Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Ulcera corneale

Di

Melvin I. Roat

, MD, FACS, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa ott 2018| Ultima modifica dei contenuti ott 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Un’ulcera corneale è un’infezione oculare che causa una piaga aperta infetta sulla cornea (la membrana trasparente davanti all’iride e alla pupilla).

  • Lenti a contatto, traumi, malattie, farmaci e carenze nutrizionali possono causare la formazione di piaghe aperte (ulcere) sulla cornea.

  • Dolore, sensazione di corpo estraneo (il dolore e la sensazione di corpo estraneo possono essere gravi), arrossamento, lacrimazione e sensibilità alla luce sono sintomi comuni.

  • I medici diagnosticano un’ulcera sulla base dell'aspetto della cornea.

  • Di solito si somministrano il prima possibile colliri antibiotici, antivirali o antimicotici.

Struttura interna dell’occhio

Struttura interna dell’occhio

Cause

Le ulcere corneali possono essere causate da infezioni da batteri, funghi, virus o parassiti come l’Acanthamoeba (che vive in acque contaminate). Inizialmente le ulcere possono presentarsi con una lesione corneale, ad esempio una grave secchezza oculare, se un corpo estraneo graffia, penetra o si deposita nell’occhio o, più spesso, se l’occhio è irritato da lenti a contatto, soprattutto se indossate anche di notte o non adeguatamente disinfettate (vedere Cura e complicanze). Le ulcere corneali virali (spesso causate da un virus dell’herpes) possono essere provocate da uno stress fisico o presentarsi spontaneamente. Una carenza di vitamina A e proteina può causare la formazione di un’ulcera corneale. Tuttavia, tali ulcere sono rare negli Stati Uniti.

Quando le palpebre non si chiudono adeguatamente, la cornea può seccarsi e irritarsi. Questo tipo di irritazione può causare lesioni e lo sviluppo di un’ulcera corneale. Le ulcere corneali possono anche essere dovute a ciglia introflesse (trichiasi), una palpebra introflessa (entropion) o un’infiammazione palpebrale (blefarite).

Sintomi

Le ulcere corneali causano arrossamento, dolore, spesso una sensazione di corpo estraneo nell’occhio, dolenzia, sensibilità alla luce intensa e aumento della lacrimazione. L’ulcera spesso compare come una macchia bianca o opaca e grigia sulla cornea. Talvolta, le ulcere si sviluppano sull’intera superficie corneale e possono penetrare in profondità. Il pus può accumularsi dietro la cornea, talvolta formando uno strato bianco nella parte inferiore della cornea (detto ipopion). Solitamente, la congiuntiva è arrossata. Tanto più profonda è l’ulcera, tanto più gravi sono i sintomi e le complicanze.

Complicanze dell’ulcera corneale

Le ulcere corneali possono guarire con il trattamento, ma possono anche lasciare un alone cicatriziale che compromette la vista.

Altre complicanze possono essere la diffusione dell’infezione in profondità, la perforazione corneale, la dislocazione dell’iride e la distruzione di gran parte o di tutto il tessuto nella cavità oculare.

Diagnosi

  • Esame oculare

  • A volte colture

Il medico esamina l’ulcera con una lampada a fessura (uno strumento che permette di esaminare l’intero occhio con un ingrandimento elevato). Per vedere chiaramente l’ulcera, il medico può applicare delle gocce oculari contenenti un colorante giallo-verde noto come fluoresceina. La fluoresceina colora temporaneamente le aree danneggiate della cornea, consentendo al medico di vedere tali aree altrimenti non visibili.

In alcuni casi, il medico esegue un tampone della superficie delle ulcere grandi per prelevare un campione. Il campione viene quindi coltivato in laboratorio (coltura) per identificare il batterio, fungo, virus o protozoo che ha causato l’infezione. Una volta identificato l’organismo patogeno, il medico sceglie il farmaco più adatto a combattere l’infezione.

Trattamento

  • Collirio antibiotico, antivirale o antimicotico

  • Collirio per dilatare l’occhio

  • A volte trapianto di cornea

Un’ulcera corneale è un’emergenza da sottoporre a immediato trattamento.

Di solito si devono applicare colliri antibiotici, antivirali o antimicotici immediatamente e ripetere l’applicazione di frequente, anche ogni ora per tutto l’arco della giornata e per diversi giorni.

I colliri che dilatano l’occhio, come atropina o scopolamina, possono alleviare il dolore e ridurre la possibilità di complicanze.

Talvolta è necessario un trapianto di cornea (cheratoplastica).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sugli occhi
Video
Panoramica sugli occhi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Glaucoma
Modello 3D
Glaucoma

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE