Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Spasmi infantili

(Salaam Seizures)

Di

M. Cristina Victorio

, MD, Akron Children's Hospital

Ultima revisione/verifica completa mar 2020| Ultima modifica dei contenuti mar 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Negli spasmi infantili un bambino improvvisamente solleva e piega le braccia, flette il collo e la parte superiore del corpo in avanti ed estende le gambe.

  • Gli spasmi sono solitamente causati da gravi patologie cerebrali.

  • Lo sviluppo di molti bambini affetti da spasmi infantili è anomalo oppure si possono manifestare deficit intellettivi.

  • Il disturbo viene diagnosticato mediante elettroencefalogramma; mentre l’analisi di campioni di sangue, di urine e del fluido cerebrospinale, nonché esami di diagnostica per immagini del cervello, contribuiscono a individuarne la causa.

  • L’iniezione intramuscolare di un ormone adrenocorticotropo o la somministrazione di un corticosteroide o vigabatrin (un anticonvulsivante) per via orale contribuiscono spesso a tenere sotto controllo gli spasmi.

Gli spasmi infantili sono un tipo di convulsione. Una convulsione è una scarica elettrica anomala, non regolata che si verifica nel cervello e interrompe temporaneamente la normale funzione cerebrale.

Gli spasmi infantili durano solo alcuni secondi ma sono solitamente ravvicinati in una serie che dura svariati minuti. I bambini possono manifestare molte serie di spasmi in un giorno. Gli spasmi solitamente iniziano quando i bambini non hanno ancora raggiunto l’età di un anno. Possono interrompersi entro i 5 anni, tuttavia spesso si sviluppa un altro tipo di attacco.

Cause

Di solito gli spasmi infantili si manifestano in bambini affetti da gravi disturbi cerebrali o problemi evolutivi, che possono essere già stati diagnosticati. Tali disturbi includono

Il complesso della sclerosi tuberosa, un disturbo ereditario, rappresenta una causa relativamente comune di spasmi infantili. Chi soffre di questo disturbo presenta escrescenze lunghe e strette nel cervello, che sembrano radici o tuberi.

Spesso non si riesce a individuarne la causa.

Sintomi

Gli spasmi solitamente sono costituiti da un improvviso sobbalzo (spasmo) di tronco e arti, che somiglia molto a un trasalimento del bambino. Talvolta gli spasmi comportano solo un leggero movimento della testa. Gli spasmi possono durare vari secondi e i bambini di solito presentano molti spasmi in grappoli, uno dopo l’altro.

Si verificano solitamente subito dopo il risveglio e occasionalmente si manifestano durante il sonno.

Nei bambini maggiormente colpiti, lo sviluppo intellettivo, in particolare delle abilità linguistiche, è lento e si palesa deficit intellettivo. Quando gli spasmi infantili hanno inizio, il bambino può temporaneamente smettere di sorridere o perdere le abilità evolutive apprese, ad esempio la capacità di tirarsi su a sedere o ribaltarsi.

Diagnosi

  • Elettroencefalogramma

  • Risonanza magnetica per immagini

  • Talvolta analisi del sangue e delle urine e puntura lombare

I medici basano la diagnosi di spasmi infantili sui sintomi e sui risultati dell’elettroencefalogramma (EEG), condotto per indagare sulla presenza di andamenti specifici delle anomalie nell’attività elettrica cerebrale. L’EEG viene effettuato mentre il bambino dorme e in stato di veglia.

Si procede alla risonanza magnetica per immagini (RMI) del cervello per ricercare segni di danni o malformazioni cerebrali.

Altri esami vengono effettuati per determinare la causa:

  • Campioni di sangue, di urine e del liquido che circonda il midollo spinale (liquido cerebrospinale) sono solitamente analizzati per indagare sulla presenza di disordini che possano essere responsabili degli spasmi, come disturbi metabolici. Il fluido cerebrospinale viene prelevato mediante puntura lombare.

Se la causa degli spasmi infantili è ancora poco chiara, possono essere eseguiti test genetici.

Trattamento

  • Ormone adrenocorticotropo

  • Un corticosteroide

  • Vigabatrin (un farmaco anticonvulsivante)

Poiché il controllo tempestivo degli spasmi infantili è associato a migliori risultati evolutivi, la tempestività nell’identificazione e nel trattamento degli spasmi è cruciale.

Il trattamento più efficace per gli spasmi infantili è costituito da iniezioni intramuscolari di ormone adrenocorticotropo (Adrenocorticotropic Hormone, ACTH), una volta al giorno. In genere la terapia con ACTH viene proseguita per 2-3 settimane e successivamente ridotta in modo graduale nel corso di 6-9 settimane. Inoltre, come alternativa all’ACTH, può essere efficace un corticosteroide (come il prednisone) somministrato per via orale.

L’unico altro farmaco che si è chiaramente dimostrato idoneo ad arrestare gli spasmi è vigabatrin, un farmaco anticonvulsivante somministrato per via orale. È particolarmente utile quando la causa è il complesso della sclerosi tuberosa. Non sono disponibili evidenze sufficienti circa l’efficacia di altri anticonvulsivanti o di una dieta chetogenica.

Spesso per eliminare la causa degli spasmi si procede con la chirurgia dell’epilessia. È possibile procedere alla rimozione chirurgica di un’area del cervello se gli attacchi sono causati dalla sola area in questione e se la sua asportazione non incide significativamente sulla funzionalità delle competenze del bambino.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Vaccinazioni infantili
Quale dei seguenti è un altro termine per la vaccinazione?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE