Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo

Di

Evelyn Attia

, MD, Columbia University Medical Center;


B. Timothy Walsh

, MD, College of Physicians and Surgeons, Columbia University

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
  • Il disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo può causare una notevole perdita di peso, una crescita più lenta del previsto nei bambini, difficoltà nella partecipazione alle normali attività sociali e talvolta carenze nutrizionali potenzialmente fatali.

  • I medici basano la diagnosi sulla natura della ridotta assunzione di cibo e i suoi effetti, dopo aver escluso altre cause di ridotto consumo di alimenti.

  • La terapia cognitivo-comportamentale può aiutare i pazienti ad apprendere a mangiare normalmente e li aiuta a sentirsi meno ansiosi riguardo agli alimenti che consumano.

Il disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo esordisce tipicamente durante l’infanzia e inizialmente può assomigliare all’essere schizzinoso, un fatto comune in tale fase della vita. Il bambino, ad esempio, può rifiutarsi di mangiare certi alimenti o gli alimenti di un certo colore, di una certa consistenza o che abbiano un particolare odore. Tuttavia, l’essere schizzinosi di solito riguarda solamente pochi alimenti; i bambini che fanno gli schizzinosi (diversamente da quelli colpiti da questo disturbo) hanno un appetito normale, complessivamente mangiano abbastanza, crescono e si sviluppano in modo normale.

I soggetti con disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo possono non mangiare perché perdono interesse nell’alimentazione o ritengono che abbia conseguenze negative. Possono evitare certi alimenti a causa del loro colore, consistenza od odore.

Sintomi

Le persone con disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo mangiano molto poco e/o evitano di consumare certi alimenti. Il consumo di cibo può essere talmente ridotto da determinare una considerevole perdita di peso. I bambini affetti da questo disturbo possono non crescere nel modo atteso.

Le carenze nutrizionali sono comuni e possono arrivare a mettere a rischio la vita.

A causa dei problemi che hanno con il cibo, alle persone affette da questo disturbo può risultare difficoltoso partecipare ad attività sociali normali, quali consumare pasti insieme ad altri, e mantenere vivi i rapporti sociali.

Diagnosi

  • Valutazione medica

  • Esami per verificare la presenza di disturbi fisici

  • Valutazione per la ricerca di altri disturbi mentali

I medici sospettano il disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo nei soggetti che evitano alimenti o mangiano molto poco e presentano una o più delle seguenti condizioni:

  • significativa perdita di peso o, nei bambini, crescita inferiore a quella prevista

  • grave carenza nutrizionale

  • necessità di alimentazione con sondino o di integratori alimentari assunti per via orale

  • grande difficoltà a partecipare alle normali attività sociali e interagire con gli altri

  • nessuna evidenza di percezione di un’immagine distorta del corpo

La diagnosi di disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo non viene formulata anche quando viene identificato un altro disturbo o un trattamento medico (come la radioterapia o la chemioterapia) responsabile.

Trattamento

  • Terapia cognitivo-comportamentale

La terapia cognitivo-comportamentale è utile per aiutare il soggetto affetto dal disturbo evitante-restrittivo dell’assunzione di cibo a imparare a mangiare in modo normale; lo può aiutare a sentirsi meno ansioso rispetto a ciò che mangia.

Ulteriori informazioni

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si tenga presente che IL MANUALE non è responsabile dei contenuti di tale risorsa.

  • National Eating Disorders Association (NEDA): Grande organizzazione senza fini di lucro che offre l’accesso a strumenti di screening online, assistenza telefonica, forum e una serie di gruppi di supporto (alcuni virtuali)

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Trattamento della malattia mentale
La maggior parte delle procedure terapeutiche per i disturbi mentali può essere classificata come somatica o psicoterapeutica. Quale delle seguenti opzioni è un esempio di trattamento psicoterapeutico?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE