Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Panoramica sulle patologie del piede e della caviglia

Di

Kendrick Alan Whitney

, DPM, Temple University School of Podiatric Medicine

Ultima modifica dei contenuti nov 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La maggior parte delle patologie del piede è causata da alterazioni anatomiche o funzionali delle strutture articolari o extra-articolari (vedi figura Ossa del piede Ossa del piede Ossa del piede ). Raramente, le patologie a carico dei piedi rivelano una malattia sistemica (vedi tabella Manifestazioni di patologie sistemiche a carico del piede  Manifestazioni di patologie sistemiche a carico del piede ).

Nei soggetti diabetici e nei soggetti con malattia vascolare periferica deve essere eseguito, almeno 2 volte/anno, un accurato esame obiettivo del piede, con valutazione della vascolarizzazione e dell'integrità neurologica. Le persone con queste patologie devono ispezionare i propri piedi almeno 1 volta/die.

Ossa del piede

Ossa del piede

Considerazioni sull'utilizzo delle infiltrazioni di corticosteroidi

Le infiltrazioni di corticosteroidi devono essere usate con prudenza, per evitare gli effetti avversi. I corticosteroidi iniettabili sono indicati in caso di infiammazioni (come la gotta Gotta La gotta è un disturbo causato dall'iperuricemia (urato sierico > 6,8 mg/dL [> 0,4 mmol/L]) che provoca la precipitazione di cristalli di urato monosodico all'interno e attorno... maggiori informazioni Gotta e nei disturbi come l'artrite reumatoide Artrite reumatoide L'artrite reumatoide è una malattia cronica sistemica autoimmune che coinvolge principalmente le articolazioni. L'artrite reumatoide provoca danni mediati da citochine, chemochine... maggiori informazioni  Artrite reumatoide ), non comuni nella maggior parte delle patologie del piede. Poiché il tarso, la caviglia, lo spazio retrocalcaneare e il dorso delle dita presentano scarso tessuto connettivo tra la cute e il tessuto osseo sottostante, le infiltrazioni di corticosteroidi insolubili in queste strutture possono causare depigmentazione, atrofia o ulcerazione, in particolare nei pazienti anziani con arteriopatia periferica.

I corticosteroidi insolubili possono, invece, essere iniettati con maggior sicurezza in profondità (p. es., nel cuscinetto calcaneare, nel canale tarsale o negli spazi intermetatarsali). Il piede deve essere immobilizzato per qualche giorno dopo avere iniettato le guaine tendinee. Raramente la resistenza all'iniezione suggerisce l'infiltrazione in un tendine. Infiltrazioni ripetute su un tendine devono essere evitate poiché il tendine può indebolirsi (parziale lacerazione), con successiva predisposizione alla rottura.

Tabella
Tabella
Tabella
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE