Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sui tumori epatici

Di

Steven K. Herrine

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa set 2018| Ultima modifica dei contenuti set 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I tumori epatici possono essere non cancerosi (benigni) o cancerosi (maligni).

I tumori epatici maligni vengono classificati come primari (di origine epatica) o metastatici (se originano da altre sedi). La maggior parte dei tumori epatici è metastatica. I tumori spesso si diffondono al fegato perché quando le cellule tumorali si distaccano da altre sedi del corpo, spesso entrano nel circolo sanguigno e arrivano al fegato, dove la maggior parte del sangue proveniente dal resto del corpo viene filtrata.

I tumori epatici benigni sono relativamente frequenti e di solito sono asintomatici. Tuttavia, in rari casi, questi tumori causano un fastidio localizzato al quadrante superiore destro dell’addome, un ingrossamento del fegato o sanguinamento nella cavità addominale. I tumori epatici benigni comprendono

La maggior parte dei tumori benigni viene rilevata soltanto quando un soggetto si sottopone a esami di diagnostica per immagini, come l’ecografia, la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica per immagini (RMI), per un altro motivo. Generalmente, la funzionalità epatica è normale anche in presenza di un tumore benigno, perciò i risultati degli esami del sangue per valutare la funzionalità epatica sono solitamente nella norma. Il trattamento potrebbe o meno essere necessario.

Sapevate che...

  • La maggior parte dei tumori epatici origina in altre parti dell’organismo.

  • La maggior parte dei tumori epatici benigni viene rilevata accidentalmente, eseguendo esami di diagnostica per immagini per altri motivi, ad esempio dopo un’ecografia.

Cisti

Talvolta nel fegato possono svilupparsi una o più sacche (cisti) piene di liquido. La maggior parte di esse non causa sintomi né determina problemi di salute e vengono rilevate accidentalmente mediante esami di diagnostica per immagini.

Sebbene sia raro, vi sono persone che nascono con molte cisti epatiche (un disturbo chiamato malattia policistica del fegato). Generalmente, queste persone presentano cisti anche in altri organi, come i reni (un disturbo denominato malattia renale policistica). Il fegato risulta ingrossato, ma generalmente mantiene una buona funzionalità.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sul fegato e della cistifellea
Video
Panoramica sul fegato e della cistifellea
Modelli 3D
Vedi Tutto
All’interno del fegato
Modello 3D
All’interno del fegato

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE