Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sulle ghiandole surrenali

Di

Ashley B. Grossman

, MD, University of Oxford; Fellow, Green-Templeton College

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

L’organismo ha due ghiandole surrenali, ciascuna localizzata sopra ciascun rene. Si tratta di ghiandole endocrine, che secernono ormoni nel flusso sanguigno. Ogni ghiandola surrenale è composta da due parti.

  • Midollo: la parte interna secerne ormoni, come l’ adrenalina (o epinefrina), che svolgono un ruolo nel controllo di pressione arteriosa, frequenza cardiaca, sudorazione e altre attività sempre regolate dal sistema nervoso simpatico.

  • Corteccia: la parte esterna secerne ormoni diversi, tra cui corticosteroidi (ormoni simili al cortisone, come il cortisolo) e mineralcorticoidi (in particolare l’aldosterone, che controlla la pressione arteriosa e i livelli di sale [cloruro di sodio] e di potassio nell’organismo). La corteccia surrenale stimola anche la produzione di piccole quantità di ormoni sessuali maschili ( testosterone e ormoni simili).

Uno sguardo alle ghiandole surrenali

Uno sguardo alle ghiandole surrenali

Le ghiandole surrenali sono controllate in parte dal cervello. L’ipotalamo, una piccola area del cervello coinvolta nella regolazione ormonale, produce l’ormone di rilascio della corticotropina (CRH) e la vasopressina (nota anche come ormone antidiuretico). La vasopressina e l’ormone di rilascio della corticotropina inducono l’ipofisi a secernere corticotropina (nota anche come ormone adrenocorticotropo o ACTH), che stimola le ghiandole surrenali a produrre corticosteroidi. Il sistema renina-angiotensina-aldosterone, regolato principalmente dai reni, stimola le ghiandole surrenali a produrre una maggiore o minore quantità di aldosterone (vedere la figura Regolazione della pressione arteriosa).

L’organismo controlla i livelli di corticosteroidi secondo le necessità. I livelli tendono a essere più elevati la mattina presto rispetto al resto della giornata. Quando l’organismo è in condizioni di stress, per esempio a causa di una malattia, i livelli di corticosteroidi aumentano notevolmente.

Disturbi delle ghiandole surrenali

I disturbi delle ghiandole surrenali comportano una secrezione eccessiva o insufficiente di ormoni.

Quando la secrezione di ormoni è troppo scarsa, ciò può essere dovuto a un problema della ghiandola surrenale stessa (un disturbo primario, come il morbo di Addison). Oppure, ciò può essere il riflesso di un problema in altre parti dell’organismo, come l’ipofisi o l’ipotalamo. Ad esempio, un problema all’ipofisi può indicare che le ghiandole surrenali non vengono stimolate alla secrezione di ormoni.

Quando la secrezione di ormoni è eccessiva (ipersecrezione), il disturbo che ne deriva dipende dagli ormoni coinvolti:

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sul sistema endocrino e gli ormoni
Video
Panoramica sul sistema endocrino e gli ormoni
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema endocrino maschile
Modello 3D
Sistema endocrino maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE