Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Solventi volatili

Di

Gerald F. O’Malley

, DO, Grand Strand Regional Medical Center;


Rika O’Malley

, MD, Albert Einstein Medical Center

Ultima revisione/verifica completa ago 2017| Ultima modifica dei contenuti ago 2017
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I solventi volatili sono dei liquidi che si vaporizzano facilmente in gas. Quando inalato, il gas può causare uno stato di intossicazione e danni a lungo termine ai nervi a agli organi.

I solventi volatili sono presenti in numerosi prodotti per la casa comuni, come adesivi, pittura e liquidi detergenti. Pertanto, bambini e adolescenti possono reperirli facilmente. Negli Stati Uniti, circa il 10% degli adolescenti ha inalato solventi ( Uso e abuso di sostanze nell’adolescenza).

Il prodotto può essere vaporizzato in un sacchetto di plastica e inalato o sniffato (“bagging” o “snorting”), oppure può essere utilizzato un panno imbevuto del prodotto che viene poi aspirato tramite il naso o la bocca (“huffing”).

Prodotti comuni che contengono solventi volatili

  • Adesivi

    • Colla per modellismo

    • Mastice

    • Cemento con aggiunta di cloruro di polivinile

  • Aerosol

    • Vernice spray

    • Lacca per capelli

  • Solventi e gas

    • Solvente per unghie

    • Sverniciatore

    • Diluente per vernici

    • Bianchetto e relativo diluente

    • Gas combustibile

    • Combustibile per accendini

    • Benzina

  • Detergenti

    • Fluido per lavaggio a secco

    • Smacchiatore

    • Sgrassatore

Sintomi

Effetti immediati

L’intossicazione è rapida. Alcuni soggetti accusano capogiri, sonnolenza e stato confusionale. L’eloquio può essere disarticolato. Possono anche presentare difficoltà a restare in piedi e a deambulare, con conseguente andatura instabile. I consumatori possono manifestare eccitazione, impulsività e irritabilità.

Con il passare del tempo, la percezione e il senso della realtà possono essere distorti, con conseguente comparsa di illusioni, allucinazioni e deliri. I soggetti manifestano uno stato euforico, altamente sognante, che si conclude con un breve periodo di sonno. Alcuni possono entrare in uno stato delirante e confusionale, con sbalzi d’umore. La capacità di pensiero e la coordinazione possono essere compromessi. L’intossicazione può durare da pochi minuti a più di un’ora.

Overdose

Alcuni solventi volatili vengono metabolizzati in sostanze tossiche. Il cloruro di metilene (diclormetano, un ingrediente di alcuni solventi), ad esempio, viene convertito in monossido di carbonio dall’organismo, e l’inalazione può pertanto causare un’intossicazione da monossido di carbonio. L’inalazione di metanolo porta alla formazione di sottoprodotti tossici che causano acidificazione del sangue e problemi oculari.

Il decesso può sopraggiungere improvvisamente, persino la prima volta che uno di questi prodotti viene inalato direttamente, a causa di una respirazione rallentata e profonda o di un disturbo del ritmo cardiaco (detto aritmia).

Effetti a lungo termine

L’uso cronico o l’esposizione ai solventi (anche sul posto di lavoro) può danneggiare gravemente cervello, nervi periferici, cuore, reni, fegato e polmoni. Inoltre, potrebbe svilupparsi un danno al midollo spinale, con conseguente compromissione della produzione di globuli rossi e la comparsa di anemia oppure di leucemia. La cute attorno a bocca e naso può irritarsi (eczema dello sniffatore). L’uso in gravidanza può causare un parto prematuro e la sindrome fetale da solventi che causa sintomi simili a quelli della sindrome alcolica fetale.

Astinenza

Con l’uso cronico, si sviluppa una certa tolleranza agli effetti del solvente. I soggetti possono diventare psicologicamente dipendenti dai solventi, con un forte desiderio di continuare a farne uso, pur non sviluppando una dipendenza fisica. Vale a dire, l’interruzione della sostanza non causa lo sviluppo di sintomi fastidiosi (astinenza).

Diagnosi

  • Valutazione medica

  • Anamnesi di esposizione a solventi

In genere, il medico basa la diagnosi sul resoconto del soggetto o dei suoi amici. Lo screening tossicologico di routine non riesce a rilevare i solventi volatili anche se, laddove necessario, esistono test specializzati per rilevare tali sostanze.

Trattamento

  • Trattamento di eventuali danni agli organi

  • Consulenza sull’uso di sostanze stupefacenti

Il trattamento di bambini e adolescenti che fanno uso di inalanti prevede la ricerca e il trattamento di eventuali danni organici.

I tassi di guarigione dall’uso di inalanti sono tra i più bassi rispetto a quelli relativi a qualsiasi altra sostanza in grado di alterare l’umore. Il trattamento degli adolescenti con dipendenza da solventi è difficile e le ricadute sono comuni. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l’uso di tali sostanze si interrompe con la fine dell’adolescenza. Possono costituire un aiuto l’istruzione e la consulenza finalizzate a migliorare la salute mentale e le capacità sociali, nonché a gestire problemi sociologici.

Nitriti volatili

I nitriti (nitrito di amile, butile o isobutile) vengono venduti con i nomi di strada “Locker Room” e “Rush”.

Queste sostanze riducono brevemente la pressione sanguigna, provocano vertigini e causano vampate di calore, seguite da un battito cardiaco accelerato. Questi effetti combinati possono produrre un senso di eccitazione ed euforia. Alcuni soggetti usano queste sostanze anche perché ritengono che aumentino il piacere sessuale. Se usati insieme a sildenafil (usato per trattare la disfunzione erettile), questi nitriti possono ridurre abbondantemente la pressione sanguigna e quindi causare svenimento, attacco di cuore o ictus. I nitriti possono causare anche metaemoglobinemia, un disturbo del sangue che interferisce con l’abilità del sangue di trasportare l’ossigeno.

Protossido di azoto: Si tratta di un gas (gas esilarante) usato come anestetico. Viene usato anche come propellente in lattine e spray di panna montata. Alcune persone abusano di protossido di azoto perché produce un senso di euforia e un gradevole stato sognante. Una prolungata esposizione al protossido di azoto può causare una carenza di vitamina B12, che causa intorpidimento e debolezza di gambe e braccia, che possono diventare permanenti. I palloncini riempiti con protossido di azoto vengono illegalmente venduti e usati in occasione di concerti rock ed eventi sportivi.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Angiografia cerebrale: inserimento del catetere
Video
Angiografia cerebrale: inserimento del catetere
L’angiografia trova impiego per ottenere informazioni diagnostiche sui vasi sanguigni che...
Come tutelare la salute durante i viaggi all’estero
Video
Come tutelare la salute durante i viaggi all’estero

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE