Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Disturbo ansioso generalizzato (DAG)

Di

John W. Barnhill

, MD, Weill Cornell Medical College and New York Presbyterian Hospital

Ultima revisione/verifica completa ott 2018| Ultima modifica dei contenuti ott 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Il disturbo ansioso generalizzato è costituito dall’eccessiva tensione e preoccupazione riguardo a svariate attività o eventi. Il soggetto lamenta ansia per la maggior parte dei giorni per sei mesi o più.

  • Il soggetto è ansioso e preoccupato per una serie di problemi e/o diverse attività e situazioni.

  • Per la diagnosi di questo disturbo, l’ansia deve essere accompagnata da diversi altri sintomi (come una tendenza a stancarsi facilmente, difficoltà di concentrazione e tensione muscolare).

  • La terapia comporta un’associazione di farmaci (di solito farmaci ansiolitici e talvolta antidepressivi) e psicoterapia.

Il disturbo ansioso generalizzato è un tipo comune di disturbo ansioso. Circa il 3% degli adulti ne soffre almeno una volta l’anno. Le donne hanno una probabilità due volte maggiore di esserne affette. Spesso compare durante l’infanzia o l’adolescenza (si veda Disturbo ansioso generalizzato nei bambini), ma può insorgere a qualsiasi età.

Nella maggior parte dei soggetti, ha un andamento irregolare, con periodi di crisi (specialmente nei periodi di maggiore stress), e si protrae per diversi anni.

Sintomi

I soggetti con un disturbo d’ansia generalizzato avvertono costantemente un senso di preoccupazione e angoscia e non riescono a controllare queste emozioni. L’entità, la frequenza e la durata dello stato ansioso sono maggiori rispetto a quanto giustificato dalla situazione.

Le preoccupazioni hanno carattere generale e riguardano temi diversi, che spesso cambiano nel tempo. Le preoccupazioni comuni includono responsabilità professionali e familiari, denaro, salute, sicurezza, riparazione dell’auto e faccende domestiche.

Diagnosi

  • Valutazione di un medico basata su determinati criteri

Affinché il medico possa diagnosticare il disturbo ansioso generalizzato, il soggetto deve manifestare preoccupazione o ansia

  • eccessiva

  • riguardante svariate attività ed eventi

  • presente nella maggior parte dei giorni da 6 mesi o più

Inoltre, il soggetto deve presentare 3 o più dei seguenti sintomi:

  • irrequietezza o senso di agitazione e pericolo

  • tendenza a stancarsi facilmente

  • Difficoltà di concentrazione

  • Irritabilità

  • tensione muscolare

  • Sonno disturbato

Prima di diagnosticare il disturbo ansioso generalizzato, il medico esegue un esame obiettivo. Potrebbe richiedere esami del sangue o altre analisi per accertarsi che i sintomi non siano dovuti a un disturbo fisico o a una sostanza psicoattiva.

Trattamento

  • Combinazione di psicoterapia e terapia farmacologica

Il disturbo viene spesso gestito con un’associazione di psicoterapia e terapia farmacologica. La psicoterapia può risolvere le cause alla base dell’ansia e fornire soluzioni per affrontarla.

Alcuni antidepressivi, in particolar modo gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (come escitalopram) e gli inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina (come venlafaxina), sono efficaci per il disturbo d’ansia generalizzato. Questi antidepressivi di solito richiedono alcune settimane per alleviare l’ansia; per tale motivo, ad alcuni soggetti insieme a un antidepressivo viene inizialmente prescritta una benzodiazepina. Le benzodiazepine sono farmaci ansiolitici in grado di alleviare rapidamente l’ansia, di solito quasi subito. Tuttavia, poiché l’uso prolungato di benzodiazepine può portare a dipendenza farmacologica ( Ansiolitici e sedativi), tali farmaci sono somministrati solo per un breve periodo di tempo. Quando l’antidepressivo e la psicoterapia iniziano ad avere effetto, la dose della benzodiazepina può venire gradualmente ridotta e infine interrotta. Le benzodiazepine non devono essere interrotte bruscamente.

Il buspirone, un altro farmaco ansiolitico, è efficace in alcuni soggetti con disturbo d’ansia generalizzato. Il suo impiego non causa dipendenza, tuttavia, richiede almeno 2 settimane prima che inizi ad agire.

Prodotti erboristici, come kava e valeriana possono avere proprietà ansiolitiche, sebbene non sia stata ancora dimostrata la loro efficacia e sicurezza nel trattamento dei disturbi ansioni, come il disturbo ansioso generalizzato, e sono necessari altri studi in merito.

La terapia cognitivo-comportamentale si è dimostrata efficace nel trattamento del disturbo ansioso generalizzato. Con questa terapia, il soggetto impara a:

  • Riconoscere quando il pensiero viene distorto

  • Controllare il pensiero distorto

  • Modificare il comportamento di conseguenza

Inoltre, le tecniche di rilassamento, come lo yoga, la meditazione, l’esercizio fisico e le tecniche di biofeedback, possono essere di aiuto ( Tipi di medicina alternativa e complementare : Medicina mente-corpo).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE