Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Respiro sibilante (wheezing) e asma in lattanti e bambini piccoli

Di

Rajeev Bhatia

, MD, Phoenix Children's Hospital

Ultima modifica dei contenuti ago 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Il sibilo (wheezing) è un rumore di fischio di tonalità relativamente elevata prodotto dal flusso di aria che passa attraverso vie aeree ristrette o compresse. È comune nei primi anni di vita ed è tipicamente causato da un'infezione delle vie aeree o dall'asma, ma altre possibili cause includono irritanti o allergeni inalanti, reflusso esofageo, e insufficienza cardiaca.

(Vedi anche Respiro sibilante (wheezing) e Asma negli adulti.)

Episodi ricorrenti di respiro affannoso sono frequenti nei primi pochi anni di vita; 1 bambino su 3 presenta almeno un episodio di respiro affannoso acuto prima dei 3 anni d'età (1). Poiché il respiro sibilante risponde tipicamente ai broncodilatatori, questa condizione è stata storicamente considerata asma. Tuttavia, recenti evidenze del fatto che molti bambini che hanno avuto sibilanti ricorrenti nella prima infanzia non hanno l'asma successivamente durante l'infanzia o l'adolescenza, suggeriscono che nei bambini con respiro sibilante ricorrente devono essere considerate diagnosi alternative.

Consigli ed errori da evitare

  • Non tutti i casi di respiro sibilante nei lattanti e nei bambini piccoli sono riferibili all'asma.

Riferimento generale

Eziologia

In alcuni bambini piccoli, gli episodi di respiro sibilante ricorrenti rappresentano le manifestazioni iniziali dell'asma, e questi bambini continueranno ad avere respiro sibilante durante l'infanzia o l'adolescenza. In altri bambini, gli episodi di respiro sibilante possono sparire entro i 6-10 anni e si ritiene che non rappresentino manifestazioni dell'asma. Nei lattanti e nei bambini piccoli, il respiro affannoso con le malattie virali, in particolare quelle provocate dal virus respiratorio sinciziale e dal rhinovirus umano, è associato a un aumentato rischio di sviluppare l'asma durante l'infanzia (1). Una diagnosi finale di asma è più probabile nei bambini che hanno sintomi di atopia, episodi più gravi di respiro sibilante, e/o un'anamnesi familiare di atopia o asma.

Il respiro sibilante deriva solitamente da broncospasmo che può essere peggiorato dall'infiammazione a livello delle piccole e medie vie aeree, che provoca edema e ulteriore restringimento delle vie aeree. Un episodio acuto di respiro sibilante nei lattanti e nei bambini piccoli di solito è causato da infezioni respiratorie virali, ma l'infiammazione delle vie aeree può anche essere causata (o peggiorata) da allergie o inalazione di irritanti (p. es., fumo di tabacco). Il respiro sibilante ricorrente può essere causato da infezioni respiratorie virali frequenti, allergia o asma. Cause meno comuni di respiro sibilante ricorrente includono la disfagia cronica che causa aspirazione ricorrente, il reflusso gastroesofageo, la malacia delle vie aeree, la ritenzione di un corpo estraneo inalato o l'insufficienza cardiaca. Spesso, la causa della ricorrenza del respiro sibilante non è chiara.

Riferimenti relativi all'eziologia

  • 1. Sigurs N, Bjarnason R, Sigurbergsson F, et al: Respiratory syncytial virus bronchiolitis in infancy is an important risk factor for asthma and allergy at age 7. Am J Respir Crit Care Med161:1501–1507, 2000. doi: 10.1164/ajrccm.161.5.9906076.

Sintomatologia

Il respiro sibilante è spesso accompagnato da tosse secca o catarrale ricorrenti. Altri sintomi dipendono dall'eziologia e possono includere febbre, naso che cola (infezione virale), e difficoltà di alimentazione (p. es., a causa di insufficienza cardiaca o disfagia).

All'esame obiettivo, il respiro sibilante si manifesta principalmente nell'espirazione, a meno che l'ostruzione delle vie aeree sia grave, nel qual caso il respiro sibilante può essere udito durante l'inspirazione. Altri elementi rilevabili in caso di malattia severa possono includere tachipnea, alitamento delle pinne nasali, rientramenti intercostali e/o diaframmatici e cianosi. I bambini con infezione respiratoria possono avere febbre.

Diagnosi

  • RX torace in caso di episodio grave e, talvolta, per gli episodi atipici o ricorrenti

In caso di primo episodio di respiro sibilante grave, la maggior parte dei medici richiede una RX torace per rilevare i segni di un corpo estraneo inalato, di polmonite, o di insufficienza cardiaca e la pulsossimetria per valutare la necessità di ossigeno terapia. La presenza di iperinflazione generalizzata sul piano della RX suggerisce blocchi diffusi dell'aria come si vedono nell'asma, dove i reperti localizzati suggeriscono anomalie strutturali o aspirazione di corpi estranei. La Rx torace può anche indicare la presenza di un anello vascolare come causa di respiro affannoso (p. es., arco aortico destro).

Per i bambini con episodi ricorrenti, le riacutizzazioni in genere non richiedono test a meno che non ci siano segni di distress respiratorio. I test, quali lo studio della deglutizione, l'esofagogramma con mezzo di contrasto, la TC o la broncoscopia possono essere utili per i pochi bambini con esacerbazioni frequenti o gravi o sintomi che non rispondono ai broncodilatatori o ad altri farmaci per l'asma.

Prognosi

Molti bambini con respiro sibilante ricorrente nella prima infanzia non avranno successivamente episodi di respiro sibilante clinicamente significativi. Tuttavia, molti bambini più grandi e adulti affetti da asma difficile hanno sviluppato i sintomi nella prima infanzia.

Trattamento

  • Per gli episodi acuti respiro sibilante, broncodilatatori per via inalatoria e, se necessario, corticosteroidi sistemici

  • Per i bambini con frequenti episodi di respiro sibilante grave, un trial di terapia di mantenimento (p. es., corticosteroidi inalati) analoga a quella dell'asma

Lattanti e bambini piccoli con respiro sibilante acuto vengono trattati con broncodilatatori per via inalatoria e, se il quadro è grave, con corticosteroidi sistemici (vedi Trattamento dell'esacerbazione acuta).

I bambini nei quali è improbabile che si sviluppi asma persistente, per esempio i bambini che non hanno atopia o un'anamnesi familiare di atopia o asma, e i bambini i cui episodi di respiro sibilante sono relativamente lievi e poco frequenti, di solito possono essere gestiti con i soli broncodilatatori, utilizzati in maniera intermittente quando necessario. La maggior parte dei bambini con episodi frequenti e/o gravi di respiro sibilante beneficia di una terapia di mantenimento con broncodilatatori e antinfiammatori (p. es., corticosteroidi inalati) analogamente a quanto si fa per l'asma ( Asma : Trattamento). Tuttavia, anche se l'uso cronico di un antileucotrienico o di corticosteroidi per via inalatoria a basso dosaggio riduce la frequenza e la gravità degli episodi di respiro sibilante, non altera l'anamnesi naturale della malattia.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE