honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Astrocitoma

Di

Renee Gresh

, Nemours A.I. duPont Hospital for Children

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

Gli astrocitomi sono tumori del cervello e del midollo spinale che si sviluppano da cellule a forma di stella (astrociti) che intervengono nella funzione delle cellule nervose cerebrali (o del midollo spinale). Questi tumori possono essere maligni o benigni.

  • La causa degli astrocitomi non è nota.

  • I bambini potrebbero manifestare difficoltà di deambulazione, debolezza, cambiamenti della vista, vomito e cefalea.

  • Per la diagnosi si ricorre generalmente ad esami di diagnostica per immagini e a una biopsia.

  • Le opzioni terapeutiche comprendono l’intervento chirurgico, la chemioterapia e la radioterapia.

Gli astrocitomi sono i tumori cerebrali pediatrici più comuni, con un’incidenza di circa il 40%. Questi tumori di solito sono diagnosticati tra i 5 e i 9 anni di età.

Sintomi

La pressione intracranica aumenta, causando cefalee (spesso al risveglio), vomito e apatia. I bambini possono perdere la coordinazione e mostrare difficoltà a camminare. Può verificarsi offuscamento o perdita della vista e gli occhi possono sporgere e scattare involontariamente da un lato all’altro (nistagmo).

Gli astrocitomi nella colonna vertebrale possono causare mal di schiena, difficoltà a camminare e debolezza muscolare.

Diagnosi

  • Risonanza magnetica per immagini

  • Biopsia

Solitamente viene eseguita una risonanza magnetica per immagini (RMI) con un agente di contrasto. Se la RMI non è disponibile, si effettua una tomografia computerizzata (TAC), anche se è meno precisa.

Quindi, è necessario prelevare un campione di tessuto tumorale ed esaminarlo al microscopio (biopsia) poiché il trattamento si basa sull’aspetto delle cellule tumorali (grado del tumore). Questi tumori in genere sono classificati come di grado basso (ad esempio l’astrocitoma pilocitico giovanile) o di grado alto (ad esempio il glioblastoma). I tumori di stadio I e II sono di grado basso mentre i tumori di stadio III e IV sono di grado alto.

Trattamento

  • Intervento chirurgico (se possibile)

  • Radioterapia, chemioterapia o entrambe

La maggior parte degli astrocitomi di basso grado è rimossa chirurgicamente. Se l’astrocitoma viene asportato completamente, i bambini potrebbero non aver bisogno di alcun altro trattamento.

Talvolta, la separazione del tumore dal normale tessuto cerebrale è troppo difficile oppure il tumore è inaccessibile. In tali casi, si usa la radioterapia. La radioterapia è utilizzata nei bambini di età superiore ai 10 anni affetti da tumore non asportabile chirurgicamente che potrebbe compromettere la funzione intellettiva o che progredisce o recidiva dopo il trattamento chirurgico. Per evitare di interferire con la crescita e lo sviluppo cerebrale, per i bambini di età inferiore ai 10 anni, si preferisce ricorrere alla chemioterapia piuttosto che alla radioterapia. La maggior parte degli astrocitomi a basso grado può essere curata.

Gli astrocitomi di alto grado sono trattati con una combinazione di chirurgia (se possibile), radioterapia e chemioterapia (vedere Terapia oncologica combinata). Le prospettive sono peggiori per i bambini con tumori di alto grado, in cui la sopravvivenza complessiva è pari solo al 20-30% a 3 anni dal trattamento.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE