Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
I fatti in Breve

Linfonodi ingrossati

(Swollen Glands; Lymphadenopathy)

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Cosa sono i linfonodi ingrossati?

I linfonodi fanno parte del sistema linfatico, che aiuta a combattere infezioni e tumori. I linfonodi sono punti di raccolta delle dimensioni di un pisello che filtrano germi e cellule dal liquido linfatico. Sono situati in tutto il corpo, ma molti sono raggruppati nel collo, sotto le braccia e nella regione inguinale. Si gonfiano quando nel corpo è in atto un’infezione o un tumore.

  • La causa del rigonfiamento è di solito un’adiacente infezione cutanea o tissutale o un virus innocuo che scompaiono spontaneamente

  • A volte la causa è un’infezione più grave o il cancro

  • I linfonodi ingrossati possono provocare dolore oppure possono essere indolori

  • A volte il medico può eseguire alcuni esami per ricercare alcune infezioni o tumori

  • Se l’edema linfonodale non scompare entro 3 o 4 settimane, il medico può eseguire una biopsia (prelevando una porzione di tessuto da osservare al microscopio)

I linfonodi ingrossati sono chiamati comunemente “ghiandole gonfie”, tuttavia i linfonodi non sono realmente delle ghiandole.

Quali sono le cause dell’ingrossamento dei linfonodi?

Esistono molte cause di ingrossamento dei linfonodi. Le cause più comuni sono:

  • Un’infezione nei tessuti adiacenti ai linfonodi ingrossati

  • Infezione sistemica

Per esempio un’infezione della gola o un raffreddore possono provocare l’ingrossamento dei linfonodi del collo. Oppure, una malattia a trasmissione sessuale (MTS) può provocare un ingrossamento dei linfonodi inguinali.

Infezioni sistemiche come la mononucleosi, l’infezione da HIV o la tubercolosi possono provocare l’ingrossamento dei linfonodi in tutto il corpo.

Cause più pericolose di linfonodi ingrossati sono:

Normalmente, le difese immunitarie uccidono qualsiasi germe che penetra nei linfonodi. Tuttavia, a volte alcuni germi sopravvivono causando un’infezione. Un linfonodo infetto è dolorante e la cute sovrastante diventa arrossata.

Spesso le cellule tumorali si staccano da un tumore e migrano attraverso i vasi linfatici ai linfonodi adiacenti. Per esempio, il cancro della mammella spesso si diffonde ai linfonodi ascellari situati sullo stesso lato del tumore. Talvolta le difese immunitarie distruggono le cellule tumorali. A volte tuttavia le cellule tumorali crescono nei linfonodi. Il cancro di solito rende i linfonodi molto duri e attaccati l’uno all’altro.

Tuttavia, formazioni neoplastiche maligne sono presenti verosimilmente in una percentuale inferiore all’1% dei soggetti con linfonodi ingrossati.

Quando è necessario consultare un medico?

Non tutti i soggetti con linfonodi ingrossati devono recarsi immediatamente dal medico.

Consultare il medico immediatamente se un linfonodo:

  • È molto doloroso 

  • Drena pus (liquido denso di colore bianco o giallo)

Chiamare il medico in presenza di uno qualsiasi dei seguenti altri segnali d’allarme:

  • Un linfonodo molto ingrossato, di diametro pari o superiore a 2,5 cm

  • Un linfonodo che appare duro come un sasso al tatto

  • Fattori di rischio di infezione da HIV (come puntura con un ago usato da un’altra persona o attività sessuali ad alto rischio)

  • Fattori di rischio di tubercolosi (come vivere o lavorare con una persona affetta da tubercolosi o recente trasferimento da una zona in cui la tubercolosi è comune)

  • Febbre

  • Perdita di peso inspiegabile

Il medico deciderà quanto urgente è l’appuntamento in base ai segnali d’allarme e agli altri sintomi. 

Se non sono presenti segnali d’allarme e il paziente si sente bene, prima di chiamare il medico si può attendere una settimana per vedere se il linfonodo torna normale.

Cosa succede dal medico?

Il medico si informa sui sintomi e i segnali d’allarme ed esamina il paziente. Se chiaramente il problema è innocuo, il medico attende per vedere se il gonfiore scompare. Altrimenti, prescrive degli esami in base a quali ritiene siano le possibili cause dell’ingrossamento dei linfonodi. Tali esami possono includere:

  • Esami del sangue

  • Esami di diagnostica per immagini come radiografie o scansioni TC

  • Biopsia dei linfonodi, se il gonfiore dura più di 3 o 4 settimane

  • Test cutaneo per la tubercolosi

  • Esami del midollo osseo per leucemia (tumore dei globuli bianchi)

Come si trattano i linfonodi ingrossati?

I medici trattano la causa dei linfonodi ingrossati.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Paralisi delle corde vocali
La paralisi delle corde vocali è l’incapacità di muovere i muscoli che controllano le corde vocali. La paralisi può interessare una o entrambe le corde vocali. La paralisi di entrambe le corde vocali è potenzialmente letale. Quale delle seguenti è la causa più probabile di paralisi di entrambe le corde vocali?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE