Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Ritenzione urinaria

Di

Patrick J. Shenot

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti apr 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La ritenzione urinaria è l'incompleto svuotamento vescicale o l'interruzione della minzione.

La ritenzione urinaria può essere

  • Acuta

  • Cronica

Le cause comprendono una ridotta contrattilità vescicale, un'ostruzione al flusso, una dissinergia sfintere-detrusore (perdita della coordinazione tra la contrazione vescicale e il rilasciamento dello sfintere) o una combinazione tra queste. (Vedi anche Panoramica sulla minzione.)

La ritenzione è più frequente tra gli uomini, nei quali le alterazioni della prostata o le stenosi uretrali causano ostruzione al flusso. In entrambi i sessi, la ritenzione può essere dovuta a farmaci (in particolare quelli con effetti anticolinergici, inclusi molti farmaci da banco), grave stasi fecale (che aumenta la pressione sul trigono vescicale) o una vescica neurologica in pazienti con diabete, sclerosi multipla, morbo di Parkinson o precedente chirurgia pelvica con denervazione della vescica.

La ritenzione urinaria può essere asintomatica o provocare pollachiuria, un senso di svuotamento incompleto, e incontinenza da urgenza o da sovrariempimento. Può essere causa di distensione e dolore addominali. Se la ritenzione si sviluppa lentamente, il dolore può essere assente. Una ritenzione di lunga durata predispone alle infezioni delle vie urinarie e può aumentare la pressione vescicale causando un'uropatia ostruttiva.

Diagnosi

  • Misurazione del volume residuo postminzionale

La diagnosi è evidente nei pazienti che non possono urinare. In quelli che possono urinare, la diagnosi di svuotamento vescicale incompleto viene eseguita con un cateterismo postminzionale o con un'ecografia che mostrino un elevato volume urinario residuo. Un residuo < 50 mL è normale; < 100 mL di solito è accettabile nei pazienti di età > 65 anni, ma è considerato anomalo in quelli più giovani. Ulteriori esami (p. es., urinocoltura, esami ematochimici, ecografia, test urodinamici, cistoscopia, cistografia) vengono eseguiti sulla base dei reperti clinici.

Trattamento

  • Cateterismo uretrale e poi trattamento della causa

Per eliminare la ritenzione urinaria acuta è necessario ricorrere a un cateterismo uretrale. Il trattamento successivo dipende dalla causa. Negli uomini con ipertrofia prostatica benigna, i farmaci (in genere alfa-adrenergici bloccanti o inibitori di 5alfa-reduttasi) o la chirurgia possono aiutare a diminuire la resistenza al flusso urinario.

Non esiste un trattamento efficace per l'alterata contrattilità vescicale; tuttavia, la riduzione delle resistenze con alfa-bloccanti migliora lo svuotamento vescicale.

Sono spesso necessari l'autocateterismo intermittente o un catetere a permanenza. Il cateterismo soprapubico o la derivazione urinaria sono le ultime risorse.

Punti chiave

  • I meccanismi comprendono alterata contrattilità vescicale, ostruzione allo svuotamento e dissinergia detrusore-sfintere.

  • La ritenzione incompleta è diagnosticata per un residuo post-minzionale > 50 mL (> 100 mL in pazienti di età > 65 anni).

  • Prescrivere il cateterismo uretrale e trattare le cause di ritenzione.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Video
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema riproduttivo maschile
Modello 3D
Sistema riproduttivo maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE