturbi della defecazione per prevedere esercizi di biofeedback per l'incontinenza fecale Incontinenza fecale L'incontinenza fecale è una defecazione involontaria. (Vedi anche Valutazione dei disturbi anorettali.) L'incontinenza fecale può essere causata da una lesione o malattia del midollo... maggiori informazioni . Durante il test, viene anche gonfiato un palloncino con barostato, in modo da valutare la sensibilità e l'accomodazione rettale. Il test di espulsione del palloncino, che spesso viene eseguito insieme alla manometria anorettale, consente la valutazione obiettiva della funzione di evacuazione.

Barostato

Il barostato è un dispositivo che rileva la pressione e viene posizionato nello stomaco per misurare l'accomodazione gastrica. Il dispositivo consiste in un pallone di plastica e in un rilevatore elettronico che variano la quantità di aria nel pallone per mantenere costante la pressione. Questo dispositivo è utilizzato principalmente negli studi sperimentali per valutare la soglia sensoriale e l'alterata percezione viscerale, soprattutto nei disturbi gastrointestinali funzionali.

Manometria esofagea

Questo test viene utilizzato per valutare i pazienti con disfagia Disfagia La disfagia è una sensazione di deglutizione difficoltosa. Questa condizione dipende dall'ostacolato transito dei liquidi, dei solidi o di entrambi dalla faringe allo stomaco. La disfagia... maggiori informazioni , pirosi Malattia da reflusso gastroesofageo L'incompetenza dello sfintere esofageo inferiore consente il reflusso del contenuto gastrico nell'esofago, che causa un dolore urente. Il reflusso prolungato può causare esofagite... maggiori informazioni Malattia da reflusso gastroesofageo , rigurgito, o dolore toracico Dolore toracico Il dolore toracico è un sintomo molto frequente. Molti pazienti sono consapevoli che possa essere un segno allarmante per patologie potenzialmente fatali e che richieda un'attenta valutazione... maggiori informazioni . Misura la pressione dello sfintere esofageo superiore e inferiore, stabilisce l'efficacia e la coordinazione dei movimenti propulsivi e individua le contrazioni anomale. La manometria può essere usata per la diagnosi dei disturbi della motilità esofagea Disturbi della motilità esofagea I disturbi della motilità esofagea rappresentano una disfunzione dell'esofago che provoca sintomi quali disfagia, pirosi, e dolore toracico. (Vedi anche Panoramica sui disturbi della... maggiori informazioni come l'acalasia Acalasia L'acalasia è un disturbo neurogeno della motilità esofagea caratterizzato da un'alterata peristalsi esofagea e dal mancato rilasciamento durante la deglutizione dello sfintere... maggiori informazioni , lo spasmo diffuso Spasmo esofageo diffuso Lo spasmo esofageo diffuso sintomatico è parte di uno spettro di disturbi della motilità variamente caratterizzati da contrazioni non propulsive e contrazioni iperdinamiche, talvolta... maggiori informazioni , la sclerosi sistemica Sclerosi sistemica La sclerosi sistemica è una patologia cronica rara a eziologia sconosciuta, caratterizzata da fibrosi diffusa, anomalie vascolari cutanee, articolari e degli organi interni (specialmente... maggiori informazioni Sclerosi sistemica e l'ipotensione e l'ipertensione dello sfintere esofageo inferiore. Viene anche utilizzata per valutare la funzionalità e l'anatomia esofagea, come per esempio l'ernia iatale Ernie della parete addominale Un'ernia della parete addominale è una protrusione del contenuto addominale attraverso una zona di debolezza o un difetto della parete, acquisito o congenito. Molte ernie sono asintomatiche... maggiori informazioni Ernie della parete addominale , prima di alcune procedure terapeutiche (p. es., chirurgia antireflusso, dilatazione pneumatica per acalasia). La manometria ad alta risoluzione è spesso combinata con la planimetria per impedenza per valutare contemporaneamente il transito del bolo attraverso l'esofago durante le deglutizioni (1 Riferimenti relativi alla manometria esofagea La manometria è la misurazione della pressione all'interno di diverse parti del tratto gastrointestinale. Viene eseguita inserendo un catetere contenente trasduttori di pressione, allo stato... maggiori informazioni , 2 Riferimenti relativi alla manometria esofagea La manometria è la misurazione della pressione all'interno di diverse parti del tratto gastrointestinale. Viene eseguita inserendo un catetere contenente trasduttori di pressione, allo stato... maggiori informazioni ).

Riferimenti relativi alla manometria esofagea

  • 1. Gyawali CP, Carlson DA, Chen JW, et al: ACG clinical guidelines: Clinical use of esophageal physiologic testing. Am J Gastroenterol 115(9):1412–1428, 2020. doi: 10.14309/ajg.0000000000000734

  • 2. Hirano I, Pandolfino JE, Boeckxstaens GE: Functional lumen imaging probe for the management of esophageal disorders: Expert review from the clinical practice updates committee of the AGA Institute. Clin Gastroenterol Hepatol 15(3):325–334, 2017. doi: 10.1016/j.cgh.2016.10.022

Manometria gastroduodenale

In questo esame, i trasduttori sono posizionati nell'antro gastrico, nel duodeno e nel digiuno prossimale. La pressione viene monitorata da 5 a 24 h sia a digiuno che durante i pasti. Questo esame viene solitamente utilizzato nei pazienti che presentano turbe della motilità, ma hanno un tempo di svuotamento gastrico normale o che sono insensibili alla terapia. Può essere d'aiuto determinare se i sintomi o il disturbo della motilità del paziente derivino da un disturbo muscolare (anomala ampiezza di contrazione, ma con pattern normale) o da un disturbo del nervo (pattern di contrazione irregolare, ma di ampiezza normale).

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE