Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Convulsioni nei bambini

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa mag 2018| Ultima modifica dei contenuti mag 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Cosa sono le convulsioni?

Le convulsioni sono cambiamenti nei segnali elettrici del cervello.

  • Il cervello è composto da cellule nervose,

  • che comunicano tra loro attraverso segnali elettrici

  • Le convulsioni si verificano se troppe cellule nervose inviano segnali contemporaneamente

Cosa succede a un bambino durante le convulsioni?

Le convulsioni sono identiche nei bambini e negli adulti. Quando troppe cellule nervose inviano segnali, il cervello del bambino non riesce a decodificarli e accadono cose anomale. Per esempio il bambino può:

  • cadere e iniziare a tremare tutto

  • perdere conoscenza o diventare confuso

Di solito, dopo alcuni minuti le cellule nervose iniziano a comportarsi normalmente e il bambino torna normale.

Cos’è l’epilessia?

L’epilessia si verifica in caso di convulsioni prolungate per parecchio tempo.

Alcuni bambini che hanno un attacco convulsivo non ne avranno mai un altro e non soffrono di epilessia. I bambini epilettici hanno molte crisi, ma il loro numero varia. Alcuni bambini hanno solo 1 o 2 crisi l’anno. Altri ne hanno ogni giorno.

Quali sono le cause delle convulsioni nei bambini?

Nella maggior parte dei casi la causa delle convulsioni nei bambini non è nota.

Talvolta le crisi convulsive sono causate da danno cerebrale dovuto a:

  • Mancanza di ossigeno durante il parto

  • Trauma cranico

  • difetti congeniti del cervello

  • infezioni cerebrali (come la meningite)

  • problemi ereditari dell’equilibrio chimico dell’organismo, chiamati disturbi metabolici

  • uso di sostanze stupefacenti illegali da parte della madre durante la gravidanza

La febbre alta a volte causa una crisi convulsiva (convulsioni febbrili) nei bambini piccoli.

Come si presenta una crisi convulsiva?

Un neonato in preda a una crisi convulsiva può:

  • schioccare le labbra o fare movimenti di masticazione

  • guardare con ogni occhio in una direzione diversa

  • afflosciarsi

Un neonato di solito non agita tutto il corpo come i bambini più grandi in preda agli attacchi.

I lattanti più grandi o i bambini piccoli in preda a una crisi possono:

  • cadere e avere convulsioni (movimenti a scatti di braccia e gambe)

  • arcuare la schiena e apparire rigidi

  • guardare nel vuoto o diventare confuso

Talvolta le convulsioni interessano solo una parte del corpo, come il braccio e la gamba di un lato.

Durante un attacco convulsivo il bambino non è consapevole di cosa succede e non può parlare o rispondere. Tuttavia, respira ancora. Dopo la crisi, di solito il bambino è un po’ confuso. La confusione può durare fino a una o due ore.

Le convulsioni possono danneggiare il cervello?

Le convulsioni non danneggiano il cervello del bambino se non durano a lungo, di solito un’ora o più. La maggior parte delle convulsioni dura solo pochi minuti.

Cosa fare quando un bambino ha le convulsioni?

  • Adagiare il bambino su un fianco

  • Tenerlo lontano da cose che potrebbero ferirlo (come scale o oggetti affilati)

  • Non somministrare nulla da mangiare o da bere fino a quando è completamente sveglio

Nonostante quanto si possa aver sentito:

  • NON mettere nulla nella bocca del bambino

  • NON tentare di tenere la lingua del bambino

Chiamare un’ambulanza se:

  • le convulsioni durano più di 5 minuti

  • il bambino si fa male durante la crisi

  • il bambino ha difficoltà di respirazione dopo la crisi

  • si verifica immediatamente un’altra crisi convulsiva

  • si tratta della prima crisi convulsiva del bambino

In presenza di un disturbo epilettico, discutere con il medico quando, dove e con quanta urgenza vedere un medico in caso di un altro attacco.

Cosa fanno i medici se un bambino ha una crisi convulsiva?

L’intervento medico dipende dai seguenti fattori:

  • Se si tratta del primo attacco del bambino

  • Se il bambino ha avuto attacchi prima e sono stati condotti test per determinarne la causa

La prima crisi convulsiva del bambino

In caso di prima crisi convulsiva, è molto importante che il medico ricerchi eventuali cause pericolose. Dopo aver visitato il bambino, di solito il medico esegue degli esami, che possono includere:

  • Esami del sangue

  • analisi delle urine (urinocoltura)

  • TC, RMI o ecografia (scansioni del cervello per controllare la presenza di alcune anomalie cerebrali)

  • puntura lombare, che consiste nell’inserimento di un ago nella parte bassa della schiena per prelevare un campione del liquido che circonda il cervello e il midollo spinale

Se gli esami sono normali, può essere eseguito un EEG per misurare i segnali elettrici del cervello.

  • Durante questo esame un tecnico posiziona piccole piastre adesive sulla testa del bambino

  • Alcuni fili collegano le piastre all’apparecchio per EEG che registra i segnali del cervello

  • L’EEG può essere condotto con il bambino sveglio o addormentato

Il bambino ha avuto altre crisi prima

Se il bambino ha avuto altre crisi convulsive in precedenza e ha già fatto degli esami, i medici in genere non sono preoccupati, a meno che:

  • la crisi è diversa dal solito, oppure

  • le crisi si verificano molto più spesso

In tali casi il bambino deve essere portato dal medico, che potrebbe ripetere alcuni esami. Se il bambino sta assumendo farmaci per prevenire le convulsioni, il medico di solito esegue un esame del sangue per assicurarsi che sia presente una quantità sufficiente di farmaco nel circolo ematico.

Se la crisi convulsiva del bambino non differisce da quelle avute in passato, potrebbe non essere necessaria alcuna visita. Discutere con il medico anticipatamente di cosa fare se il bambino ha un’altra crisi.

Come si trattano le convulsioni?

Per fermare la crisi

La maggior parte dei bambini non necessita di trattamento per fermare una crisi convulsiva.

Alcune crisi durano più di 15 minuti. In tal caso, il medico somministra al bambino farmaci per via endovenosa (EV) per fermare la crisi.

Per prevenire una crisi

  • I bambini che hanno avuto solo una crisi convulsiva di durata pari solo a pochi minuti generalmente non necessitano di trattamento preventivo

  • I medici in genere prescrivono farmaci per prevenire le crisi convulsive (anticonvulsivi) ai bambini che lamentano molte crisi o crisi di lunga durata

Alcuni casi molto gravi di epilessia non possono essere controllati farmacologicamente. In tal caso il bambino può dover subire interventi chirurgici o altre procedure mediche per aiutare a prevenire attacchi futuri.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE