Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Oliguria

Di

Paula Ferrada

, MD, VCU Health System

Ultima modifica dei contenuti apr 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

L'oliguria è la diuresi < 500 mL in 24 h in un adulto o < 0,5 mL/kg/h in un adulto o bambino (< 1 mL/kg/h nei neonati).

Eziologia

Cause di oliguria sono in genere suddivisi in 3 categorie:

  • Prerenale (relazionata alla perfusione renale)

  • Renale (danno renale)

  • Post-renale (ostruttiva)

Le cause sono numerose ( Danno renale acuto), ma un numero limitato di esse è responsabile della maggior parte dei casi di oliguria acuta nel paziente ospedalizzato ( Alcune cause di oliguria).

Tabella
icon

Alcune cause di oliguria

Meccanismo

Esempi

Prerenale*

Ipovolemia

Sanguinamento

Perdita di liquidi

Inadeguato apporto di liquidi

Bassa gittata cardiaca

Elevata resistenza vascolare sistemica

Renale

Ipoperfusione (prolungato, p. es., > 4 h)

agente di contrasto rx

Rabdomiolisi

Farmaci nefrotossici (p. es., aminoglicosidi e altri antibiotici, FANS)

Postrenale

Ostruzione urinaria meccanica

Catetere urinario ostruito

Disfunzione del collo vescicale o dello sfintere

Uso di farmaci anticolinergici

Ritenzione urinaria postoperatoria

Stipsi, se grave

*Queste condizioni spesso coesistono e riducono la diuresi rapidamente (ossia, < 1 h).

Valutazione

Anamnesi

Nei pazienti collaboranti, il marcato stimolo a urinare indica un'ostruzione all'efflusso, mentre la sete e l'assenza dello stimolo a urinare suggeriscono una deplezione di volume. Nei pazienti obnubilati (e presumibilmente cateterizzati), una riduzione improvvisa del flusso urinario in un paziente normoteso suggerisce un'occlusione (p. es., a causa di un coagulo o di un gomito) o dislocazione del catetere, mentre una riduzione graduale è più probabilmente dovuta a necrosi tubulare acuta o a una causa prerenale.

L'anamnesi di recenti trattamenti medici può essere d'aiuto; essi comprendono l'analisi delle recenti misurazioni della pressione arteriosa, le procedure chirurgiche, e la somministrazione di farmaci e di mezzo di contrasto avvenute di recente. Un intervento chirurgico o un trauma recente possono essere compatibili con l'ipovolemia. Un danno da schiacciamento grave, un'ustione profonda da elettricità o un colpo di calore suggeriscono una rabdomiolisi.

Esame obiettivo

I segni vitali sono rivisti, in particolare per ipotensione, tachicardia, o entrambi (suggerendo ipovolemia o sepsi) e febbre (suggerendo sepsi). Devono essere ricercati i segni dell'infezione focale e dello scompenso cardiaco. Una vescica distesa palpabile indica un'ostruzione all'efflusso. Le urine di colore marrone scuro suggeriscono una mioglobinuria.

Esami

In tutti i pazienti cateterizzati (e in quelli con un condotto ileale), bisogna verificare la pervietà con l'irrigazione prima di intraprendere ulteriori indagini; questo approccio può risolvere il problema. Nei pazienti in cui è stata esclusa un'ostruzione del catetere, la causa (p. es., shock, sepsi) è clinicamente evidente. In altri, soprattutto in quelli con patologie multiple, si richiedono delle indagini per differenziare le cause prerenali da quelle renali (necrosi tubulare acuta). Nei pazienti sprovvisti di catetere urinario, bisogna valutare l'eventualità di inserirlo; così si può diagnosticare, trattare l'ostruzione e fornire un monitoraggio continuo della produzione di urina.

Se è in sede un catetere venoso centrale o polmonare arterioso, può essere determinata la volemia (e con un catetere polmonare arterioso, la gittata cardiaca) misurando la pressione venosa centrale (vedi Obiettivi e monitoraggio) o la pressione di incuneamento nell'arteria polmonare. Tuttavia, molti medici non usano posizionare un catetere di questo tipo per l'oliguria acuta a meno che non vi siano altre indicazioni. Un'alternativa nel paziente senza segni di sovraccarico di volume è rappresentata dalla rapida somministrazione di un bolo di liquidi EV, 500 mL di soluzione fisiologica allo 0,9%, come test diagnostico (20 mL/kg nel bambino); un aumento della diuresi indica una causa prerenale.

Il calcolo dell'escrezione frazionata di sodio (FENa) dalle concentrazioni plasmatiche e urinarie di sodio può aiutare a distinguere tra stato prerenale e necrosi tubulare acuta, utilizzando la seguente equazione:

equation
  • Un rapporto FENa > 2% di solito indica necrosi tubulare acuta.

  • Un rapporto FENa < 1% di solito indica uno stato prerenale come la disidratazione o altre forme di azotemia prerenale.

  • I rapporti FENa tra l'1% e il 2% sono compatibili con la necrosi tubulare acuta o lo stato prerenale.

Trattamento

Si trattano le cause identificate; si corregge l'ostruzione all'efflusso, si ripristina la volemia, e si normalizza la gittata cardiaca. Si sospendono i farmaci nefrotossici e si sostituiscono gli altri. Per prevenire ulteriori danni renali si deve evitare l'ipotensione. I pazienti con insufficienza renale non reversibile possono richiedere una terapia sostitutiva renale (p. es., emofiltrazione continua veno-venosa o emodialisi).

Punti chiave

  • Le cause di oliguria includono il calo del flusso ematico renale, l'insufficienza renale e l'ostruzione al deflusso urinario.

  • L'anamnesi e l'esame obiettivo spesso suggeriscono l'eziologia (p. es., recente ipotensione, uso di farmaci nefrotossici).

  • Esaminare elettroliti sierici, azotemia e creatinina.

  • Misurare Na urinario e concentrazione urinaria di creatinina, calcolare la frazione di escrezione del Na qualora non sia chiaro se si tratti di una causa prerenale o renale; un rapporto < 1 indica che il problema è prerenale, un rapporto > 2 indica necrosi tubulare acuta e rapporti tra l'1% e il 2% sono indeterminati.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come trattare l'infante cosciente che soffoca
Video
Come trattare l'infante cosciente che soffoca
Come eseguire la defibrillazione in un adulto
Video
Come eseguire la defibrillazione in un adulto

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE